MV Agusta Dragster 800: le caratteristiche tecniche della due ruote

La leggendaria hyper-naked italiana passa all'allestimento 2021: come è cambiata l'MV Agusta Dragster 800.

Il passaggio alla motorizzazione Euro5 sta piano piano colpendo tutto il mondo delle due ruote, e le case motoristiche stanno adeguandosi di conseguenza: anche nel nostro Belpaese non si fanno eccezioni, e dopo la Brutale, MV Augusta ha da poco presentato la sua Dragster 800 in versione 2021.

Come è cambiata la leggendaria hyper-naked italiana dopo l’adeguamento alle leggi europee anti-inquinamento? Andiamo a scoprirlo!

MV Agusta Dragster 800: 3 cilindri da urlo

il motore da 798cc, 3 clindri ed albero contro-rotante non ha perso nulla in termini di prestazioni: restano invariati i 110cv ad 11.500rpm e la coppia massima di 83nm a 7.600rpm.

Quello preso in esame è il modello base, la MV Agusta Dragster 800 Rosso, la quale, motoristicamente parlando, offre già delle prestazioni difficilmente scaricabili su strada, almeno in termini di velocità massima.

Per quanto riguarda la coppia, invece, questa hyper-naked italiana risulta sempre pronta nel rispondere alle esigenze del guidatore: ai regimi medio-bassi, in città, la propulsione risulta morbida ed equilibrata, quando si va su di giri, nel misto stretto e sui rettilinei, il motore esplode di coppia già intorno ai 7.000rpm, con un’elettronica top di gamma a controllarlo.

Parlando proprio del pacchetto elettronico, quest’ultimo comprende tutto il necessario per controllare la potenza della MV Agusta Dragster 800: ABS, Ride by Wire, Traction Control e mappe motore adattabili al proprio stile di guida.

Un serbatoio capiente (16,5L), deve fare i conti con dei consumi non particolarmente esigui.

La ciclistica

Come già detto, la potenza della MV Agusta Dragster 800 difficilmente riesce ad essere scaricata sull’asfalto cittadino, dovendo rispettare le norme di sicurezza. Tuttavia, la ciclistica della moto questo non lo sa, fornendoci comunque delle caratteristiche di altissimo livello.

Il pacchetto di sospensioni prevede una forcella Marzocchi da 43mm, oleodinamica a steli rovesciati con sistema di regolazione esterno e separato del freno in estensione, in compressione e del precarico molla all’anteriore, mentre al posteriore ritroviamo un monoammortizzatore progressivo Sachs regolabile in estensione, in compressione e nel precarico molla.

125mm e 124mm l’escursione.

Impianto frenante top di gamma con il doppio disco da 320mm all’anteriore ed un disco singolo da 220mm al posteriore.

Stupisce, in ultimo, la gommatura della MV Agusta Dragster 800: entrambi i cerchi sono da 17′, ma mentre lo pneumatico anteriore è da 120/70, quello posteriore è un mostruoso 200/50.

Con queste dimensioni, l’agilità proposta dalla MV Agusta Dragster 800 è un vero è proprio miracolo ingegneristico!

MV Agusta Dragster 800: prezzo e modelli

inutile girarci attorno, un allestimento come quello della MV Agusta Dragster 800 si fa pagare: 14.900€ il prezzo di listino, almeno per il modello base. E E’ infatti disponibile, al costo di 19.500€, il modello RR, il quale vanta ben 30cv in più con un leggerissimo aumento della coppia massima.

La MV Agusta Dragster 800 non è certo una entry-level, ed ogni acquirente sa bene di star comprando un concentrato di ultra-tecnologia motoristica.

LEGGI ANCHE >>> MV Augusta Superveloce 2021: caratteristiche tecniche

Scritto da Andrea Palumbo
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Vespa Sprint 150 S: una linea giovane e sportiva

Patente C e CQC: costi per conseguirle e quali mezzi si possono guidare

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media