Rimac avvia finalmente la produzione della Nevera

Dopo anni di sviluppo, Rimac ha finalmente avviato la produzione della sua hypercar elettrica.

Finalmente, la produzione della Rimac Nevera è iniziata. Ecco tutto ciò sappiamo in merito…

Rimac Nevera: avviata la produzione

Un decennio fa, Rimac ha stabilito un nuovo punto di riferimento per le prestazioni elettriche con il Concept_One. Tuttavia, poi l’azienda ha diversificato le sue attività, assumendo anche il ruolo di OEM per i produttori che volevano passare all’elettrico, e il suo progetto è stato accantonato.

Ma nel 2018 Rimac ha presentato la Concept_Two, riportando il marchio all’avanguardia delle prestazioni a emissioni zero. È successo quattro anni fa, ma ci sono voluti tutti questi anni per trasformare il prototipo in un modello di produzione.

Ora è stato fatto, con un cambio di nome per il Nevera, come annunciato in un comunicato stampa del marchio.

“Dopo cinque anni di sviluppo e test, tre generazioni di propulsori, 18 prototipi, 45 crash test autentici e più di 1,6 milioni di ore collettive di ricerca, la primissima versione di produzione della Rimac Nevera è uscita dalla linea di montaggio.

D’ora in poi, la costruzione a mano del Nevera continuerà al ritmo di 50 unità all’anno, per soddisfare tutti gli ordini dei clienti in tutto il mondo.”

Questa prima Nevera, la #000, non sarà venduta: rimarrà di proprietà di Bugatti Rimac come veicolo dimostrativo. Per quelle successive, dal costo di oltre due milioni di euro, l’intero primo anno di produzione, 50 esemplari, ha già trovato acquirenti. Questa hypercar sviluppa 1.914 CV e 2.360 Nm distribuiti tra le quattro ruote ed è in grado di passare da 0 a 100 km/h in 1,97 s e da 0 a 300 km/h in 9,7 s, con una velocità massima di 412 km/h.

Rimac Nevera produzione

Deus Vayanne: la supercar che fa arrossire una Nevera

Ebbene, la Nevera non è l’unica protagonista. Tutt’altro: potrebbe avere un nuovo rivale! La relativa semplicità della tecnologia elettrica permette a molti costruttori e artigiani di dare vita ai loro sogni.

È così che molte supercar sono state create dal nulla per un breve periodo. La Deus Vayanne, mostrata al 2022 New York Auto Show, non fa eccezione alla regola, ma è circondata da partner scelti.

Tra questi c’è Italdesign, il famoso studio di design di Torino, che è responsabile del design della supercar. Nonostante il suo motore elettrico, adotta tutti i codici di una GT con un motore posteriore centrale, non senza trarre ispirazione qua e là dalla sfera chiusa di super-sport. Lo sviluppo della piattaforma meccanica è stato affidato a Williams Advanced Engineering. Per il momento, non tutti i dettagli sono stati rivelati su questa vettura sportiva che vuole ridefinire il segmento.

Tuttavia, l’azienda dice che avrà più di 2.230 CV e 2.000 Nm di coppia per raggiungere questo obiettivo. In termini di tempo, potrebbe raggiungere un tempo 0-100 km/h di 1,99 secondi e una velocità di 400 km/h. Queste cifre sono troppo fittizie per essere prese sul serio, e non dovrebbero solleticare troppo la Rimac Nevera, Pininfarina Battista o Tesla Roadster. Ma il piano di produzione c’è, poiché Deus prevede di produrre 99 unità dal 2025.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contentsads.com