Vacanze 2021 in moto – Gli errori più commessi dagli italiani in viaggio

Spesso i motociclisti tendono a compiere errori banali, che rischiano di rovinare l’esperienza o rallentare il suo andamento: ecco quali sono.

Viaggiare in sella alla propria moto è un’esperienza meravigliosa, trasmette libertà, senso di avventura e tantissima adrenalina. Questa estate sono stati tantissimi gli italiani a scegliere questo particolare modo per trascorrere le proprie vacanze. Spesso però i motociclisti tendono a compiere errori banali, che rischiano di rovinare l’esperienza o rallentare il suo andamento. Ecco quindi che può essere molto utile avere a disposizione una lista di quelli che sono stati e continuano a essere gli errori più commessi dai motociclisti italiani, così da riconoscerli ed evitare di commetterli.

4 errori da evitare quando si viaggia in moto

  • Accontentarsi della prima assicurazione sul mercato

Chi viaggia ha esigenze ben diverse da chi utilizza la propria moto per lavoro o per altre motivazioni ben diverse da lunghe trasferte, pertanto è bene scegliere polizze che tutelino il viaggiatore a 360° senza limitarsi solamente alle classiche clausole di un’assicurazione moto. Spesso, presi dai consigli dettati dagli amici o da offerte apparentemente stracciate trovate casualmente, si sottoscrivono polizze assicurative blande, convenienti solo sulla carta e non in linea con le reali esigenze di chi viaggia frequentemente in sella ad una moto. Scoprire le polizze più convenienti comparando le proposte offerte dai portali internet che si occupano di questo settore è uno dei primi passi da compiere per evitare queste spiacevoli dinamiche. Tale operazione può essere fatta direttamente dal divano di casa, con l’aiuto di amici e parenti e concede la possibilità di curiosare più preventivi, senza doversi fermare necessariamente alle proposte del primo ente assicurativo trovato.

  • Non essere dotati di kit di emergenza

Nel 2020 sono stati 2395 i morti in incidenti stradali, molti dei quali in moto. La sicurezza quindi deve continuare a rimanere un aspetto importante quando si viaggia in sella ad un motociclo, motivo per il quale è altamente consigliato essere muniti di un kit di emergenza, utile per portare rimedio a danni e imprevisti di vario tipo, come gomme bucate o prive di pressione. Viaggiare con pneumatici compromessi è altamente pericoloso. Sul mercato sono disponibili tantissime valigette utili per la riparazione delle gomme, dotate di nastro adesivo americano, fascette di nylon, colla e altri articoli utili per fare piccole riparazioni.

  • Utilizzare abbigliamento sbagliato

Un viaggio su due ruote non può di certo avvenire con addosso un abbigliamento abituale. Gli indumenti devono essere indossati a “cipolla” ovvero su più strati, da aggiungere o rimuovere a seconda del clima. In marcia è richiesto l’utilizzo di capi tecnici, dotati di protezioni e realizzati con tessuti pesanti, preferibilmente impermeabili. I guanti, impilabili tra di loro, possono essere indossati in più formati, fini di cotone o di materiale robusto, mentre gli stivali devono essere categoricamente waterproof.

  • Non bilanciare il peso degli oggetti trasportati

Quando si viaggia con bagagli a seguito, ovviamente collocati nelle borse laterali o nel portapacchi posteriore, è bene bilanciare il peso degli oggetti trasportati, così da dirigere bene la moto quanto è in movimento. Se si trasportano bottiglie, attrezzi o oggetti particolarmente pesanti, meglio distribuirli in modo uniforme su tutti i lati, in questo modo la moto sarà ben piazzata a terra e non avrà sbandamenti a causa del carico.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

L’Ineos Grenadier ha un primo prezzo indicativo

Ora Cat: la compatta elettrica secondo Great Wall

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media