Notizie.it logo

10 momenti più belli del motorsport 2014

10 momenti più belli del motorsport 2014

Il 2014 è stato un grande anno per gli appassionati di gara di tutto il mondo. Nuove leggende sono nate, altre hanno ceduto il passo. La competizione è stata feroce. Perfino le batterie sono salite alle luci della ribalta con la questione accesa dei motori di Formula 1. Se avete perso parte dell’azione, ecco i 10 momenti più belli del motorsport 2014.

Ricciardo-Raikkonen-Gear-Patrol

1. Il sorpasso di Daniel Ricciardo su Kimi Raikkonen a Monza

Nella sua prima stagione alla Red Bull, Daniel Ricciardo ha battuto Vettel sia in prove libere sia in gara per tutto l’anno. Ricciardo è decisamente il pilota star del 2014, e il suo sorpasso dell’ex campione del mondo Kimi Raikkonen a Monza ha evidenziato la goduria del giovane australiano.

Marc-Marquez-Gear-Patrol

2. Tutta la stagione 2014 di Marc Marquez

Sarebbe limitante scegliere un solo momento del 21enne due volte campione di questa stagione. Ha vinto in tutte le condizioni: da dietro, in condizioni metereologiche variabili e dai pit stop. Ha sfidato i migliori piloti del mondo per vincere il suo secondo titolo nella sua seconda stagione. Ha gareggiato per il record di più vincite consecutive a 10 e infine a 13 in una sola stagione. In precedenza, suo fratello minore Alex ha vinto il campionato della meno nota Moto 3.

Porsche-Le-Mans-Gear-Patrol

3. Il ritorno della Porsche alla Le Mans divide le emozioni dei fan

Dopo una pausa di 16 anni, il team di maggior successo è tornata nel 2014 con una banda di pluripremiati, compreso il da poco ritiratosi Mark Webber. Sfidando i campioni della Volkswagen e Audi, la Porsche spera in una vincita dominante che surclassi tutti. Ma non è andata così. Anche se la Porsche ha condotto la gara in modo rispettabile, delle due 919, una è stata costretta a ritirarsi per un guasto meccanico e l’altra ha dovuto zoppicare fino all’11esimo posto. Neanche la classe GTE delle 911 ha portato risultati soddisfacenti, dietro alle rivali Ferrari e Aston Martin. Sarà da vedere come la Porsche recupererà nel 2015.

Tom-Kiristensen-Gear-Patrol

4. “Mr. Le Mans” Tom Kristensen si ritira

Con nove vittorie a Le Mans, “Mr. Le Mans” Tom Kristensen è il pilota pluridecorato della storica competizione di La Sarthe. Kristensen ha dichiarato: “Penso di essere ancora in perfetta forma fisica e mentale sia dentro che fuori la macchina.” Si è unito alla Audi nel 2000 e ha conseguito sei vittorie consecutive alla 24 Ore. Sul perché si sta
ritirando adesso ha risposto che per lui “è il momento giusto.”

Rosberg-Hamilton-Gear-Patrol

5. Hamilton contro Rosberg al Gran Premio del Bahrain 2014

Chiunque credesse che la stagione 2014 di F1 sarebbe stata noiosa a causa dei più silenziosi turbo ibridi è stato messo a tacere al Gran Premio del Bahrain. La battaglia al sorpasso di Hamilton e Rosberg nel secondo round del 2014 ha stabilito un tono intenso per il resto della stagione. Le due Frecce d’Argento erano molto al di là del branco, sorpassandosi e risorpassandosi a vicenda, concludendo la gara al fotofinish con Hamilton davanti a Rosberg.

Audi-Le-Mans-Gear-Patrol

6. La Audi vince per la 13esima volta a Le Mans

La 24 Ore Le Mans è il gioiello del mondo Endurance. La Audi ha inanellato la sua 13esima vittoria. È già un’impresa titanica solo concludere la gara, ma vincerla quasi ogni anno è un’impresa erculea! Quest’anno la corsa non è stata diversa: ogni ostacolo possibile e immaginabile che potesse essere lanciato alla Audi R18 e-Tron Quattro è stato davvero superato. Tra il meteo e gli schianti biblici, lo spettacolo è stato una vera testimonianza per la scuderia di Ingolstadt.

Hamilton-F1-Gear-Patrrol

7. Lewis Hamilton vince il campionato piloti F1 2014

Se il testing pre-stagione dovesse indicare qualcosa, il titolo 2014 era destinato ad essere un duello tra le Frecce d’Argento di Lewis Hamilton e Nico Rosberg. Già alla conclusione del Gran Premio di Abu Dhabi, Hamilton ha guadagnato il suo secondo titolo del campionato nella ibrida AMG Mercedes W05, che ha anche dimostrato di essere una forza dominante.

VW-WRC-Gear-Patrol

8. La Volkswagen difende la sua corona WRC

La Volkswagen vincitrice del titolo World Rally Championship nella sua stagione di debutto ha suscitato fragorosi applausi. Ma secondo Sebastien Ogier, il pilota vincitore del campionato, “Difendere il titolo è stato più dolce che vincerlo la prima volta.” Ogier e il suo compagno di squadra Jari-Matti Latvala hanno dimostrato incredibile
abilità attraverso tutta la stagione in giro per il mondo, ma devono molto alla loro Volkswagen Polo R da 300 cavalli.

Toyota-WEC-Gear-Patrol

9. Toyota vince il suo primo titolo Endurance

Da quando è entrata nel World Endurance Championship nel 2012, la Toyota si è dimostrata un’avversaria degna alla Audi con la sua ibrida TS040 LMP1. Il secondo posto della Toyota alla finale della 6 Ore di San Paolo in Brasile è stata sufficiente ad assicurarle i punti necessari per vincere il titolo, la prima volta sia per la Toyota che per qualunque costruttore giapponese. Voci dietro le quinte suggerivano un ritiro della Audi a dalla WEC dopo il 2016 per far spazio al rinato programma Porsche. Questo potrebbe essere un momento edificante per la vecchia guardia.

Vettel-Ferrari-Gear-Patrol

10. Cambio della guardia dell’elite F1

L’annuncio di Sebastian Vettel della sua ritirata dalla Red Bull ha scosso tutto il mondo F1, facendo impazzire una già irrazionale stagione del mercato costruttori. È stato il malcelato segreto F1 che Vettel stesse optando per la Ferrari, ma non era previsto che accedesse se non alcuni anni dopo. L’annuncio di Vettel ha creato scalpore sul ritiro di Fernando Alonso dalla Scuderia Ferrari per la McLaren (altro malcelato segreto F1). Un mese o due di negoziazioni dietro le quinte si è infine concluso con lo Spagnolo alla McLaren-Honda per il 2015 – il più grande scossone da anni.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

300
Leggi anche