Inizia a Mirafiori, a Torino, la produzione della Maserati Levante, primo SUV della storia della Casa del Tridente. Levante è il nome della via in cui nacque oltre cent’anni orsono l’azienda Maserati. Richiamo storico anche in termini di produzione in quanto proprio a Mirafiori, stabilimeto appunto storico, verrà prodotto il veicolo.

Il design di Maserati Levante è carico di personalità e lega subito con la tipicità del marchio Maserati, con un frontale aggressivo, con il gruppo fari posto piuttosto in alto e collegato alla calandra. La vista laterale appaga e riporta ad un’idea quasi di coupè in alcuni tratti. Loghi e dettagli posti sulla fiancata ne impreziosiscono l’aspetto.

Non avendo notizie certe, dato che verranno espresse maggiori informazioni durante il Salone di Ginevra di questi giorni, si ipotizza possa essere equipaggiata con i noti motori V6 e V8 turbo, benzina e diesel, dalla potenza compresa fra i 250 ed i 530 CV. La trazione integrale sarà di serie così come un cambio automatico a 8 marce e le sospensioni a controllo elettronico.

In configurazione standard l’altezza da terra è pari a 21 centimetri, ma può scendere fino a 17,5 in due step. Il primo abbassamento, di 2,5 centimetri, può essere comandato manualmente, mentre oltre i 170 km/h l’auto scende automaticamente di altri 10 millimetri per migliorare ulteriormente l’aerodinamica e la stabilità. Anche da fermo l’auto si abbassa, una volta spento il motore e tolta la chiave, per facilitare la discesa (si abbassa di 1 cm). Invece, in condizioni di marcia in fuori strada sotto gli 80 km/h, il nuovo suv del Tridente si alza di 2,5 centimetri rispetto alla configurazione standard, raggiungendo i 23,5 cm (ma può arrivare anche a 25 cm).

Non si hanno certezze sui prezzi ma dovrebbero partire da un livello compreso tra 70 e 80 mila euro, a seconda dei modelli.

Ti potrebbe interessare anche

Alberto scrive

Gradirei sapere le dimensioni della Levante....o non le sa proprio nessuno nonostante sia gia' stata esposta in due saloni mondiali dell'auto?

Commenti