Seat espande la gamma di mobilità elettrica con tre E-scooter

Seat si concentra sulla micro-mobilità.

Seat ha rivelato tre E-scooter elettrici, progettati per affrontare i problemi del trasporto urbano. Piuttosto che di veicoli a quattro ruote, si tratta di due nuovi scooter elettrici e una moto.

Chiamati Seat MÓ eScooter125, eKickScooter65 ed eKickScooter25, tutti e tre formano l’ultimo assalto del gruppo VW al settore della micro-mobilità, e andranno in produzione di serie.

Come la maggior parte dei concetti di micro-mobilità, i due scooter più piccoli si concentrano sulla condivisione, mentre la moto più grande è progettata sia per l’uso privato che condiviso.

E-scooter: future auto elettriche

Il Dipartimento dei Trasporti sta attualmente provando l’uso degli scooter su marciapiedi, piste ciclabili e strade pubbliche. Gli scooter Seat saranno in vendita se le prove avranno successo.

MÓ eKickScooter65 ed eKickScooter 25

Come ci si aspetterebbe, il 65 è il più potente dei due scooter, e dispone di un motore da 350W, una batteria da 551Wh e una velocità massima di 12mph. Ha anche un’autonomia di 40 miglia e un tempo di ricarica di 6 ore.

Il più piccolo 25 ha un motore più piccolo da 300W, una batteria da 187Wh e una velocità massima simile. L’autonomia è di sole 15 miglia, ma si ricarica in sole 3,5 ore.

Entrambi gli scooter useranno luci anteriori e posteriori, riflettori e dispongono di un freno elettronico sul davanti e un freno a tamburo sul retro. Il più grande scooter 65 dispone di modalità di guida Eco, Standard e Sport per privilegiare le prestazioni rispetto all’efficienza e viceversa.

Il 125 eKickScooter125

Il 125 è molto più grande e ha le statistiche più grandi che corrispondono alle sue dimensioni. Arriva da 0 a 30 miglia orarie in 3,6 secondi – ideale per il pendolarismo – e ha anche una velocità massima di 60 miglia orarie.

La coppia di picco è 177lb ft, e il 125 ha una gamma di 77 miglia.

La sua dimensione significa che è anche più pratico. La batteria del 125 è rimovibile, in modo da poterla caricare a casa o utilizzando una stazione di ricarica. C’è abbastanza spazio per due caschi, e una porta USB aggiunge qualche comfort in più.

Ma Seat produce automobili?

Il gruppo VW ha incaricato Seat di risolvere i problemi della micro-mobilità, e questi scooter sono precisamente rivolti al mercato urbano. Tuttavia ciò non significa che Seat non stia anche godendo dei benefici della condivisione della piattaforma del Gruppo. La Mii elettrica è già qui, e la Seat El-Born basata su ID.3 è sulla buona strada.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Patente di guida: quale serve in base ai tipi di veicolo

Ducati Panigale V4 SP: prezzo e velocità massima del gioiello Ducati

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media