Notizie.it logo

Auto Storiche, i gioielli in garage

auto storiche

Non solo all'estero; tutte le auto storiche Italiane stanno prendendo valore. Ecco i modelli più rari e preziosi da avere in garage.

Le auto storiche sono un mondo a parte nell’ambito automotive. Possedute con passione e non per utilità. Una linea che ricorda il passato, magari da ragazzi, e un rombo di un motore tutto meccanico. Il fascino e la magia che proviene da una macchina d’epoca è migliore di qualsiasi supercar. “Le auto sono come le donne” cita un proverbio popolare fra i piloti. Questo vale ancora di più per le auto storiche. Delicate perle di rara bellezza che spesso vengono contese da appassionati di tutto il mondo. Voi cosa avete in garage? Magari sotto quel telo pieno di polvere… Nell’ultimo periodo infatti è riscoppiata la moda della targa antica. Tantissimi i modelli che stanno aumentando valore. Noi di MotoriMagazine abbiamo voluto raggruppare i marchi che prospettiamo abbiano un mercato prossimo in grande salita. Intanto alcune premesse.

Come acquistare auto storiche?

Vi sono servizi online comuni anche per le macchine moderne che garantiscono molte informazioni. Fra questi il più famoso è autoscout. Dopo aver trovato nello store la vostra vettura però non basterà affidarsi alle foto. Bisogna ricordare che le macchine d’epoca sono facili alla contraffazione e all’usura. Due problemi che non permettono di acquistarle a scatola chiusa. Un appuntamento diretto con il venditore è sempre la scelta migliore. Se il modello non è altamente raro è consigliabile anche una prova su strada. Documenti, targhe e revisioni devono essere in perfette condizioni prima di procedere all’acquisto. IMPORTANTE: se volete iscrivere la vettura al registro italiano auto storiche, dovrà essere completamente originale. Per controllare carrozzeria e verniciatura avvaletevi di un esperto. Ricordate che la ruggine si nasconde sempre bene!

Le vetture più costose

Non è un fenomeno temporaneo. Tutti stanno rivalutando le vetture del passato. Dopo il grande spauracchio dell’inquinamento dei diesel e la difficoltà nel produrre elettrico, le care vecchie auto a carburatore diventano un piacevole ricordo. Le linee erano tutte diverse e ogni casa instaurava patriottismo nel mantenerle. Questi sono solo alcune delle motivazioni per cui i valori commerciali stanno aumentando. Ecco un elenco dei marchi da tenere sotto controllo.

Alfa Romeo

Il caro marchio italiano del biscione regna quasi sovrano. La sua produzione di vetture in passato fu una delle più copiose. Sicuramente la casa italiana, insieme a Fiat, che ha venduto di più fra gli anni ’70 e ’90. Fra vetture impossibili da possedere come la “Disco Volante” e alcuni concept di Giugiaro, escono delle perle senza tempo. Tutte le versioni Giulia, Alfetta e Alfasud stanno prendendo valore. Basta guardare i prezzi di vendita nelle aste che negli ultimi due anni hanno visto sfondare le decine di migliaia di euro per le Alfa Romeo storiche. Venduta recentemente una Alfa Romeo G1 prototipo trovata in un fienile in Arizona. Il prezzo? 1 Milione di dollari. Trovate una visita al museo storico di Arese a questo link.

Lancia e Fiat

Se avete una Lancia storica, per intenderci almeno 30 anni, allora siete ricchi. Tutte le versioni prodotte da Lancia all’epoca sono richiestissime. Per non parlare di una Lancia Stratos da rally. Se in buone condizioni questa macchina frutta ameno 200.000 euro. Anche la Fiat gioca forte, relativamente con i prezzi di Lancia, aumentando il valore delle storiche Abarth. 500 che costano più del doppio delle versioni attuali e che anche in pratica emozionano di più.

Ferrari

Banale ma impossibile non citare l’aumento di valore delle Ferrari. La versione GTO degli anni ’80 è stata quotata all’asta recentemente per 55 milioni di dollari.

Audi

Difende le tedesche la famosa Audi 4. La versione che partecipò ai rally del passato affianco alle Italiane ben agguerrite. Il simbolo dei 4 cerchi che ha dato il nome a un mito. Infatti il logo del marchio simboleggia la trazione, nelle auto del passato completamente ed esclusivamente integrale.

Peugeot

Una piccola belva, un cuore di leone in veste di farfalla. La Peugeot 205 turbo era e rimarrà la bambina cattiva nel mondo delle corse. Il rumore è inconfondibile in mezzo a tantissimi. Amata dai collezionisti è una promessa delle top player in fatto di prezzo. Se ne trovano sempre meno e di auto storiche così non ne hanno fatte tante. Il prezzo è molto variabile per versione e condizioni. Una perfetta può costare anche 50.000 euro.

BMW

Cuore freddo e meccanica perfetta. Tutte le vecchie serie (3 in particolare), stanno raggiungendo un buon valore. Piacciono le forme squadrate e i motori precisi. Le vecchie Bmw hanno da insegnare alle moderne berline.

Mercedes

Chiude la fila a testa alta Mercedes. La casa ha regalato al mondo la “Ali di Gabbiano”. Una macchina che è non solo rara, ma ancora di una bellezza e costruzione futuristica. Il design e le prestazioni si uniscono per dare all’universo automotive un senso preciso. I prezzi attuali di questa vettura superano il milione e mezzo di euro.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

300
Leggi anche