Le migliori auto sportive a prezzi accessibili

Tante opzioni valide che vi permettono di non spendere troppi soldi.

La scelta di auto sportive a prezzi accessibili non è mai stata più grande, ognuna delle quali offre emozioni che possono perfino superare le auto più costose.

Non si tratta solo di potenza dei freni: la maggior parte delle auto nella nostra lista mettono l’intrattenimento del guidatore al primo posto.

Vi garantiamo che ognuna di esse vi strapperà un enorme sorriso, in un modo o nell’altro.

Alpine A110

Ogni parte significativa dell’esperienza di guida dell’Alpine A110 è tutta incentrata sul divertimento. Dà vita a viaggi e strade che i rivali non farebbero, e possiede dinamiche per le quali il vostro affetto può solo crescere man mano che le esplorate più da vicino.

Anatomizzate l’auto e troverete un corpo interamente in alluminio, e doppie ossa per le sospensioni ad ogni estremità.

Entrambi gettano le basi perché la Alpine a quattro cilindri si senta molto più speciale delle sue rivali. Il successivo arrivo della A110 S ha visto un aumento di potenza da 252 a 288 CV e il montaggio di sospensioni più rigide e freni più grandi. La A110 di base, ad ogni modo, rimane la macchina più dolce e coinvolgente per la guida su strada.

Raramente arriva un’auto così apprezzata dal guidatore, e così singolarmente efficace.

L’ultima volta è stata probabilmente la Toyota GT86 nel 2012, un’auto alla quale abbiamo anche dato una raccomandazione a cinque stelle per la sua suprema efficienza. La A110 è più veloce, più agile, più effervescente e in definitiva anche più divertente.

Porsche 718 Boxster e Cayman

Anche con il suo motore turbo a benzina a quattro cilindri ridimensionato, la 718 è di gran lunga la più completa auto sportiva a motore centrale in vendita.

La Boxster e la Cayman sono sempre state e rimangono eccellenti auto sportive.

I quattro cilindri 2.0 litri e 2.5 litri turbo flat four, che sono stati messi in servizio nell’auto nel 2016, hanno attirato particolari critiche. In particolar modo per il suono privo di tono, per la mancanza di fluidità, nitidezza di risposta, linearità e gamma operativa. Non solo, ma anche per essere a corto del fascino purista del pilota tipicamente associato a Porsche. Più tardi, Porsche ha ritarato il motore 2.0 litri dell’auto per la conformità alle emissioni WLTP, e ha rilasciato la Boxster e la Cayman T, la cui mancanza di reattività ha peggiorato una situazione controversa.

Tuttavia, in una delle più inaspettate inversioni a U del settore, nel 2019 Porsche ha reintrodotto un motore flat-six naturalmente aspirato. È un motore superbo per qualsiasi standard, anche se la scatola manuale a ingranaggi lunghi con cui è accoppiato non lo lusinga così bene come dovrebbe.

Pratica, sempre coinvolgente da guidare e molto veloce anche nella forma a quattro cilindri, la 718 ha tutto. Ci vuole un’auto di una brillantezza dinamica unica per batterla.

BMW M2 Competition

La BMW M2 Competition era l’unico modello M2 che si poteva comprare in Gran Bretagna, fino alla recente introduzione dell’extra-speciale M2 CS. Nessuno dei due ha ancora molto tempo a disposizione finché la BMW non termina la produzione della M2 alla fine di quest’anno. Quando lo farà, quella che ultimamente è diventata una delle migliori auto M degli ultimi anni lascerà purtroppo il palcoscenico.

Il sei cilindri in linea monoturbo del modello precedente è stato sostituito da un sei cilindri in linea biturbo con codice motore corretto della Divisione M “S” . Anche se in forma leggermente modificata rispetto ai modelli più grandi M3 e M4, il motore ha fornito notevoli aumenti di prestazioni e reattività per la M2. Una manciata di modifiche al telaio e alle sospensioni la rendono ora più nitida e controllata sulle strade.

Lo sterzo pesante permette di affrontare le curve con fiducia, e la gestione è supremamente regolabile anche sull’acceleratore. Quando BMW M ha introdotto la M2 CS alla fine del 2019, ha applicato per la prima volta un restyling hardcore al suo modello più piccolo. La CS è diventata anche la prima M2 con smorzamento adattivo, la prima con pneumatici “cup”, e la potenza è aumentata fino a 444 CV.

L’auto è un vero e proprio bruciatore che trabocca di attitudine da muscle car, e ha una suprema maneggevolezza da trackday. Tuttavia, è molto costosa e, anche se convincente, non è l’auto più versatile che permetterebbe di salire al primo posto in classifica.

auto sportive bmw

Mazda MX-5

Non c’è una sola area in cui questa quarta generazione di Mazda MX-5 non riesca a superare il suo predecessore. È più corta, leggera, spaziosa e meglio disposta. Ha un aspetto più nitido ma ancora disarmante e per niente ostentato. È anche più veloce, più frugale e ancora più vivace e coinvolgente da guidare.

Nel 2018, Mazda ha rinnovato il suo iconico roadster, e il cambiamento principale è stato un aumento di potenza di 23 CV per il suo focoso motore 2.0 litri. È stato anche introdotto un piantone dello sterzo che ora si regola per la portata, affrontando uno degli unici inconvenienti ergonomici della Mazda. Tutto questo, eppure la MX-5 è ancora in tutto e per tutto la stessa auto vivace e inimitabile che era. Il suo carattere non è cambiato affatto in tre decenni, ed è comunque tra le auto sportive più gettonate.

Lotus Elise Sport

La Lotus Elise è brillante da guidare, a patto che siate dell’umore giusto. Ha uno dei migliori telai al mondo e uno squisito sterzo non assistito. Inoltre se volete un tetto, e alcune comodità, non c’è semplicemente nulla di paragonabile quando si tratta di immergere il guidatore nel processo meccanico.

Tuttavia, questa Lotus è anche ora qualcosa di vecchio. Quest’anno sarà l’ultimo anno di vendita dell’auto, e la Sport 240 Final Edition vedrà la Elise uscire dopo 25 anni di produzione. Il prezzo richiesto è di circa 45.000 sterline.

Costoso? Sì. Compromesso? Assolutamente sì. Ma la maggior parte degli inconvenienti della Elise possono essere trascurati quando si è avvolti dal delizioso atto analogico e tattile di guidarla. Nel suo complesso, la Elise è (e sarà) sempre magnifica.

Toyota GR Supra

La Toyota Supra è stata la nuova auto più attesa del 2019? Abbastanza probabile. Dopo un’assenza durata circa due decenni, l’iconica auto sportiva di Toyota è finalmente tornata. Se non fosse stato per una collaborazione con BMW, da cui è nata anche la nuova Z4, è probabile che questa icona non sarebbe mai rinata. Come tale, sotto l’esterno sorprendente della Supra, troverete un motore, una piattaforma, una trasmissione, un differenziale scivoloso, un impianto elettrico e un sacco di interruttori tutti di origine decisamente bavarese.

Eppure, quando si tratta di guidare, la Supra riesce a ritagliarsi una sua distinta identità dinamica. Le sospensioni, lo sterzo e la calibrazione del differenziale sono tutti unici per la Supra, tanto che Toyota vede la Porsche 718 Cayman come la sua principale rivale. Certo, potrebbe non essere in grado di eguagliare la purezza di gestione e l’equilibrio della Porsche, ma non è poi così lontana. La sua guida è impressionantemente flessibile, il suo motore è liscio e molto più caratteristico, e sarebbe molto più facile da vivere quotidianamente.

Per coloro che non spenderebbero oltre 50.000 sterline, Toyota ha recentemente rilasciato una versione leggermente più economica. Quattro cilindri e 2.0 litri dell’auto la cui gestione potrebbe anche beneficiare della relativa leggerezza del motore più piccolo.

auto sportive toyota

Toyota GT86/Subaru BRZ

Una nuovissima sportiva junior Toyota, soprannominata GR 86, è alle porte. Nel frattempo, la GT86 esistente e la sua sorella Subaru BRZ dovrebbero ancora ottenere la vostra attenzione. Queste sono eccellenti auto sportive, con cambio manuale, superbo equilibrio del telaio e, più di tutto, non troppo grip. Rappresentano un’alternativa autentica e fresca a vetture come la Mazda MX-5, per chi cerca un divertimento semplice e accessibile a trazione posteriore.

La produzione della GT86 di prima generazione si è conclusa alla fine del 2019, ma è ancora possibile trovare esemplari in vendita. Al giusto prezzo sarebbe un gioco da ragazzi tra le auto sportive in circolazione.

BMW Z4 M40i

In un recente test, la BMW Z4 M40i è uscita vittoriosa contro una Porsche 718 Boxster T. Sebbene non abbia la stessa maneggevolezza della Boxster, la sua raffinatezza e il ritmo bruciante in rettilineo le hanno fatto guadagnare grandi punti. Il fatto che abbia anche un distinto senso di carattere da street-fighter pesa anche a favore della BMW.

Detto questo, i ceppi di ordine superiore della 718 forniscono ancora un approccio più puro e allettante a un’auto sportiva accessibile. Tuttavia, come strumento di precisione non è ancora così tagliente come alcuni dei contendenti più piccoli e leggeri in questa classe.

Audi TT

L’attuale Audi TT è come la risposta di un’azienda che si è difesa per decenni contro i reclami. Quest’ultimi si basavano sul fatto che l’auto avesse esclusivamente stile, ma nessuna sostanza per essere presa sul serio dai piloti davvero appassionati. Ha affilato le risposte di manipolazione e una leggerezza sui suoi piedi che ha eluso i suoi antenati, così come una gamma di motori con un sacco di punch.

Coloro che vogliono il divertimento con una dose di allure design premium, dovrebbero probabilmente considerare prima la TT S 306bhp. Quest’ultima utilizza lo stesso powertrain quattro ruote motrici come l’eccellente VW Golf R hatchback, ma è notevolmente più basso e snello. La gestione è diretta e vivace e le alte velocità sono facili da mantenere, anche se ancora non coinvolgono il conducente come si potrebbe desiderare.

Ford Mustang

La cosa più sensata da fare sarebbe comprare un’Audi TT o una BMW Serie 2 Coupé, vero? Certo, la Mustang ha degli svantaggi significativi. Dovete pensare due volte a dove la parcheggerete in città, e considerare il maggior numero di visite al distributore di benzina che i vostri coetanei dovranno fare. Tuttavia, nessun’altra auto a questo prezzo ha un così evidente e simpatico carattere. Vale sicuramente la pena considerare la Mustang tra le diverse auto sportive.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le dieci migliori auto sportive hardcore del 2021

I migliori SUV di piccole dimensioni del 2021

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media