Edag Light Cocoon Salone di Ginevra 2015

In occasione dell’ultimo Motor Show di Ginevra, la EDAG ha svelato il concetto radicale Genesis, il quale si associa ad una struttura scheletrica. Per l’evento Svizzero del 2015, EDAG cercherà di nuovo di illuminare il futuro dell’auto.

Il concetto della EDAG Light Cocoon si unisce alla pelle impermeabile tesa su una struttura scheletrica stampata in 3D, e il tutto è di colore nero in modo da far sembrare l’auto un qualcosa proveniente da Avatar. Il design è ispirato alla struttura di una foglia ed è stato creato con l’enfasi sulla sostenibilità. Il materiale con cui è fabbricata l’auto proviene dal fornitore Jack Wolfskin ed è molto leggero. Secondo l’EDAG, pesa infatti quattro volte meno delle fotocopiatrici standard.

La struttura del brand stampata in 3D è stata ideata per fornire la forza necessaria con il minor numero di materiale necessario. Da quando la stampa 3D funziona aggiungendo materiale invece di toglierlo dove c’è vuoto, così come fanno le macchine comunemente usate, è possibile per i designer controllare l’uso del materiale stesso. Combinando con il tessuto in pelle si permette all’auto di essere più leggera – e quindi più efficiente – rispetto ad un’auto fatta con i metodi standard.

La stampa 3D ha ricevuto maggiori attenzioni dai produttori di auto, e la Light Cocoon non è la prima produzione in tessuto. La BMW Gina Light Visionary concept ha rivelato nel 2008 l’uso di una carrozzeria in poliuretano-spandex tesa su un telaio in filo di alluminio.

La BMW non è mai stata pensata per la vendita, e lo stesso vale per la Light Cocoon. Come l’idea precedente di EDAG, il suo proposito è semplicemente quello di mostrare cosa è possibile fare usando materiali e metodi di costruzioni diversi.

A quanto pare, Il Motor Show di Ginevra del 2015 potrebbe esserci solo dopo Marzo ma sta già producendo molti rumor.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come resettare la spia del motore in avaria

Come cambiare pastiglie freni Mercedes

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media