Come fare il rodaggio moto: le componenti essenziali

Componenti essenziali che necessitano di rodaggio nella moto, tempi e modalità di svolgimento.

Quando si parla di rodaggio della moto si intendono una serie di parti, non solo il motore. Farlo periodicamente è essenziale per garantire delle prestazioni ottimali e di lunga durata. Leggendo il libretto della moto viene riportata anche la cadenza con cui questo va fatto, solitamente intorno ai 1000 km.

Come fare il rodaggio della moto

Il rodaggio è un periodo in cui si testano delle componenti per assicurarsi che tutto funzioni e sia correttamente inserito nel meccanismo di tutta la moto. Per questo non va fatto solo sul motore ma va colto nella sua complessità. Non è utile farlo subito dopo l’acquisto ma va fatto dopo alcuni chilometri perché solo allora si potranno evidenziare problemi e difetti.

Il rodaggio si compone di diversi passaggi che riguardano le componenti meccaniche.

Le parti da considerare come essenziali sono il motore, i freni, gli penumatici. Se si ha tempo e voglia anche altre componenti possono essere analizzate.

Rodaggio moto: le componenti essenziali

Il rodaggio moto può essere fatto tra gli 800 e i 1600 km, comunque in generale dopo i 1000 chilometri bisogna effettuare un controllo. Questi vengono considerati una sorta di periodo di prova. Non si “inizia” solo quando la moto è nuova ma anche dal momento in cui si sostituiscono delle componenti come il motore, i freni, gli pneumatici.

Freni

Per quanto riguarda i freni è bene ricordare che questi sono determinanti per la guida e la sicurezza, quindi bisogna procedere con cautela. Il rodaggio dei freni della moto va fatto sia quando si compra un mezzo nuovo che dopo aver cambiato dischi o pastiglie. Bisogna progressivamente abituare la moto alla frenata, quindi niente di brusco, solo in questo modo si possono rilevare delle anomalie.

Motore

Il rodaggio del motore è solitamente prescritto per ogni mezzo con una soglia diversa.

In generale non bisogna superare 4000 giri al minuto almeno per i primi 800 chilometri e i 6000 giri per i primi 1600 chilometri. Solo dopo si potrà valutare la potenza del motore in tutta la sua effettiva velocità.

Pneumatici

Il rodaggio degli pneumatici riguarda i primi 150 chilometri di percorrenza, in questo caso la moto deve essere utilizzata con molta attenzione perché potrebbe essere instabile e potrebbe esserci poca aderenza al fondo. Niente curve al limite, corse eccessive o virate improvvise che potrebbero causare una perdita di equilibrio. Anche in questo caso è bene far abituare gli pneumatici al tragitto.

Come fare correttamente il rodaggio moto

Ci sono alcuni step da seguire per non commettere errori: non bisogna accelerare da fermi facendo girare il motore a vuoto, non bisogna guidare in modo eccessivo nel primo utilizzo, le prime volte è utile lasciare il motore acceso qualche minuto prima di guidare, non bisogna azionare continuamente il motorino di avviamento, evitare di far surriscaldare il motore.

Scritto da Valentina Giungati
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Yamaha N Max 155, uno scooter spazioso ma compatto

KTM 890 Adventure: prezzo e caratteristiche

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media