Aston Martin Valkyrie: i primi clienti a ricevere la loro hypercar

Un assegno a dir poco astronomico.

L’Aston Martin Valkyrie è stata progettata in collaborazione con il team Red Bull F1. Un’auto eccezionale, alimentata da un motore 6.5 V12 che sviluppa una potenza impressionante di 1.150 cavalli. Abbastanza per raggiungere 350 km/h e schiaffeggiare lo 0-100 km/h in 2,5 secondi.

Un razzo prodotto in 150 unità in tutto il mondo, le cui prime unità sono state appena assemblate a Gaydon (ogni Valkyrie richiede non meno di 2.000 ore di lavoro).

Aston Martin Valkyrie: un assegno astronomico

Dopo aver fatto qualche giro di pista a Silverstone, sarà consegnata ai suoi primi fortunati clienti in poche settimane. I clienti dovranno firmare in anticipo un assegno di 2,5 milioni di euro intestato ad Aston Martin.

Questo modello della Aston Martin è, innanzitutto, veloce. Si tratta di un’auto mai vista, completamente nuova in ogni sua parte.

Aston Martin Valkyrie dettagli

Partiamo dal look. Valkyrie è un gioiello di aerodinamica, ha delle linee sinuose e morbide sulla parte frontale che vanno poi a slanciarsi elegantemente sui fianchi, da pantera.

Newey, infatti, si è sempre distinto proprio per la sua abilità di unire un motore ruggente e potente a una forma curiosa, nuova, accattivante, che baciasse l’aerodinamica e la sfruttasse nella sua forma più selvaggia.

Il tratto più seducente della Aston Martin Valkyrie? Senz’altro il fatto che quest’auto strizza l’occhio alla Formula 1. Il suo nome, infatti, è anche AMB001, l’unione delle due case automobilistiche che l’hanno creata: Aston Martine Red Bull, progetto 001.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Mazda CX-80: prezzo e caratteristiche

Citroën C4 L: come potrebbe essere la sostituta della C-Elysée

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media