Nuova Mégane elettrica: come scegliere il caricatore giusto

Quattro caricatori, due cavi e tre finiture: ecco tutte le opzioni da valutare attentamente...

La nuova Mégane elettrica, grazie alle sue caratteristiche interessanti, non avrà difficoltà a trovare il suo posto nel mercato europeo. Tuttavia, la sua autonomia non spaventerà i suoi concorrenti, soprattutto i coreani. Con un prezzo di partenza fissato a 35.200 € escluso il bonus CO2, che raggiunge i 6.000 € tranne che per la versione più costosa, si potrebbe anche essere tentati di dire che non è così costosa.

Tuttavia, non si può ignorare il superbo puzzle che Renault ha ideato per ricaricare la sua auto compatta. Quattro caricatori, due cavi e tre finiture che possono ricevere tutti questi diversi pezzi…

Il cavo per la presa domestica è opzionale

Innanzitutto, Renault fornisce con la Mégane un cavo di ricarica di tipo 2 sia per l’infrastruttura che per il veicolo. Questo link funziona per una Wallbox che ovviamente non è fornita con l’auto, a meno che non si opti per un servizio aggiuntivo e un’installazione a pagamento.

Altrimenti, per collegarsi a una presa convenzionale da 220V, bisogna optare per un altro cavo, che è opzionale a 300 euro.

Due caricatori con la nuova Mégane elettrica

Per la piccola batteria da 40 kWh, disponibile solo con un motore da 130 CV, Renault fornisce la “Standard Charge”, che permette di caricare in corrente alternata (AC) fino a 7 kW (monofase). L’allacciamento alle stazioni di ricarica pubbliche è quindi possibile, ma non potrete attingere agli 11, 22 o anche 43 kW che a volte offrono.

Nel migliore dei casi, ci vorranno 6 ore per ricaricare l’auto.
Più tardi quest’anno, la Mégane EV40 avrà un altro caricatore, chiamato “Boost Charge”, che tollererà una ricarica rapida in corrente continua (DC) fino a 85 kW.

Questo significa che sarà installata una presa CCS Combo, per connettersi ai supercharger Ionity, per esempio. Ciò ridurrà il tempo di ricarica: circa 4 ore su una Wallbox a casa, 2 ore su una stazione di ricarica pubblica da 22 kW e mezz’ora per una carica completa su una stazione da 85 kW.

Mégane elettrica scegliere caricatore

Due caricatori con la Mégane E-Tech EV60

Per ricaricare la sua “grande” batteria da 60 kWh, la Mégane è disponibile in versione “Super Charge”. Come suggerisce il nome, può tollerare una maggiore potenza di carica grazie, ancora una volta, all’installazione di un connettore Combo CCS. Ma il guadagno è particolarmente evidente in corrente continua, che sale a 130 kW! In corrente alternata, questa “Super Charge” non tollera più di 7 kW (monofase).
Per beneficiare delle migliori condizioni di ricarica ovunque vi troviate, dovreste optare per la versione “Optimum Charge”, che accetta sia la corrente AC fino a 22 kW che la corrente DC fino a 130 kW.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contents.media