I segreti del progetto Tesla Glass finalmente rivelati

Un progetto all'insegna del comfort e della sicurezza.

Il produttore americano ha pubblicato un video in cui spiega le diverse tecnologie legate al progetto Tesla Glass. Descrive, inoltre, gli effetti benefici sull’acustica e la sicurezza dei suoi veicoli. Mike Pilliod è un ingegnere dei materiali alla Tesla. Nel 2016, l’azienda di Elon Musk lo ha reclutato dalla stessa posizione alla Apple.

Gli fu subito affidata la responsabilità del progetto Tesla Glass, che all’epoca era misterioso.

A lungo tenuto segreto, quest’ultimo è stato finalmente rivelato con la pubblicazione di un video esplicativo. Mostra Mike Pilliod davanti allo schermo, spiegando come Tesla ha lavorato sui suoi prototipi per migliorare tutti gli aspetti del vetro utilizzato sui veicoli del marchio. Secondo Pilliod, il principale vantaggio di queste tecnologie è il comfort acustico che offrono.

“Una delle cose più belle che abbiamo fatto è incorporare un vetro laminato acustico su ogni veicolo del marchio”, dice l’ingegnere. La tecnologia consiste in due strati di vetro separati da uno strato di pellicola fonoassorbente. Abbiamo anche cattive notizie, però, in quanto la nuova Tesla Roadster è stata nuovamente rimandata al 2023.

Tesla Glass: la chiave del comfort, ma anche della sicurezza

Il comfort e la calma dell’interno di un’auto non sono l’unico obiettivo del vetro sviluppato da Tesla.

La sicurezza è ovviamente un fattore chiave nello sviluppo del vetro. Nei modelli di Tesla, occupano un’area relativamente grande. Non volete aspettare la finalizzazione del progetto e volete provare qualche trucco per aumentare l’intimità nell’abitacolo? Esistono dei modi per oscurare i vetri tramite una pellicola specifica.

tesla glass dettagli

“Facciamo cose come test di ribaltamento, test di schiacciamento e poi passiamo all’aspetto termico”, dice Pilliod. La sicurezza degli occupanti comporta anche l’assorbimento dei raggi di luce. Sono state quindi aggiunte alle finestre delle pellicole di plastica per filtrare il passaggio dei raggi UV. “L’idea è di limitare il passaggio dei raggi UV senza ridurre troppo la luminosità. Il tetto stesso assorbe il 99% dei raggi UV nell’auto”, dice l’ingegnere di Tesla.

Il parabrezza ospita anche le tre telecamere utilizzate per il pilota automatico. Come sottolinea Mike Pilliod, il parabrezza “funge da lente” per le telecamere. Infatti, è testato sulla distorsione per garantire che sia perfetto in tutte le condizioni.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Questo camper elettrico a energia solare può percorrere 730 km al giorno

Tesla Model Y Plug-in Hybrid: la conversione di un ingegnere austriaco

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media