La tuta antipioggia è un accessorio ormai indispensabile per il motociclista che non voglia privarsi del piacere di andare in moto anche nella stagione autunnale. Ma quale marca e tipo scegliere? Cos’è importante sapere prima di procedere all’acquisto? Ecco qualche consiglio utile per completare il vostro abbigliamento per andare in moto.

Le migliori marche di tuta antipioggia

Cominciamo a vedere quali sono le migliori tute antipioggia. Le marche in commercio sono tante. Dainese, Ixos, Tucano, Hevik e Alpinestars sono tra le più diffuse, in genere anche con un ottimo rapporto qualità-prezzo. Tenete però anche presente che praticamente tutte le marche di moto hanno linee di prodotti brandizzati, che, però, potrebbero costare qualche euro in più.

Quanto costa la tuta antipioggia per la moto?

Veniamo adesso ai prezzi. La scelta e, di conseguenguaza i prezzi, sono molto ampi, si va da importi davvero contenuti (inferiori ai 50 euro, per intenderci) a cifre decisamente più importanti, che possono arrivare anche oltre i 700 euro. Il prezzo medio per marche in grado di offrirvi una tuta antipioggia affidabile e in grado di proteggervi dagli eventi atmosferici, si aggira attorno ai 160-200 euro. Naturalmente, è il prezzo ad incidere sul prezzo finale.

Avvertenze prima dell’acquisto della tuta antipioggia della moto

Veniamo ora alla scelta. Primo elemento da considerare: tuta intera o due pezzi? Il consiglio è di acquistare una tuta in due pezzi. Il motivo è che è più facile e veloce da indossare in caso di pioggia improvvisa e, quindi, garantisce una migliore praticità.

È molto importante, inoltre, provare la tuta con il vostro abbigliamento da moto abituale, solo così, infatti, potrete verificare due fattori determinanti. Il primo è ovviamente la taglia: la tuta, una volta indossata, deve infatti consentire la possibilità di muoversi in modo confortevole. Il secondo riguarda la vestibilità, ovvero la semplicità nell’indossarla. Pensateci bene prima di acquistare, ad esempio, i pantaloni con la retina interna: questa potrebbe costituire un ostacolo al momento di indossarla e deteriorarsi rapidamente. Verificate anche che le gambe dei pantaloni siano larghe a sufficienza per consentire un accesso comodo e che non si aggancino alle calzature. Una volta indossati, poi, i pantaloni devono poter essere fermati con meccanismi semplici e resistenti.

Il materiale di cui è costituita la tuta è importantissimo. Le tute antipioggia sono impermeabili, quindi di per sè non hanno problemi tecnici a resistere alla pioggia, anche cuciture e cerniere sono a prova d’acqua. La zona dei polsi e del collo potrebbero presentare un problema: l’acqua si può infiltrare scorrendo sul casco o sui guanti.

A meno che non vi rivolgiate a prodotti con livelli di prezzo alti, è difficile che possiate trovare tute antipioggia traspiranti. Alcuni prodotti sono comunque realizzati con materiali leggeri che hanno una maggiore “traspirabilità”. È molto difficile in ogni caso evitare il fastidioso “effetto condensa“.

L’ultimo consiglio, infine, è valutare il colore di cui si deciderà di aquistare la tuta. Le tute antipioggia, infatti, si usano in condizioni metereologiche difficili durante le quali bisogna essere ben visibili. Proprio per questo motivo è particolarmente indicato acquistare una tuta fluo, almeno per quanto riguarda la parte superiore.

Ti potrebbe interessare anche

Commenti