Auto, come fare il passaggio di proprietà: costi e tempistiche

Quando si acquista un auto è obbligatorio fare il passaggio di proprietà con un iter preciso che richiede documenti, pagamenti e obblighi pena sanzioni

Il passaggio di proprietà è un iter previsto dalla legge quando si vende e si acquista un veicolo. Si tratta di registrare con una nuova iscrizione il titolare del mezzo sul Pubblico Registro Automobilistico. Quando si acquista un auto nuova da un concessionario questa procedura non viene fatta o comunque, anche in caso di auto usata, questa viene solitamente gestita dal venditore professionale.

Invece, per gli acquisti tra privati, sarà onere del compratore e del venditore occuparsi di tale registrazione al PRA.

Come fare il passaggio di proprietà dell’auto

Documenti per il passaggio

  • Per effettuare il passaggio di proprietà occorre avere:
  • Libretto di circolazione rilasciato dalla Motorizzazione Civile,
  • Certificato di proprietà Digitale (un documento che viene rilasciato proprio dal PRA e che permette di sapere chi guida il veicolo, questo ha sostituito il CdP).

    Tutti vi possono accedere mediante la piattaforma online dell’ACI con un codice univoco per il riconoscimento.

  • Codice fiscale e documenti dell’acquirente
  • Codice fiscale e documenti di chi vende
  • Modulo TT2119 da compilare con autocertificazione e firma, reperibile direttamente agli sportelli telematici dell’ACI.

Da gennaio 2020 tutte le auto che vengono vendute ricevono il Documento Unico di Circolazione, si tratta del DU che va a sostituire il libretto di circolazione che diventa digitale.

Come fare il passaggio di proprietà

Per procedere al passaggio di proprietà bisogna in primo luogo produrre la dichiarazione unilaterale di vendita firmata dal venditore, autenticata in comune o sempre dall’ACI. L’acquirente ha 60 giorni dall’atto di acquisto per procedere alla registrazione. A questo punto saranno rilasciati i nuovi documenti.

Le operazioni possono essere eseguite presso lo sportello telematico dell’ACI, in questo caso tutto avviene in modo automatico, sia la richiesta che il rilascio. Altrimenti bisogna attendere i tempi burocratici. Se il passaggio non viene fatto entro 60 giorni dalla vendita sono previste delle penali.

Costo del passaggio di proprietà

Il passaggio di proprietà può essere svolto in autonomia o rivolgendosi ad un’agenzia. In questi due casi ha costi molto differenti. I costi di base dipendono dall’auto, dalla provincia di residenza e di vendita, dai cavalli dell’auto. Bisogna considerare 150.81 euro fino a 53kW e 3.51 euro per ogni kW aggiuntivo, il costo dell’ACI di 27 euro, 32 euro di imposta di bollo, 48 euro per l’imposta di bollo con nota libera, 10.20 euro alla Motorizzazione Civile, 27.06 euro per aggiornare il Libretto di Circolazione. In più, se fatto mediante agenzia, occorre aggiungere tra i 100 e i 200 euro.

Cosa accade se non si effettua il passaggio

Se non viene eseguito il passaggio di proprietà si rischia per legge una sanzione che va dai 705 ai 3526 euro con ritiro del libretto di circolazione. Se invece non è stato chiesto l’aggiornamento del libretto in temo la multa va da 353 a 1762 euro.

Scritto da Valentina Giungati
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Motore elettrico: cos’è e come funziona

Honda Forza 750: le caratteristiche e le novità

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media