Renault Austral: interni, dimensioni e scheda tecnica

Quali sono le caratteristiche della Renault Austral

Con la nuova Austral, la Renault rinnova totalmente la sua offerta nel segmento delle Suv, vero elemento di spicco del mercato europeo. L’erede della Kadjar è diversa sotto tutti i punti di vista dal modello che sostituisce ed è frutto della stessa filosofia che ha portato alla produzione di modelli di rottura come la Arkana e la Mégane E-Tech.

La nuova sport utility porta al debutto tecnologie e soluzioni inedite per il marchio e sarà ordinabile dalla metà dell’anno, con le prime consegne previste in autunno e prezzi, ancora stimati, che dovrebbero partire da circa 30 mila euro.

Quali sono le caratteristiche della Renault Austral?

Più grande e più spaziosa, la Austral è la prima Renault a utilizzare la piattaforma modulare Cmf-Cd, che ha permesso di migliorare spazio, sicurezza ed efficienza e apre la strada a una gamma di propulsori elettrificati.

Rispetto alla Kadjar, la C-Suv è cresciuta in tutte le dimensioni e introduce un design più aggressivo e geometrico: è lunga 4,51 metri e ha un passo di 2,67 metri e i cerchi fino a 20′.

Il bagagliaio ha una capacità variabile da 430 a 555 litri in base alla motorizzazione, inoltre il divano posteriore scorre di 16 centimetri ed è regolabile su tre inclinazioni per offrire maggiore confort ai passeggeri.

I sottili gruppi ottici a Led a sviluppo orizzontale, così come il mix tra cromature e superfici nero lucido, sono invece elementi che strizzano l’occhio al mondo delle premium. Non manca il logo Renault di nuova generazione introdotto di recente. Perfino le tinte esterne presentano novità, visto che alle tinte standard e bicolore si uniscono anche le varianti opache.

Caratteristiche interni e motorizzazione Renault Austral

Gli interni si sviluppano intorno all’OpenR, ovvero la struttura digitale già introdotta con la Megane E-Tech.

Gli schermi presentano superfici con bordi di alluminio e misurano 12,3′ per la strumentazione orizzontale, e 12′ per l’infotainment a orientamento verticale.

A questi si aggiunge l’head-up display con diagonale di 9,3′. Il volante, di forma quasi rettangolare, offre una visuale ottimale sui display, mentre il cambio automatico è gestito dal comando digitale E-Shifter, che libera spazio nella console centrale.

I clienti potranno scegliere la Austral in cinque versioni benzina ibride. Alla base della gamma troviamo le mild hybrid con sistema a 12 Volt da 140 e 160 CV, e quella con tecnologia a 48 Volt da 160 e 130 CV, affiancate dalle Full Hybrid E-Tech da 160 e 200 CV.

L’Austral mild hybrid a 48 Volt, adotta il tre cilindri 1.2 turbo da 130 CV con cambio manuale e dichiara una media di 5,3 l/100 km e 123 g/km.

Le mild hybrid 12 Volt utilizzano invece il motore quattro cilindri 1.3 turbo, sviluppato in collaborazione con Daimler e abbinato al cambio manuale o all’automatico X Tronic con livelli di potenza di 140 e 160 CV: il consumo medio, in questo caso, è di 6,2 l/100 km con 136 g/km di CO2.

La variante E-Tech full hybrid infine utilizza il tre cilindri di 1.2 litri abbinato a un motore elettrico da 68 CV e alla batteria da 1,7 kWh. Il cambio automatico vanta cinque marce dedicate alla propulsione endotermica e due per quella elettrica. La Casa dichiara una media Wltp di 4,3 l/100 km e 105 g/km di CO2.

Leggi anche:

Scritto da Michele Zacchia
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contents.media