Convergenza gomme: a cosa serve

La convergenza gomme ha lo scopo di rendere uniforme l’usura dei pneumatici. Solo così si avrà una buona tenuta di strada, soprattutto in curva

La convergenza gomme è uno di quegli elementi fondamentali per avere una perfetta equilibratura dell’intero veicolo. Infatti, le ruote non sono perfettamente parallele tra loro, ma presentano una differenza di inclinazione angolare minima (non percepibile a occhio nudo).

La convergenza gomme quindi, compensa questa differenza. Inoltre permette di bilanciare le deformazioni causate dalle continue sollecitazioni subite. In particolare nelle situazioni di frenata, in accelerazione e in curva.

Ci possono essere tre tipi di convergenza gomme: positiva, negativa e neutra. Nel primo caso si prolungano gli assi delle singole gomme e si incontrano davanti all’automobile. Nella convergenza negativa, gli assi (sempre con prolungamento) si incontrano dietro all’automobile. In caso di convergenza neutra, gli assi delle ruote sono paralleli tra loro.

Usura equilibrata dei pneumatici

La convergenza gomme aiuta ad avere una perfetta equilibratura del consumo del pneumatico. Quindi evita deformazioni e di conseguenza, una notevole diminuzione delle prestazioni. In più, previene il fenomeno dell’aquaplaning ed impedisce la foratura della gomma.

Altri problemi che potrebbero scaturire da un’usura eccessiva:

  • cattiva tenuta di strada;
  • diminuzione della resa chilometrica;
  • peggior comfort di guida;
  • aumento di rischi di incidente.

Il danneggiamento delle gomme dipende naturalmente da diversi fattori.

Ad esempio la qualità degli pneumatici e le condizioni delle strade percorse abitualmente. Anche una guida con frequenti accelerazioni e brusche frenate, velocità elevata, causano un deterioramento accelerato degli pneumatici.

Talvolta, se si urta contro un marciapiede durante la manovra di parcheggio o se si sale sopra, si possono causare danni alle gomme.

Invece, in caso di usura anomala limitata a certe aree dello pneumatico, osservate di quale tipo si tratta poiché in questo modo potrete risalire alle eventuali cause.

Tra le principali: pressione eccessiva o insufficiente, la sospensione difettosa e il mancato allineamento della convergenza.

I tipi di usura anomala del pneumatico possono essere:

  • Usura al centro

In genere è dovuta a una pressione eccessiva di gonfiaggio;

  • Usura a chiazze

Può essere causata dalle cattive condizione degli ammortizzatori o da un problema di equilibratura delle ruote. Di solito è osservabile nelle ruote posteriori;

  • Usura asimmetrica

Problema che colpisce un solo pneumatico o entrambi. Può essere causata da un cattivo gonfiaggio;

  • Usura sulle spalle

Causata da una pressione di gonfiaggio insufficiente, riduce la durata della gomma e aumenta il consumo del carburante.

Evitare sanzioni

La convergenza gomme aiuta anche a evitare possibili sanzioni. Infatti, il Codice della Strada prevede che gli pneumatici montati su tutti i veicoli, siano in perfetta efficienza. In caso contrario è prevista una multa che va da 80 a 318 euro. In più è possbile che ci sia il sequestro del veicolo e la rimozione delle gomme non omologate.

Per evitare tutto questo, bisogna controllare gli intagli del battistrada (profondità 1,60 mm, larghezza che deve coprire ¾ della gomma stessa) e il suo livello. Quest’ultima operazione può essere realizzata con un calibro di profondità.

In assenza di questo strumento è possibile usare un metodo artigianale. Infilate nel battistrada una moneta da 2 euro e, se la gomma supera il livello della corona argentata significa che è profonda più dei fatidici 1,6 mm.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Accessori auto per smartphone: quali scegliere

Parcheggio: le città piu care

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media