Assicurazioni RC Auto: scopriamo le province italiane più care e quelle più economiche

I costi per una polizza RC Auto variano in maniera notevole da provincia a provincia: quali sono quelle più care e quelle più economiche.

Chiunque possieda un’auto, o anche un veicolo di altro tipo, sa bene come le spese per la polizza di Responsabilità Civile pesino non poco sui complessivi costi di gestione del mezzo.

Questa spesa però, come noto, è indispensabile, senza la medesima infatti non sarebbe possibile circolare, senza trascurare il fatto che ci si esporrebbe a rischi, anche di natura economica, i quali potrebbero rivelarsi davvero insostenibili.

Ridurre i costi correlati a questa spesa, per fortuna, oggi è più semplice rispetto al passato, grazie a utili sistemi di comparazione online come www.salvaconto.it, ma va anche detto che i costi per una polizza RC Auto variano in maniera notevole da regione a regione, e perfino da provincia a provincia.

Sul territorio italiano si registrano infatti degli sbalzi di prezzo molto marcati, dunque è davvero interessante chiedersi quali siano le province più care e quelle più economiche.

Si può rispondere a questa domanda con precisione grazie ai dati messi a disposizione da una fonte di indiscussa autorevolezza, ovvero il più recente Bollettino Statistico di IVASS, Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, consultabile integralmente a questo link e relativo al quarto ed ultimo trimestre del 2021.

Non esitiamo, dunque, e scopriamo le province dove gli automobilisti sono più fortunati e quelle dove, purtroppo, lo sono meno.

Le province più economiche

Le province italiane dove le polizze RC Auto hanno il costo più basso sono risultate essere, nell’ordine, Enna, Oristano e Pordenone.

Ad Enna, il premio assicurativo medio su base annua è risultato essere pari a 258,3 euro, nella provincia sarda il prezzo è di poco superiore, ovvero 272,1 euro, mentre a Pordenone ammonta a quota 277,1 euro.

Si tratta di cifre obiettivamente allettanti, le quali risulteranno assai convenienti alla grande maggioranza degli italiani: si tratta, è evidente, di importi di gran lunga inferiori alla media nazionale dei premi RC Auto.

Le province più care

Il “podio” delle province più care d’Italia per quel che riguarda questo tipo di polizze assicurative vede invece al primo posto Napoli, seguita da Prato e da Caserta.

A Napoli, nell’ultimo trimestre del 2021 gli automobilisti hanno dovuto pagare, per poter assicurare la loro auto, una media di 544,1 euro su base annua, le cifre sono di poco inferiori a Prato, dove la media è risultata essere di 511,4 euro, mentre a Caserta si è a quota 485,1 euro.

Differenze territoriali che andrebbero limitate

Come visto, le differenze territoriali riguardanti i costi delle polizze RC Auto sono davvero altisonanti, ed è emblematico il fatto che tra il premio medio della provincia più cara, Napoli, e quello della provincia più economica, Enna, vi siano ben 285,8 euro di differenza.

Tale situazione desta comprensibilmente del malcontento tra i consumatori, al di là di quali siano i prezzi medi della propria provincia: è paradossale, infatti, che i cittadini debbano ritrovarsi a spendere cifre così diverse per poter godere del medesimo servizio.

Sicuramente resta per tutti un buon consiglio quello di scegliere con attenzione i pacchetti proposti dalle compagnie assicurative ed effettuare delle comparazioni prima di stipulare un contratto, ma al di là di ciò sarebbero opportuni degli interventi statali per rendere meno accentuate queste differenze interne.

Scritto da alice Sacchi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Leggi anche
Contents.media