Le dieci migliori auto elettriche per famiglie del 2021

Funzionalità e design: un connubio che si plasma su questo segmento.

Le auto elettriche per famiglie hanno impiegato molto tempo per salire alla ribalta, ma ora sono davvero ben considerate. Ci sono più opzioni tra cui scegliere rispetto al passato, il che aiuta ad abbassare i prezzi. Inoltre, la tecnologia più intelligente delle batterie significa che si può viaggiare di più con una sola carica.

Aggiungete il fatto che i veicoli elettrici (EV) vi permettono di viaggiare in silenzio e producono zero emissioni. Man mano che l’intervallo tra le cariche di rete aumenta, e l’infrastruttura di ricarica migliora, quasi ogni mese un EV diventa un’alternativa più praticabile rispetto ai modelli alimentati a benzina o diesel.

Essendo apparsi per la prima volta circa 10 anni fa, i primi EV sul mercato erano auto con circa 80 miglia di autonomia utilizzabile e con un prezzo superiore del 50% rispetto alle loro controparti a benzina.

Oggi, in molti casi, l’autonomia reale è più che raddoppiata e quel prezzo è quasi scomparso.

Questa è una lista delle nostre dieci migliori auto elettriche per famiglie, compilata considerando fattori come l’autonomia, l’usabilità, la dinamica di guida e il rapporto qualità-prezzo. Alcuni EV sono ancora soggetti a prezzi relativamente alti rispetto alle auto con motore a combustione, ma i loro vantaggi possono essere compensati dai minori costi di gestione.

Kia e-Niro

La Kia e-Niro ridefinisce la quantità di autonomia e l’usabilità familiare che dovremmo aspettarci da un EV. Per circa 35.000 sterline, la batteria da 64 kWh dell’auto permette di percorrere comodamente 230 miglia con una singola carica. Ancora di più se si rimane fuori dall’autostrada o in città. Qualche anno fa, questo sarebbe stato il tipo di autonomia che ci si poteva aspettare da qualcosa di molto più costoso, e probabilmente con un distintivo Tesla sul muso.

Questo rapporto tra autonomia, usabilità e convenienza non è l’unica ragione per cui l’e-Niro ora incorona questa lista. Infatti, se lo fosse, anche la Hyundai Kona sarebbe al primo posto. Dove la e-Niro è in vantaggio, però, è che rimane anche un EV completamente pratico, dinamicamente ben risolto e piacevole da guidare. È più spaziosa di quasi ogni altro EV a quel prezzo, e si gestisce con un livello maggiore di sofisticazione e realizzazione rispetto a molti dei suoi rivali. Può mancare un po’ della potenza di accelerazione, ma è davvero una delle migliori auto elettriche per famiglie.

Volkswagen ID 3

Mentre Volkswagen cerca di superare le conseguenze del Dieselgate, la ID 3 è destinata a diventare la protagonista della scena come il ragazzo prodigio ecologico del marchio. Questa hatchback delle dimensioni di una Golf fa decollare anche il nuovo sub-brand ID, e mira a farlo con il tipo di sofisticazione per cui Volkswagen è giustamente famosa.

Costruito su una piattaforma completamente nuova con motore posteriore, l’ID 3 è alimentato da un motore montato posteriormente con fino a 201 CV e 229 lb ft. Due dimensioni di batteria sono attualmente disponibili, a seconda della specifica per cui si opta. Un pacchetto 58kWh presta una gamma WLTP di 261 miglia. Eccelle in termini di manovrabilità e risposta a bassa velocità e, anche se pesante per gli standard delle auto compatte, sembrerebbe colpire gli alti standard dell’azienda anche per la sofisticazione della corsa. La gestione è sorprendentemente agile, equilibrata ed efficiente.

Sebbene le prime versioni dell’auto costino quasi 40.000 sterline, i prezzi dell’ID 3 partono ora da poco meno di 30.000 sterline per un’auto con autonomia e prestazioni paragonabili a quelle delle supermini elettriche a quel prezzo. Tuttavia, con un imballaggio migliore e una manovrabilità urbana di prim’ordine.

Kia Soul EV

Il crossover compatto di Kia è tornato per una terza generazione, ma questa volta la Soul sarà offerta esclusivamente come veicolo elettrico nei mercati europei. Anche se non è particolarmente sportiva, si guida bene, si comporta bene e non fa troppo caso al suo peso di 1682 kg. Poiché fa uso dello stesso powertrain come il leggermente più grande e-Niro, promette una gamma certificata WLTP di 280 miglia quando equipaggiato con una batteria 64kWh.

Si tratta di uno degli EV compatti più costosi sul mercato, chiaramente, ma ha un fascino stilistico più alternativo rispetto all’e-Niro e dovrebbe facilmente attirare le persone che possono permettersi di spendere.

Hyundai Kona Electric

Fino a poco tempo fa, un’auto elettrica abbastanza buona da combinare una reale autonomia di 300 miglia, con un prezzo inferiore alle 30.000 sterline, sembrava terribilmente lontana. Tuttavia, la Hyundai Kona Electric l’ha resa una realtà un paio di anni fa: un bel colpo per il suo ambizioso produttore coreano.

Esercitando quello che deve essere un considerevole vantaggio competitivo sul potere d’acquisto della batteria, Hyundai ha assicurato a quest’auto un vantaggio considerevole nell’immagazzinamento elettrico a bordo. Ha abbastanza capacità per più di 250 miglia di autonomia alle tipiche velocità autostradali, e più di 300 in città. Questa vettura, inoltre, viene confezionata con prestazioni accelerative molto più forti rispetto ai suoi rivali più vicini.

Il fatto che l’interno dell’auto sia un po’ scadente e restrittivo non la rende all’altezza di un’utilitaria familiare a grandezza naturale. Per quanto riguarda la praticità, purtroppo, è un po’ una delusione. Inoltre, c’è una certa frustrazione nella corsa e nella maneggevolezza dell’automobile, che entrambi sono un po’compromessi dal relativo peso e dai pneumatici a basso attrito.

Tuttavia, se volete una gamma completa per un piccolo esborso, potrebbe essere tra le auto elettriche per famiglie da considerare.

Volkswagen ID 4

La ID 4 è la seconda Volkswagen ad essere lanciata sulla piattaforma MEB del gruppo, dopo la ID 3. Si tratta di un’auto più grande e più costosa del modello precedente, ma che avrà comunque un ruolo cruciale nell’aiutare VW a diventare dominante nel mercato degli EV. Il mondo è, dopotutto, pazzo per i SUV, e Volkswagen sostiene che l’imballaggio dell’ID 4 permette di offrire i livelli di praticità del Touareg in un pacchetto delle dimensioni di un Tiguan. Sembra una combinazione vincente.

In pratica, funziona anche abbastanza bene. C’è un sacco di spazio davanti, e il suo bagagliaio da 531 litri è più grande di quello di una Tiguan. L’unico piccolo inconveniente è che il posizionamento della batteria sacrifica leggermente la seduta, limitando lo spazio per la testa.

Parlando della batteria, due dimensioni saranno disponibili e corrispondono alla potenza del motore elettrico montato posteriormente. I modelli 146bhp e 168bhp vengono con un’unità 52kWh, mentre il modello 201bhp che abbiamo guidato ha una batteria 77kWh che è buona per una gamma WLTP di 324 miglia. Un modello performante GTX a due motori e quattro ruote motrici si unirà alla line-up a partire da aprile 2021.

Le prestazioni sono utilmente vivaci fino a circa 50 miglia all’ora, e l’ID 4 è eccezionalmente raffinato. È agile anche alle basse velocità, e si guida in modo sofisticato e ben controllato.

Nissan Leaf

La capacità della batteria è stata aumentata in modo che, in versione standard, la Nissan ha una gamma certificata WLTP di 168 miglia. Ha anche significativamente più potenza e coppia rispetto al suo predecessore diretto. Ha una buona maneggevolezza ed è piacevole da guidare quotidianamente. Il suo interno, però, sembra piuttosto datato.

Si tratta sicuramente di una delle auto elettriche per famiglie a cui dare una chance.

MG 5 SW EV

C’è davvero molto da apprezzare sulla 5 SW EV, il secondo veicolo elettrico del marchio di proprietà cinese. Per cominciare, ha un prezzo molto competitivo. Il modello entry-level Excite parte da 24.495 sterline, mentre il range-topper è di 26.995 sterline. Nel frattempo, ha un bagagliaio di 464 litri e abbastanza spazio per ospitare la famiglia. La sua batteria 52.5kWh garantisce una gamma certificata WLTP di 214 miglia.

Si guida comodamente e tiene il passo con i suoi rivali chiave. Naturalmente, il suo interno non è particolarmente appariscente e la qualità costruttiva sembra essere solo di uno standard relativamente medio. Tuttavia funziona abbastanza bene tra le auto elettriche per famiglie, dato che è accessibile e funzionale senza fronzoli.

auto elettriche per famiglie MG 5 SW ev

Volvo XC40 Recharge P8

Anche se la XC40 è ormai una forma familiare, questa versione P8 è, infatti, il primo veicolo di produzione completamente elettrico della Volvo. Sotto quell’esterno riconoscibile si trova lo stesso tipo di hardware che si trova nella Polestar 2 rilasciata di recente. C’è un pacco batterie da 78 kWh per prestare una gamma di 260 miglia WLTP, mentre i motori elettrici su entrambi gli assi si combinano per dare una potenza di sistema di 402 CV.

La XC40 P8 raggiunge 62mph da ferma in appena 4.9sec. Detto questo, presenta un passo pronunciato in accelerazione e decelerazione, mentre le curve più veloci la mettono a dura prova (in modo efficiente).
Sebbene costi 59.985 sterline, impressiona a livello tecnico. Pensiamo solo che le prossime versioni più economiche e più lente si adatteranno un po’ meglio al carattere intrinsecamente rilassato della XC40.

Citroën e-C4

In vero stile Citroën, il produttore francese ha preso lo stile della sua nuova generazione di auto elettrica in una direzione decisamente più eccentrica. Tuttavia, pensiamo che la e-C4 sia abbastanza affascinante, con cenni stilistici identificabili a Citroën importanti del passato. Sicuramente, non siamo gli unici che possono rilevare un accenno di GS sul suo profilo posteriore a tre quarti, vero?

Come il crossover compatto e-2008 della Peugeot, la e-C4 si basa sull’architettura e-CMP della PSA. Ha quindi la stessa batteria da 50 kWh, così come lo stesso motore da 134 CV che guida le ruote anteriori. Tuttavia, mentre la Peugeot ha una gamma dichiarata di 193 miglia, la Citroën è valutata per 217 miglia sul ciclo combinato WLTP.

Le prestazioni sono ok, e la guida è relativamente confortevole. Tuttavia non c’è molto per cui eccitarsi davvero, dato che lo sterzo è anche leggero e insensibile. La praticità, però, è abbastanza decente, e la cabina segue l’esempio dell’esterno adottando un approccio di sinistra al design. Con prezzi a partire da 29.180 sterline (dopo la sovvenzione governativa di 3.000 sterline), è anche più economica della sua parente Peugeot.

Peugeot e-2008

Per quanto riguarda il fascino dello stile puro, la versione elettrica della seconda generazione del crossover 2008 di Peugeot ha la maggior parte delle auto in questa lista. Che sia anche decentemente pratico e ampiamente confortevole dovrebbe aiutare a plasmare ulteriormente il suo fascino.

Come l’altrettanto bella e-208 supermini, questo modello più grande è basato sulla piattaforma modulare e-CMP del Gruppo PSA. Una batteria da 50 kWh alimenta un motore elettrico da 134 CV e conferisce al crossover francese una gamma certificata WLTP di 193 miglia.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le dieci migliori super GT del 2021

Le dieci migliori auto elettriche di lusso del 2021

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media