Notizie.it logo

Come riparare sensori di parcheggio

Come riparare sensori di parcheggio



Riparare i sensori di parcheggio può ritenersi operazione piuttosto semplice oppure piuttosto complessa, a seconda della tipologia di guasto e di problema. In caso di problema “meccanico” la riparazione appare piuttosto agevole, nel caso invece di problema elettronico allora è bene rivolgersi ad un’officina specializzata, più che altro per la taratura e la regolazione del software di controllo, specie se questo è integrato con il sistema “informatico” dell’auto (integrato solitamente nell’autoradio o nel pannello touch screen).

pub

Affrontando invece la problematica meccanica, potrebbe capitare che il sensore si stacchi dal paraurti. Infatti sono fissati solitamente con un potente e specifico adesivo dall’interno del paraurti. Se si perde adesione (per un urto ad esempio), il sensore suonerà sempre perchè “legge” il paraurti stesso come ostacolo. Qui va ripreso dal basso della vettura e verificare che sia ancora attaccato al cavo. A questo punto si procura un potente collante per plastica e lo si rifissa nella sua sede. Qualora invece il sensore fosse rigato o scalfito, si può agire con un polish lucidante per togliere il graffio. Se invece ci si accorgesse che il cavo di collegamento è tranciato, allora serve l’intervento di una persona che abbia dimestichezza con l’aspetto elettrico e sappia sostituire il cavo guasto, collegando poi alla centralina di controllo quello nuovo.
Questi tre casi rappresentano le maggiori problematiche di guasto per i sensori di parcheggio.

Su amazon sono disponibili numerose promozioni dedicate ai sensori di parcheggio. Vi indichiamo di seguito i migliori prodotti

© Riproduzione riservata
Leggi anche
  • Ztl: cos’è, costi e sanzioniZtl: cos’è, costi e sanzioniLa Ztl comprende un’area urbana coincidente con il centro storico o aree architettoniche di pregio. La gestione avviene attraverso la ...