Quanto costa ricaricare un’auto elettrica

Costo ricarica auto elettrica, abbiamo analizzato le cifre medie, sia per la ricarica con colonnina che domestica.

Le auto elettriche stanno rappresentando già da anni una buona fetta del mercato e il loro ruolo sarà destinato a diventare sempre più importante per il mondo automotive nel futuro. In questo articolo analizziamo il costo per la ricarica di un’auto elettrica sia se si utilizzano le colonnine che se la si ricarica a casa tramite la presa domestica.

Costo ricarica auto elettrica: ecco le cifre

Se si sceglie la colonnina di ricarica il costo è mediamente di 20 centesimi a kWh che si traduce in una cifra di 4 euro per effettuare una ricarica che corrisponde ad un tragitto di 100 km.

Le colonnine a corrente alternata offrono una potenza di 22 kWh che è si molto veloce ma è anche più costosa. Si parla di una cifra di 40 centesimi a kWh ovvero ad un esborso di 8 euro per compiere sempre 100 km.

Se la si vuole parificare ad una macchina diesel la spesa garantirebbe all’auto in questione di compiere 16 km/litro.

Il risparmio che l’auto elettrica può portare nelle casse degli automobilisti qualora la si scegliesse per andare a lavoro è pari, in questo momento, a 400 euro all’anno.

Costo ricarica auto elettrica: tariffe medie e ricarica a casa

Le tariffe medie per una ricarica di un’auto elettrica alla colonnina in con uno dei gestori che offrono questo servizio oscilla da un minimo di 49 centisimi a kWh ad un massimo di 79 centesimi a kWh.

Se invece si optasse per la corrente domestica, il prezzo va da un minimo di 3,50 euro ad un massimo di 5 euro per effettuare 100 km. Considerando che in media il prezzo al kWh va da 0,20 a 0,30 centesimi al kWh.

Quindi le considerazioni finali dimostrano che al momento la ricarica casalinga sia la scelta migliore in termini di cifre ma la peggiore per la lunga durata della ricarica.

La colonnina costa di più ma quel maggiore esborso garantisce in un vantaggio in termini di tempo che non è una cosa da poco.

LEGGI ANCHE:

Scritto da Filippo Imundi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contentsads.com