Formula 1, la classifica finale del GP di Miami: trionfa Max Verstappen

Non succedeva da 63 anni. La Formula 1 ritorna a Miami in un tracciato nuovo e inedito. Ecco chi ha vinto.

A Miami è arrivata la resa dei conti finali di quello che è stato un weekend intenso e senza esclusione di colpi. Molte sono state le sorprese, ma anche le conferme soprattutto durante le qualifiche che hanno decretato una prima fila interamente colorata di rosso.

Max Verstappen alla fine ha corso più veloce e la vittoria è stata tutta sua. Il campionato di Formula 1 è quanto mai aperto. 

La classifica finale della gara

Di seguito vediamo la classifica dei piloti in ordine di arrivo: 

  1. Verstappen (Red Bull) 
  2. ​Leclerc (Ferrari) a 3″7
  3. Sainz (Ferrari) a 8″2
  4. Perez (Red Bull) a 10″6
  5. Russell (Mercedes) a 18″5
  6. Hamilton (Mercedes) a 21″3
  7. Bottas (Alfa Romeo) a 25″
  8. Ocon (Alpine) a 28″3
  9. Alonso (Alpine) a 32″1
  10. Albon (Williams) a 32″3
  11. Ricciardo (McLaren) a 35″9
  12. Stroll (Aston Martin) a 37″
  13. Tsunoda (AlphaTauri) a 40″1
  14. Latifi (Williams) a 49″9
  15. Schumacher (Haas) a 1’13″3 

Questi i piloti ritirati 

  1. Magnussen (Haas)
  2. Vettel (Aston Martin)
  3. Gasly (AlphaTauri)
  4. Norris (McLaren)
  5. Zhou (Alfa Romeo)

Una corsa senza esclusione di colpi 

La gara si è aperta fin dai primi giri con un testa a testa tra i due leader del mondiale Charles Leclerc e Max Verstappen. Il pilota della Red Bull ha superato senza troppe difficoltà Carlos Sainz. Non c’è poi voluto molto prima che anche l’altro ferrarista venisse “scavalcato”. Intorno al 42esimo episodio è avvenuto un episodio che ha rischiato di mettere in discussione tutto. A seguito di un contatto tra Gasly e Norris è intervenuta la Safety Car.

Purtroppo però non c’è stato nulla da fare. Max Verstappen non ha smesso di spingere l’acceleratore. Il quinto GP del mondiale è suo. 

Formula 1 GP Miami, alcune curiosità sul circuito 

C’è molto da dire su questo Gran Premio a partire dal circuito. Il Miami international Autodrome è situato accanto alla casa dei Miami Dolphins, celebre casa della nota squadra che milita nella NFL. Si tratta di fatto di un tracciato cittadino della lunghezza di 5.410 metri costituito da 19 curve e tre rettilinei.

Particolarmente apprezzato da chi lo ha provato al simulatore il fatto che sia molto largo e privo di curve cieche. 

Prima fila tutta Ferrari

Particolarmente combattute sono state le qualifiche con la Ferrari che ha regalato emozioni ai suoi tifosi con una meravigliosa prima fila che si è colorata interamente di rosso. Non accadeva addirittura dal 2004 che la Ferrari non centrasse la doppietta in prima fila nei primi cinque GP stagionali. Max Verstappen parte in seconda fila pago di un errore nell’ultimo giro che ha decretato la griglia di partenza. Tra le ottime prestazioni si segnala quella di Bottas. Tra i grandi assenti nella top 10 George Russell che nelle prove libere aveva realizzato il miglior tempo. 

Chi sono i favoriti 

Chi è stato invece il favorito della corsa? A parlare è Juan Pablo Montoya che a Vegas Insider ha affermato che in caso di pioggia Max Verstappen potrebbe essere il miglior candidato a vincere la corsa. In caso contrario avrebbe scommesso sulla Ferrari. 

Scritto da Daniele Orlandi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contents.media