Johann Zarco: biografia e carriera del pilota francese

Johann Zarco, tutte le informazioni di maggior interesse riguardanti il pilota transalpino che nel 2019 ha corso per KTM e Honda LCR.

Johann Zarco chi è il talento francese che corre in MotoGP vediamo inoltre come si è evoluta la sua carriera sino all’arrivo nella classe regina. Il transalpino è uno dei talenti più interessanti nel panorama del motociclismo. Ha vinto molto nelle classi minori ma quando è arrivato il momento di fare il grande salto non è riuscito ad essere all’altezza dei migliori perché dotato di mezzi poco competitivi.

Sicuramente vorrà riuscire ad avere un mezzo competitivo per dimostrare il proprio talento.

Johann Zarco: chi è e carriera

Johann Zarco nasce a Cannes il 16 luglio 1990. Non è possibile sapere come abbia iniziato a correre in motocicletta. Il primo dato inerente alla sua carriera riguarda la vittoria della Red Bull Rookies Cup nel 2007 a 17 anni.

L’esordio nel Motomondiale avviene nel 2009 nella classe 125 con il Team WTR San Marino, il risultato a fine stagione sarà un 20° posto con 32,5 punti.

Nel 2010 prosegue con lo stesso team ed arriva 11° conquistando 77 punti iridati. L’anno seguente cambia squadra ed ottiene la prima vittoria nel Motomondiale al GP del Giappone, 5 secondi posti, quattro terzi posti e quattro pole positions. Finirà al secondo posto con 262 punti.

Nel 2012 passa in Moto2. La prima stagione la chiude al 10° posto con 95 punti. Il 2013 lo vede passare al team CameIodaRacing a bordo di una Suter ed arriva a fine stagione al nono posto con 141 punti.

Advertisements

La stagione seguente passa al team AirAsia Caterham e chiude la stagione al sesto posto con 146 punti.

Il 2015 lo vede passare al team Ajo. Vince 8 gare (Argentina, Catalogna, Olanda, Repubblica Ceca, Gran Bretagna, San Marino, Giappone e Malesia), ottiene cinque secondi posti (Americhe, Spagna, Italia, Germania e Indianapolis) e sette pole position (Argentina, Catalogna, Olanda, Germania, Repubblica Ceca, San Marino e Giappone). A causa del forfait di Rabat prima del Gp del Giappone è matematicamente campione del mondo Moto2.

Nel 2016 non cambia squadra e non perde neanche il feeling con la vittoria, ne ottiene 7 (Argentina, Italia, Catalogna, Germania, Austria, Malesia e Comunità Valenciana), due secondi posti (Olanda e Giappone), e un terzo posto (Gran Premio delle Americhe) oltre a 7 pole positions. In Malesia è campione del mondo di categoria per la seconda volta consecutiva con 276 punti totali.

L’esordio in MotoGP avviene nel 2017 con il team Yamaha Tech3, a fine stagione è sesto assoluto con 174 punti iridati.

Il 2018 lo vede ancora nella stessa squadra, e chiude il campionato sempre al sesto posto con 158 punti.

Per il 2019 firma un contratto con KTM ma il 12 agosto dichiara di voler interrompere il rapporto con la casa austriaca pur continuando sino a fine stagione. KTM priva il francese in anticipo della moto sostituendolo con il finlandese Mika Kallio. A partire dal GP d’Australia sostituisce Takaaki Nakagami al team LCR .

In totale conquista 30 punti al termine del campionato.

Scritto da Filippo Imundi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Joan Mir: chi è il pilota del team Suzuki Ecstar

Bradley Smith, chi è il pilota britannico del team Aprilia

Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.