Pressione degli pneumatici: come sgonfiare le gomme della tua auto

Il valore corretto della pressione degli pneumatici si aggira fra i 2.0 e i 3.0 bar. Controllare le gomme garantirà una guida sicura e confortevole.

Quando si parla di pressione delle gomme dell’auto si fa spesso riferimento ad una pressione troppo bassa, che determina molti rischi quando si guida. Anche una pressione troppo alta è tuttavia altrettanto pericolosa, con conseguenze pericolose in termini di sicurezza:

  • scarsa aderenza su strada, soprattutto sul bagnato
  • usura accellerata della gomma
  • scarsa maneggevolezza dello sterzo
  • rischio di esplosione della gomma

Complessivamente il comfort di guida e le perfomance dell’auto dipendono almeno per la metà dallo stato delle gomme e di conseguenza è importante dedicare alla manutenzione dello pneumatico una particolare cura.

Vediamo quindi come abbassare la pressione delle gomme.

Come abbassare la pressione delle gomme

Gli strumenti necessari: il manometro

Per una corretta misurazione della pressione delle gomme è necessario avvalersi di un manometro, meglio se digitale.

Alcune raccomandazioni preliminari: la pressione va misurata a freddo o almeno dopo 15 minuti di sosta dell’auto (meglio 1 ora dopo lunghe tratte). Il momento ideale sarebbe al mattino, prima di mettersi in movimento.

Per misurare la pressione bisogna premere il tubo del manometro contro la valvola dello pneumatico: se si sente un sibilo d’aria prolungato significa che il manometro non è stato inserito correttamente e l’operazione va ripetuta, altrimenti il dato fornito sarà errato.

Compressore elettrico

Una volta terminata la fase di misurazione, è necessario procedere con l’abbassamento della pressione degli pneumatici.

Le strade che è possibile seguire sono 2:

  • rivolgersi ad gommista specializzato, che si occuperà di tutti i passaggi (ad un costo mediamente abbastanza basso).

    In alternativa, è possibile rivolgersi ad un benzinaio: dopo aver fatto rifornimento, su richiesta potrà sistemare la pressione delle gomme in maniera spesso gratuita.

  • se siete amanti del fai-da-te, allora è vivamente consigliabile acquistare un compressore pneumatico elettrico.

Un compressore pneumatico oggi è facilmente reperibile in qualsiasi negozio specializzato o negli shop online, nella sezione “Auto e Moto”.

Abbassare la pressione

Una volta che avrete tutti gli strumenti a disposizione e quindi avrete verificato la pressione delle vostre gomme con un manometro, l’ultimo passaggio è attaccare il compressore alla vavola dello pneumatico e pigiare sul tasto di accensione.

Un qualsiasi compressore elettrico vi permetterà di impostare la pressione che desiderate manipolando il display digitale con i tasti. Generalmente potrete utilizzare i tasti “+” e “-” per aumentare o abbassare il valore (impostato a vostra scelta su bar, Kpa, psi, Kg / cm 2).

Una volta che si sarà raggiunta la pressione desiderata, il compressore dovrebbe spegnersi in automatico. Questo processo non vi richiederà più di 10/15 minuti e un investimento base a partire dai 30€ per un discreto compressore pneumatico.

Per i più temerari, è possibile anche utilizzare una pompa a pedale, con tuttavia un dispendio di tempo ed energie estremamente più notevole.

Prendersi cura della pressione delle gomme

Specialmente in inverno, in cui la pressione delle gomme tende spesso a diminuire, è fortemente raccomandato controllare la pressione ogni due/tre settimane.

La pressione dello pneumatico inoltre va adattato allo stile di guida personale, anche in considerazione del fenomeno della deformazione dello stesso ad una velocità elevata. Una maggiore sicurezza in questo senso è data anche dall’equilibratura delle gomme, manutenzione che può essere fatta anche in questo caso in modo del tutto fai-da-te.

Perchè è utile farlo

Analizzando i consumi rispetto alla pressione degli pneumatici, è facile intuire che una pressione più bassa influisce sulla resistenza al rotolamento, facendo aumentare la spesa per il carburante. Questo è vero nel caso in cui la pressione sia tuttavia troppo inferiore rispetto ai valori specificati dalla casa produttrice per quel particolare tipo di gomma.

N.B. Se il carico del veicolo aumenta singificativamente, come nel caso di una vacanza (famiglia al completo e bagagli), è raccomandabile aumentare la pressione degli pneumatici.

Da sottolineare il fatto che una gomma eccessivamente gonfia o eccessivamente sgonfia incide anche sulla rumorosità della gomma sull’asfalto.

Scritto da Andrea Cruciani
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Il logo, i piloti e le moto del Tech3 KTM Factory Racing team

Ducati Diavel 1260: le caratteristiche e le curiosità

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media