Freni Tesla in ceramica al prezzo di una Dacia Spring

Una resistenza al calore e all'usura molto più alta di un sistema convenzionale.

Per soddisfare gli appassionati di corse del fine settimana, i freni Tesla in ceramica possono conquistare gli appassionati della Model S Plaid. Quest’ultima accelera forte, molto forte. E quello che può fare in linea retta, può farlo anche sulle piste più tortuose, come ha già dimostrato sulle piste di Laguna Seca o durante una (quasi) brillante apparizione sul Nürburgring.

Il kit, che sarà disponibile a metà del 2022 presso il negozio americano del marchio, consiste in due coppie di dischi in carbonio da 410 mm, pinze a 6 e 4 pistoni, pastiglie performanti e un liquido freni adatto. Si noti che è compatibile solo con cerchi da 21″ Arachnid.

Freni Tesla in ceramica: il prezzo della performance

Grazie alle sue proprietà, il sistema carbonio-ceramica ha una resistenza al calore e all’usura molto più alta di un sistema convenzionale, con un peso molto inferiore.

Questi vantaggi sono importanti quando una berlina che pesa più di due tonnellate arriva su una curva. Tuttavia, dovrete usarlo molto intensamente in pista per trarne beneficio (la sua efficienza su strada è limitata), e soprattutto per rendere redditizio il prezzo d’acquisto.

Freni Tesla in ceramica dettagli

Perché se la maggior parte dei dispositivi in carbonio-ceramica sono costosi, il dispositivo di Tesla è esagerato: il marchio dichiara 20.000 dollari, o quasi 17.800 euro, equivalente al prezzo di una Dacia Spring esclusi i bonus. Questo è un prezzo caro da pagare, quando il rinomato sistema PCCB di Porsche è offerto per 9.840 euro sulla Porsche Taycan (esclusa la Turbo S, che è equipaggiata di serie).

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

EICMA 2021 chiude in positivo con 342.644 presenze

Renault porta la 4L elettrica al livello successivo

Leggi anche
Contents.media