Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

Batterie auto: consigli per la sostituzione e manutenzione

batterie auto

Le batterie auto necessitano di regolare manutenzione e di sostituzione quando sono scariche. Ecco come fare.

Le batterie auto sono quelle cose che almeno una volta ogni tanto bisogna cambiare. Come tutte le cose, anche le batterie auto hanno una certa lunghezza di vita. A tutti prima o poi arriverà il momento in cui si entrerà in macchina e non si riuscirà ad accenderla. La soluzione più comoda è sicuramente quella di portarla dal proprio meccanico di fiducia, ma è possibile anche effettuare la sostituzione da soli.

Sostituire le batterie auto

Partiamo subito dicendo che le batterie auto non sono tutte uguali. Tra una utilitaria ed una macchina sportiva bisogna optare per due scelte diverse. Cambiare una batteria è comunque abbastanza facile, con le modalità di sostituzione che sono simili per tutte le vetture. Possono esserci dei piccoli cambiamenti tra auto ed auto, ma è sufficiente documentarsi seguendo le linee guida della casa madre o attraverso ricerche sul web. Fare molta attenzione alla tensione, rappresentata dalla lettera V, l’amperaggio, segnalato con Ah e la misura della batteria.

Inoltre è importante anche la corrente di spunto (A). Più è alta, maggiore è la garanzia che abbia una partenza veloce. Tutte informazioni che si possono trovare nel libretto di istruzioni fornito dal costruttore.

Il cambio della batteria prevede, ovviamente, la sostituzione della batteria vecchia con quella nuova. Ciò porta ad un momentaneo distacco della corrente. Per i vecchi modelli un problema di poco rilievo. Per quelle moderne invece può portare a piccole complicazioni. Le auto di ultima generazione infatti presentano numerose centraline che non dovrebbero essere lasciate senza corrente. È possibile pertanto effettuare il cambio della batteria senza che la macchina rimanga completamente senza corrente.

Gli attrezzi da utilizzare sono una chiave esagonale, una spazzola di ferro, grasso di vaselina e dei guanti. Per prima cosa, non sempre scontata, il motore deve essere assolutamente spento e la chiave disinserita.

Prima fase

La prima fase è togliere la batteria scarica. Questa si trova sempre in un punto accessibile ed in vista una volta aperto il cofano.

Ci sono delle eccezioni come per la Chrysler, che ha la batteria dentro il passaruota. Una posizione in cui non è facile operare. Per prima cosa disconnettere il polo negativo, allentando la pinza con una chiave inglese. Il polo negativo si riconosce dal segno – o dal colore nero o verde. Scollegare per primo il cavo negativo non è casuale. Deve sempre essere questo cavo ad essere scollegato per evitare dei corti circuiti. Eseguita questa operazione si può scollegare il morsetto positivo, contraddistinto dal segno + o dal colore rosso.

A questo punto togliere le viti, le sbarre o tutto ciò che blocca la batteria nella sua posizione. Alzarla sempre con molta cautela evitando che il supporto vada a contatto con i poli. Una batteria ha un peso ingente, tra i dieci e trenta chili. Fare molta attenzione quando la si alza.

Seconda fase

Si passa ora all’inserimento della nuova batteria carica. Prima però è opportuno pulire la postazione della batteria e le pinze dei terminali.

I poli devono essere puliti con una spazzola di ferro e poi unti con del grasso di vaselina. Se i poli presentano troppe corrosioni è opportuno farli cambiare dal proprio meccanico.

Quando si inserisce la nuova batteria stare molto attenti a riposizionare le viti e le pinze smontate quando è stata tolta la batteria vecchia. In questo caso bisogna stringere prima il polo positivo e poi quello negativo. Per prevenire la corrosione spruzzare del grasso al litio o alla vaselina.

In caso di presenza di antifurto, questo potrebbe scattare all’inserimento della nuova batteria. Il motivo è da ricercarsi nel fatto che l’antifurto riconosce l’azione di sostituzione come azione di furto. In questo caso inserire la chiave e girarla. Inoltre durante l’azione di cambio della batteria la chiusura centralizzata potrebbe bloccare tutte le portiere. Opportuno pertanto evitare di lasciare le chiavi all’interno dell’auto e lasciare che una portiera rimanga aperta.

Quando sostituire le batterie auto

Le batterie attuali presentano un sistema particolare che permette di controllare lo stato della batteria.

Il suo nome è “Occhio Magico“. Se l’occhio è di colore verde la batteria è carica. Se l’occhio è di colore nero, la batteria risulta scarica parzialmente. Se bianco invece significa che è completamente scarica.

Inoltre la stessa autovettura dovrebbe segnalare lo stato della batteria attraverso il pannello degli strumenti. Nel momento in cui si accende la spia gialla della batteria è il momento di effettuare un controllo che porterà ad una sostituzione.

Costi

Il costo medio di una batteria è di circa un centinaio di euro. Può variare a seconda della potenza, ma la cifra è mediamente quella. Più precisamente il costo oscilla tra 60 e 160 euro. Se si porta nelle officine autorizzate o del concessionario il prezzo può salire tra i venti e cinquanta euro che consistono nella manutenzione.

La manutenzione

Per prima cosa una volta acquistata la batteria bisognerebbe fare quello che si fa con cellulari o tablet, ovvero tenerla sotto carica lenta per una decina di ore.

Successivamente è opportuno cospargere i due poli con del grasso particolare, normalmente vaselina. Questa operazione evita il processo di solfatazione. Gli stessi poli devono essere controllati periodicamente. Da tenere sotto controllo anche il livello dell’acqua demineralizzata. Ultimamente si tratta di un’operazione che non si effettua più di tanto essendoci in commercio delle batterie senza manutenzione e sigillate.

In caso di certezza dell’inutilizzo dell’auto per circa un mese è sempre consigliato di scollegare i morsetti dai poli. Altro punto importante e sottovalutato da molti è quello di tenere pulita la batteria, il suo contenitore e gli scarichi, quando presenti.

Effettuare una buona manutenzione della batteria non richiede molto tempo. Facendo tutto con accuratezza si perdono circa una trentina di minuti. Avete letto poco sopra cosa bisogna fare. Tolta ovviamente la fase di carica lenta che fa perdere mezza giornata, ma non interessa la persona più di tanto, il resto sono operazioni abbastanza veloci. Certamente non è da dimenticare che è un lavoro in cui ci si potrebbe sporcare.

Su amazon sono disponibili numerosi articoli dedicati alla batteria dell’auto. Vi segnaliamo le migliori promozioni

© Riproduzione riservata
Leggi anche