Renault Zoe è la piccola elettrica della casa francese, capace di offrire buoni motivi di acquisto, soprattutto per chi macina chilometri in città o per piccoli sportamenti.

Quello che colpisce al primo sguardo è certamente il design, moderno, quasi rivoluzionario, capace di strabiliare e di strappare anche un sorriso all’osservatore, forse per quelle forme un po’ bombate ma al tempo stesso scolpite in alcuni tratti. I fanali anteriori sono allungati nella geometria e tendono all’azzurro mentre più sotto si trovano le luci diurne a led. Molto particolare è il design dei fari posteriori, come fossero un rombo arrotondato, trasparenti dal contorno blu, generando un piacevole effetto ottico quando si accende il rosso della frenata. Come tante altre vetture, Renault Zoe integra le maniglie delle portiere posteriori nel montante, nascondendo quasi l’accesso ai sedili dietro.

L’interno sa anche essere elegante e ricco di dettagli che impreziosiscono l’ambiente, a partire dalla “firma” Z.E. sui poggiatesta, stante ad indicare Zero Emissioni, ma ancor più “prezioso” è il pack blu che può essere scelto per dettagliare ancora meglio gli interni e dar loro un tocco di eleganza, esaltata magari dalla selleria dei sedili in pelle disponibile opzionale solo per alcune versioni. Il cruscotto si presenta con una linea pulita e minimale, con il pannello touch screen che sale centralmente; la leva del cambio è molto corta e accanto ad essa spicca il tasto “Eco” per la guida ancor più risparmiosa.

Due le motorizzazioni disponibili, una da demonimata R90 da 91 cv di potenza (68 kW), mentre l’altra chiamata Q90 da 88 cv (65 kW), capaci entrambi di sviluppare una coppia motrice pari a 220 Nm e una velocità massima di poco superiore a 130 kmh. L’automonia effettiva massima è di 300 Km (400 Km NEDC, secondo le recenti normative di misurazione, per la prima, una trentina in meno per la seconda). Il propulsore R90 è ricaricabile con una potenza massima di 22 kW, mentre l’altro offre una ricarica dell’80% raggiungibile in circa 50 minuti collegandosi ad una colonnina di 43 kW.

La nuova batteria Z.E. 40 della Renault Zoe è concepita quindi per offrire 300 Km effettivi circa di autonomia, con un tempo di ricarica dalla presa di casa che può arrivare fino a 20 ore, mentre il tempo si riduce sensibilmente a circa 100 minuto con una colonnina da 43 kW, per una ricarica completa. Il caricatore  Cameleo è pensato e brevettato da Renault e dota tutte le Zoe e consente di usufruire di una ricarica sia monofase che trifase fino a 43 kW adattando e modulando il tempo in questione in base alla tipologia di ricarica e in circa mezz’ora l’auto può raggiungere i 120 km di autonomia.
Oltre al cambio automatico, Renault Zoe è dotata di climatizzatore capace di funzionare anche in modalità eco per risparmiare carburante, sensori di ambiente per garantire un’aria pulita nell’abitacolo, sensore pioggia e luci, specchiatti regolabili elettricamente e l’accesso all’auto senza chiave, nel senso che basta averla con sè, senza premere necessariamente il tasto di sblocco della chiusura.

Lunga circa 409 cm, con passo di 259 cm, 194 cm di larghezza (retrovisori compresi) e 156 cm di altezza, Renault Zoe rappresenta una soluzione valida alla mobilità a emissioni zero.

 

Ti potrebbe interessare anche

Commenti