Auto sportive: top 10 del 2021

Ecco la classifica con le nostre auto sportive preferite.

Quando si immaginano auto sportive moderne, si potrebbe pensare qualsiasi cosa. Da un’auto leggera da pista o una moderna hatchback, a una biposto con motore centrale o un coupé gran turismo con motore anteriore.

Per gli scopi di questa top 10, tuttavia, possiamo restringere un po’ i nostri termini di riferimento: Caterham Seven, Ferrari 488, Audi R8, Alpine A110 e BMW M sono classificate e trattate altrove.

Qui, siamo interessati alle auto sportive di dimensioni standard, con dotazioni complete e dedicate, motori multicilindrici ricchi, con un prezzo compreso tra circa 60.000 e 120.000 sterline.

Le offerte con motore anteriore, medio e posteriore sono incluse, così come i layout a trazione posteriore e a quattro ruote motrici, e gli abitacoli aperti e chiusi. Ci sono un sacco di riguardi verso il livello di prestazioni, la vivida maneggevolezza, il coinvolgimento del guidatore e il carattere che ci si aspetta da una vera auto sportiva.

Ma quale si dovrebbe prendere, e perché?

Auto sportive: Porsche 911

La gamma di derivati della 911 di ultima generazione di Porsche, la “992”, si è riempita un bel po’ dalla sua introduzione nel 2019. L’auto è ora disponibile nelle forme Carrera da 380 CV o Carrera S da 444 CV, entrambe alimentate da un motore 3.0 litri turbo flat six. Ci sono anche le versioni Turbo e Turbo S extra-rapide dell’auto in offerta più in alto della gamma, di cui ci occupiamo altrove nella nostra classifica.

Abbiamo testato la maggior parte delle versioni dell’auto, e non abbiamo ancora trovato molto da non amare in nessuna di esse. Anche se è certamente diventata un operatore di lusso migliore e più raffinato e sofisticato di quanto non sia mai stato, questa ottava generazione è pronta a precedere tutti i suoi rivali.

Essendo cresciuta più lunga e leggermente più larga, tutte le versioni della ‘992’ usano ora quello che veniva chiamato il guscio ‘widebody’ della 911.

Le quattro ruote sterzanti sono ora un’opzione anche sulle auto di livello non-GT e le ruote e i pneumatici di larghezza mista sono di serie. Anche se c’è più che mai motivo per i piloti più appassionati di attenersi al più puro layout meccanico a trazione posteriore dell’auto, la carreggiata più ampia dell’asse anteriore della 992 e il rapporto di sterzo accelerato sembrano aver affinato la sua maneggevolezza in modo molto efficace.

Il suo motore turbo può non avere le qualità strutturali delle vecchie unità Porsche, ma rende molto serie le sue prestazioni. È un’auto che rimane senza eguali tra le rivali per l’usabilità, per la credibilità sportiva arrotondata e soprattutto per la brillantezza accessibile e l’uso quotidiano.

Auto sportive: Jaguar F-Type

Le fortune di vendita della tanto decantata successione di Jaguar per la E-Type vi dirà molto sullo sviluppo del mercato delle auto sportive moderne. Quando è stata lanciata nel 2013, abbiamo immaginato che il pubblico acquirente l’avrebbe valutata come una sorta di moderna TVR più bella e più affidabile. Di conseguenza favorendo i più grandi motori a otto cilindri, e vedendola come una rivale a motore anteriore più economica e potente della 911.

Per un po’, gli acquirenti fecero esattamente così. Tuttavia, mentre la macchina invecchiava e l’attenzione del mercato delle auto sportive puriste migrava, la F-Type doveva muoversi con essa. I modelli a sei cilindri crebbero in popolarità, fino a quando Jaguar creò un’altra ondata di interesse per l’auto dotandola di un motore a quattro cilindri. Così, dopo il suo ultimo facelift all’inizio del 2020, la F-Type si trova a cavallo di un territorio di mercato ancora più ampio di quanto non facesse prima, ed è un merito considerevole di Jaguar.

Nella parte superiore della gamma, la nuova versione R rimane un cuore sanguinante, 567bhp di livello superiore-911 e rivale di Aston Martin Vantage a prezzo ridotto. All’estremità inferiore, costa meno di £ 60.000 e si accontenta di poco meno di 300bhp. Il nuovo trattamento stilistico di Jaguar per la F-Type le conferisce certamente un fascino visivo fresco e distintivo. Finora abbiamo guidato solo il coupé R AWD, ma ci ha affascinato con la sua velocità e il suo rumore da hotrod V8 un po’ antidiluviano, e ci ha impressionato anche per la precisione di guida e la compostezza del telaio.

La F-Type non è mai stata così completa come la sua rivale chiave della Porsche, e ora è considerevolmente meno lussuosa e tecnologicamente sofisticata all’interno. Tuttavia, c’è ancora molto da apprezzare e un sacco di motivi per acquistarne una quando è ancora possibile.

Auto sportive: Porsche 718 Cayman/Boxster GTS 4.0

Potreste essere sorpresi di vedere la più piccola auto a due posti con motore centrale della Porsche, la 718, classificarsi tra i ragazzi più grandi in questa classifica. Tuttavia, quando Zuffenhausen ha preso la decisione di rispondere ai critici e di riportare un atmosferico flat six in quest’auto nel 2019, ha creato derivati 718 di serie. Quest’ultimi con prezzi ben al di sopra delle 60.000 sterline prima di mettere una singola opzione su di loro. E così, mentre le derivate 718 a quattro cilindri più abbordabili, sotto le 50.000 sterline, continuano a presentarsi agli acquirenti con meno da spendere, le 718 di fascia alta di Porsche sono assolutamente progredite tra i pesci più grandi delle auto sportive.

Non che lottino in acque così infide. L’ultimo motore boxer a sei cilindri aspirato della Porsche è una gioia assoluta, che offre tutte le prestazioni di cui un’auto sportiva su strada ha davvero bisogno, ma anche una meravigliosa fluidità e risposta. L’ingranaggio insolitamente lungo rende le versioni manuali a sei velocità leggermente meno attraenti da guidare, per certi versi, rispetto alle automatiche a sette velocità con cambio paddleshift.

La maneggevolezza splendidamente bilanciata della 718, la risposta incredibilmente lineare e il controllo del corpo senza sforzo alla velocità sono ora ampiamente celebrati. Se vi piace un’auto sportiva con più potenza di quella che il suo telaio può facilmente dispiegare, potreste anche pensare che una GTS 4.0 sia troppo buona.

Rispetto ad alcune auto in questa lista, c’è forse anche una leggera mancanza di desiderabilità su quest’auto. Tuttavia, la sua usabilità è di prim’ordine, e ora il suo powertrain può essere considerato tanto stellare quanto la sua guida e la gestione.

Auto sportive: Mercedes-AMG GT

Con la struttura della carrozzeria spaceframe di una supercar e un motore anteriore di una berlina muscolosa, la Mercedes-AMG GT è un’aggiunta ancora più sconcertante al mondo delle auto sportive di quanto lo fosse la Mercedes-Benz SLS.

Con le versioni di fascia bassa disponibili per meno di 110.000 sterline, tuttavia, merita di essere considerata accanto agli esempi di fascia alta della Porsche 911 Carrera S e della Jaguar F-Type. Infatti, grazie al suo roboante carattere hot rod e alla sua maneggevolezza un po’ ruvida, non costruita e al punto giusto, è a questo livello che l’auto probabilmente ha il maggiore appeal.

Naturalmente, ci sarebbero momenti in cui ci si stancherebbe del temperamento ad alta adrenalina della GT e della mancanza di civiltà. Tuttavia, le versioni più economiche di quest’auto hanno un po’ meno aggressività sul loro carattere rispetto a quelle più costose. La GT è certamente capace e versatile – tanto quanto le auto al doppio del suo prezzo – ed è davvero affascinante e amabile, anche se non proprio delicata come le alternative.

Auto sportive: Chevrolet Corvette C8

È stato scritto molto sulla decisione di General Motors di giocare d’azzardo con questa Corvette C8. L’ottava generazione della sua iconica auto sportiva, che è passata da un motore anteriore a uno centrale. Qualunque cosa ci sia voluta per convincere finalmente GM a fare il cambio, si può dire che ne è valsa la pena. Mentre la cabina di quest’auto ha un sacco di stranezze ergonomiche, è l’esperienza di guida che conquista. Il motore della C8 ha un’eccellente risposta dell’acceleratore e ha una meravigliosa erogazione di potenza a medio raggio. Le piace girare oltre i 6500 giri e lo fa in modo superbo. Per le prestazioni vere e proprie, si sente ampiamente in linea con la vecchia C7 Corvette.

La C8 ha grande stabilità e precisione ed è più facile da guidare rapidamente rispetto a qualunque dei suoi antenati a motore anteriore. Lo sterzo leggermente insensibile e una predilezione per il sottosterzo sul limite potrebbero essere un leggero punto a sfavore della pista. In un successivo test gemello con una Porsche 911, tuttavia, si è comportata davvero bene; qualsiasi auto sportiva che può mantenere il suo fascino particolare sotto la pressione di una macchina così completa come una Porsche ‘992’ deve essere decisamente buona.

Auto sportive: Lotus Evora

È passato ormai un decennio dall’introduzione del motore centrale 2+2 Porsche-chaser della Lotus, la Evora. Il 2021 sarà l’ultimo anno di produzione dell’auto.

Al momento della sua introduzione, l’auto ha portato un sacco di qualità da abbracciare ma anche difetti da rimpiangere. Oggi, conserva un telaio e un sistema di sterzo che meritano entrambi il massimo riconoscimento. Poche auto sportive hanno uno sterzo così coinvolgente e positivo o un compromesso di guida e maneggevolezza così adatto alla vita sulle strade. Ciò è ancor più vero ora che Hethel ha introdotto la GT 410, più economica e con sospensioni più morbide, per completare la GT 410 Sport.

Tuttavia, sono presenti alcune problematiche. Questa Lotus non ha mai avuto davvero il powertrain che il suo telaio meritava. Anche se Hethel ora evoca fino a 430bhp dal V6 sovralimentato Toyota soulful dell’automobile, la trasmissione truculenta della Evora rimane all limite del vostro godimento.

Un bagagliaio particolarmente piccolo renderebbe difficili le gite turistiche del fine settimana, mentre un interno stretto, inaccessibile e antiquato non rispecchiano ben 80.000 sterline.

Eppure, se riuscite a trovare un modo per divertirvi, assaporerete ogni viaggio in una Evora. Poche auto mescolano l’assolutamente brillante con l’inadeguato in modo così sorprendente.

auto sportive lotus evora

Auto sportive: Nissan GT-R

Se la velocità in qualsiasi condizione è ciò che desiderate dalla vostra auto sportiva, niente lo fa meglio sotto le 100.000 sterline dell’autodefinito “mattone più veloce del mondo” della Nissan. Stiamo parlando dell’incredibile, instancabile GT-R.

Tuttavia, la velocità probabilmente non è tutto ciò che si desidera in un’auto sportiva moderna, e Nissan lo sa. Ha quindi cercato di rendere la GT-R un dispositivo più rotondo, lussuoso e maturo e ha fatto la differenza, anche se non troppo. La delicatezza e la sottigliezza non sono le specialità di quest’auto ma, rispetto alle auto sempre più digitali lanciate intorno ad essa, la GT-R offre più fascino che mai. Inoltre, nel caso della versione Nismo di alto livello, ora offre anche una seria idoneità alla pista.

Audi TT RS

Non c’è niente di piccolo o modesto nella gorgheggiante TT RS a cinque cilindri dell’Audi, tranne forse le sue dimensioni. Questa coupé compatta al top della gamma ha un impressionante motore a cinque cilindri da 395bhp e un prezzo di oltre 60.000 sterline. Grazie alla trazione integrale “quattro” può fare comodamente 60 miglia orarie in meno di 4,0 secondi, e se si paga di più può arrivare fino a 174 miglia orarie. Proprio così: questa è un’Audi TT da 170 miglia orarie. Che idea brillantemente squilibrata.

Il fascino del design probabilmente non è lo stesso delle auto come Mazda MX5 e le Toyota GT86, e non è nemmeno l’auto più sfaccettata o coinvolgente. La disposizione a quattro ruote motrici fa sì che manchi un po’ di equilibrio tra acceleratore e curva al limite dell’aderenza. In più, i comandi della TT RS si sentono un po’ distanti e troppo filtrati.

D’altra parte, naturalmente, quella maneggevolezza che privilegia la stabilità rende la TT RS un’auto sportiva singolarmente efficace. Inoltre, la rende una delle più notevoli ammazzagiganti del segmento.

Lexus LC

Come guidatore appassionato, potresti considerare la LC. Ha un motore V8 superbamente carismatico, mentre la gestione equilibrata, vivace e coinvolgente la fa sentire più di una rivale per la Jaguar F-Type o la Porsche 911. Da qui la sua inclusione qui.

La LC sembra grande, pesante, dai piedi di piombo e un po’ ingombrante sulla strada a volte, quindi non si sfugge mai del tutto a una sensazione di ambivalenza nei suoi confronti. Dal canto suo, il suo motore V8 è enormemente speciale e, su una superficie liscia, la sua pura agilità ed equilibrio sono ottimi. Al tempo stesso, sebbene la cabina sia decisamente lussuosa, mancano buone opzioni di stoccaggio.

In definitiva, a seconda di quanto si è commossi dalle sue virtù o irritati dai suoi difetti, la LC è un po’ un diamante grezzo o un finto cristallo. Per noi, è molto più vicino al primo.

Morgan Plus Six

Gli ultimi anni sono stati quelli della trasformazione della Morgan Motor Company. Dopo essere stata di proprietà della famiglia e gestita fino al suo 110 ° anniversario, l’azienda è ora a maggioranza di proprietà di private equity. Ha infatti appena lanciato la sua prima auto nuova, da zero, in quasi due decenni: la Plus Six.

Costruita su un nuovissimo telaio monoscocca in alluminio a sezione quadrata, la Plus Six usa lo stesso motore a benzina BMW turbo a sei cilindri in linea che troverete nella Toyota GR Supra. Poiché i 335 CV che produce motivano un’auto che pesa completamente mezza tonnellata in meno di una Jaguar F-Type, potete credere che quest’auto sia veloce.

È anche piuttosto sofisticata dal punto di vista dinamico. Il servosterzo elettromeccanico rende la Plus Six più leggera sul cerchione e più facile da gestire rispetto alle Morgan di una volta. È sicuramente migliore rispetto alle Morgan di una volta, ma è ancora molto lontana dalle Porsche.

La Plus Six offre più motivazione, fascino e senso dell’occasione, ma non l’aderenza e l’agilità di. È un’esperienza unica, comunque, e in un mercato sempre più affezionato ai restomods, è ben posizionata per consegnare a Pickersleigh Road tutto il business che sente di dover fornire.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le dieci migliori berline compatte del 2021

Hatchback per famiglie: top 10 del 2021

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media