Volkswagen in grave difficoltà con l’ID.3: ecco cosa sta succedendo

La carenza di semiconduttori sta avendo un profondo impatto sulle vendite dei modelli elettrici di Volkswagen e la situazione non sta migliorando.

Volkswagen è in grave difficoltà con l’ID.3. All’inizio dell’anno, ha deciso di offrire una sola configurazione per la sua compatta elettrica, con un pacco batterie da 58 kWh, un motore da 204 CV che aziona solo le ruote posteriori e un allestimento Active piuttosto ricco.

Tutto ciò con un prezzo di ben 44.680 euro, escluso il bonus di 6.000 euro per le emissioni di CO2. Come si spiega questo? È semplice: il produttore tedesco – fortemente colpito dalla carenza di materialiha deciso di razionalizzare la produzione fino a quando la situazione non migliorerà. Ma sfortunatamente ciò tarda ad arrivare. Di conseguenza, le vendite sono in caduta libera.

Volkswagen in grave difficoltà con l’ID.3: un problema generale

Se si guarda alla classifica delle auto elettriche più vendute dall’inizio del 2022, si scopre che la compatta tedesca è solo al 23° posto, rispetto al 10° posto dello stesso periodo del 2021. Peggio ancora, le immatricolazioni sono diminuite di oltre la metà (-61,4%). Ha venduto quasi 10 volte meno della Tesla Model 3 (689 unità vendute per la ID.3, 6.757 per la Californiana, il quarto modello a emissioni zero più popolare in Europa).

Un modello che è molto meno accessibile, soprattutto in questo momento.

Ma l’ID.3 non è l’unico modello interessato. L’anziana e-up! è appena dietro la sorella maggiore nella classifica generale (24°, 577 vendite da gennaio a maggio 2022) ed è più limitata in termini di danni. Per quanto riguarda la ID.4, più grande e più costosa, sono state vendute solo 372 unità e sta perdendo ancora più terreno rispetto alla ID.3, con un calo delle vendite del 62,7%.

“La guerra in Ucraina ha avuto un forte impatto sulla fornitura di cablaggi, mentre la domanda per i nostri EV è molto forte in Europa”, hanno spiegato. Tuttavia, affermano che gli affari si stanno riprendendo per la ID.4 e la ID.5, la versione coupé della ID.4 appena arrivata nelle concessionarie, entrambe disponibili in magazzino. L’ID.3, invece, non è ancora disponibile.

Volkswagen in difficoltà con ID.3 dettagli

Una situazione problematica in tutta Europa

Qualche mese fa, durante la presentazione dei risultati del 2021, Volkswagen aveva già specificato che contava su un miglioramento della situazione nella seconda metà del 2022. Aveva inoltre specificato che la Francia era uno dei Paesi preferiti dal gruppo in termini di consegna. Ma questo riguarderebbe solo i modelli piccoli, dato che la rete Volkswagen ha disponibilità per la Polo, la Taigo e la T-Cross. Tuttavia, questo non si riflette nelle vendite, dato che Polo e T-Cross sono scese rispettivamente del 28% e del 19,7% nei primi 5 mesi del 2022. La Taigo fatica a distinguersi dai suoi fratelli SUV (58° posto nella classifica generale, 30° per la T-Cross e 20° per la T-Roc).

A livello europeo, la situazione non è molto migliore. Con 10.043 unità vendute in Europa, la ID.3 viene battuta dal suo equivalente termico, la Golf, che è 5 volte più “popolare”, anche se non ha un grande successo. Pur perdendo ancora terreno, il calo è inferiore a quello dell’ID.3: -25% rispetto a -42%. Nel Vecchio Continente, il miglioramento dell’ID.4 (+6%) è evidente. E ha anche il coraggio di vendere di più: 13.753 unità, 10.043 per la compatta. Non vediamo l’ora che arrivi la seconda metà dell’anno!

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Motocicletta, due ruote di libertà

In arrivo una serie speciale dell’Alpine A110 con i colori del Tour de Corse 1975

Leggi anche
Contents.media