BMW XM: il futuro modello 100% Motorsport

Sarebbe in grado di raggiungere 80 km in modalità completamente elettrica.

Le voci erano vere: ancora in forma di concept, la BMW XM (nessuna relazione con le Chevron) presenta cifre colossali. Stiamo infatti parlando di 750 CV e 1.000 Nm di coppia cumulativa da un motore V8 a cui è stato aggiunto un motore elettrico.

Questo fa eco al fisico del Golgoth, la cui faccia non sa come adattarsi alle sue narici assolutamente gigantesche, che sono evidenziate dai LED.

La capacità della batteria non è stata annunciata, ma immaginiamo che sia importante, poiché la XM sarebbe in grado di raggiungere 80 km in modalità completamente elettrica. L’interno, invece, è più classico, con il cruscotto e il bellissimo schermo curvo della iX elettrica. Ma qui, la console centrale verticale integra i comandi dell’aria condizionata che, notiamo con piacere, mantengono quelli che sembrano essere comandi fisici.

Come per il concept, i materiali sono quanto di più folle si possa avere, con pelle marrone, rame e fibra di carbonio. La parte posteriore è un salone di lusso con velluto, pelle e un tappeto spesso che odierà accogliere i bambini dopo la loro attività sportiva del mercoledì.

BMW XM dettagli

BMW XM: nuova direzione

Più che una rivoluzione assoluta, questa XM è in realtà un riflesso del mercato in cui operano i ricchi. Le supercar esistono, ma sono i SUV che vendono meglio, e BMW lo ha capito. La XM sarà prodotta negli Stati Uniti dalla fine del 2022, nella fabbrica di Spartanburg in South Carolina. Il presidente di BMW M, Franciscus van Meel, non esita ad affermare che la “XM Concept rappresenta il rinnovamento del segmento delle auto ad alte prestazioni”.

Una dichiarazione piuttosto chiara sulla direzione che prenderà la divisione sportiva di BMW. D’altronde, le voci circolavano già settimane fa.

Già ben impegnato per l’elettrificazione, come evidenziato dalla i4 M50, il marchio sembra volersi concentrare su macchine puramente commerciali piuttosto che su modelli 100% passione. Molto logico dal punto di vista del marketing, la pillola è un po’ più difficile da ingoiare se si guarda la questione attraverso il prisma del piacere e dell’impegno al volante. Quest’ultimo, infatti, è quasi sistematicamente in secondo piano a bordo delle auto a fiancata alta.

Nulla di tutto ciò sminuisce le qualità intrinseche dell’XM. Sarà senza dubbio un’auto potente, data la furia che sarà presente sotto il cofano. Probabilmente avrà anche il meglio della tecnologia elettrificata, con lo sterzo a ruota posteriore e le barre antirollio attive. Resta il fatto che celebrare il cinquantesimo anniversario di BMW Motorsport con un prodotto più “politicamente corretto” è una scommessa francamente audace. Il marchio, ormai, sembra aver fatto dello spirito ribelle e dirompente il suo cavallo di battaglia da qualche tempo.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Batterie Stellantis alimentate dal litio: tutti i dettagli

Genesis G90: una nuova generazione per la classe S coreana

Leggi anche
Contents.media