Dacia: novità sugli ultimi modelli in uscita

La casa automobilistica rumena ha annunciato la via del 2018. A partire dal restyling della Duster ecco le novità che girano intorno a casa Dacia. 

La casa automobilistica rumena, proprietà della francese Renault, ha annunciato la via del 2018. A partire dal restyling della Duster a tutti i modelli della gamma di quest’anno. Ecco tutte le novità che girano intorno all’azienda automobilistica Dacia.

Renault Dacia

Per ridurre i tempi della produzione di un autovettura, il governo rumeno decise di avviare la produzione di macchine con la licenza di un produttore straniero. La vettura doveva avere una cilindrata tra i 1.000 e i 1.300, le ipotesi erano di produrne 40.000/50.000 unità. Al concorso parteciparono Fiat, Alfa Romeo, Renault e Austin. Il governo decidette in favore della Renault dopo la visita in Romania del presidente Charles De Gaulle.

Il nuovo modello della Renault doveva però prodursi per forza nel paese natio della casa automobilistica francese, fu così che la Dacia iniziò la produzione della Renault 08.

L’accordo con la Renault prevedeva che la casa francese tutta la strumentalistica e che le vetture fossero poi assemblate in Romania. Il primo esemplare venne regalato al presidente Nicolae Ceausescu. In questi anni fu prodotta la Dacia 1100 (partendo dalla Renault 08) e dal 1969 la Dacia 1300 (sulla base della Renault 12). Nel 1995 venne lanciata la prima auto interamente romeno, mentre nel 1998 la Renault acquistò il 51% della casa automobilistica. La Sandero e la Duster, oltre ad altri modelli, sono venduti in alcuni paesi dell’europa occidentale tramite la rete Renault pur mantenendo il marchio Dacia.

Il marchio rumeno è attualmente sponsor ufficiale dell’Udinese calcio. Inoltre sponsorizza lo Stadio Friuli, stadio che ospita le partite casalinghe dell’Udinese omologato per 25.000 persone circa.
pub

Dacia modelli

La casa automobilistica rumena, dopo il successo riscosso negli anni 2003/2005 con la Solenza presenta sul mercato la Dacia Logan. Il modello provocò scalpore nel 2004 in quanto fu a tutti gli effetti la prima vera e propria auto low cost europea. Nata per costare solo 5000 euro, mantenne questo prezzo all’uscita solo in madrepatria. Nel resto d’Europa il prezzo era di poco superiore ai 7500 euro. Fu accompagnata dalle critiche per un presunto test dell’alce non superato, ma si scoprì poi fu un test truccato. La Renault, per non alimentare ulteriori critiche, fece sostituire le gomme con pneumatici prodotti in occidente.

Il segreto di questa macchina consisteva, oltre all’utilizzo della manodopera nei paesi dove quest’ultima costa poco, in alcuni accorgimenti. Uno di questi era la progettazione computerizzata, che prevedeva la produzione di meno prototipi riducendo i costi. Un secondo piccolo accorgimento era l’utilizzo di componenti già progettati e collaudati per le Renault Clio e Megane. Al salone dell’automobile di Parigi del 2012 è stata presentata la seconda serie, inizialmente disponibile solo in versione Berlina.

Uscita nel 2008, la Sandero è la versione 2 volumi 5 porte dello stesso segmento della Logan, da cui prende il 70% delle componenti meccaniche. Mentre per il mercato europeo la macchina fu prodotta in Romania, per quanto riguarda il commercio in America Latina il modello è uscito con la marca Renault. Sempre al salone dell’automobile di Parigi del 2012 è stata presentata la seconda serie. Questa serie ha subito un restyling nel 2017.

Dal 2010 la casa automobilistica rumena portò in produzione il modello Duster, fuoristrada che deve il nome ad un modello rumeno degli anni 80. è stata presentata del 2017 la seconda serie, che sarà disponibile sul mercato dal 2018. Della Duster furono prodotti diverse versioni speciali, tra cui una sportiva con cui Alain Prost vinse il secondo posto generale al Trofeo Andros. Altre versioni prodotte sono quelle Gazzetta dello Sport, Delsey, Freeway e Brave. Inoltre, dal 2012, sono state prodotte anche la Lodgy e la Dokker, rispettivamente una monovolume ed un multispazio. Entrambe vengono prodotte dallo stabilimento della Renault a Tangeri, in Marocco. Per festeggiare dei record (2017) Dacia ha inoltre presentato nei primi mesi del 2018 la Sandero, la Lodgy e la Dokker in versione WoW.

Dacia Duster

La Duster è un fuoristrada prodotto dalla Dacia nel 2010. Il nome si rifà a quello di una macchina rumena degli anni ’80. Nel 2017, al salone di Francoforte, la casa automobilistica rumena ha presentato la seconda serie. La nuova Duster, seppur molto diversa esteticamente e meccanicamente, a prima occhiata restituisce l’idea di familiarità con la prima serie. Non sappiamo quale sarà la sorte del SUV a basso costo, che del rapporto qualità/prezzo ha fatto un’arma vincente nel tempo. Per ora le indiscrezioni vorrebbero il prezzo di listino pari a quelle attuali.

La differenza estetica è più che evidente. I montanti anteriori sono stati avanzati. I gruppi ottici sono completamente nuovi nel disegno. Nuove le protezioni, le nervature, gli inserti satinati. Il tutto da alla nuova serie un aspetto più muscoloso rispetto a prima. Sarà inoltre sicuramente una versione GPL, che uscirà durante l’anno. Il prezzo sarà lievemente più alto, ma questa versione promette prestazioni ben più elevate.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Bmw M5: prezzo e scheda tecnica del modello

Peugeot: gli ultimi modelli in uscita sul mercato

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media