Formula 1, Gran Premio di Monza: vince Verstappen. Secondo Leclerc

Nello storico circuito di Monza si è disputato il gran premio d'Italia. Ha vinto Leclerc. Fischi sul finale dopo l'ingresso della Safety Car.

A Monza si è concluso il Gran Premio d’Italia, uno degli eventi più attesi da parte degli appassionati. Come c’era da aspettarsi non sono mancati i colpi di scena, così come la lotta serrata ai primi posti della classifica.

Il finale è stato tuttavia amaro: a seguito di un problema riscontrato da Ricciardo è stata chiamata la Safety Car e purtroppo è così che si è chiusa la corsa, tra i fischi e le proteste del pubblico presente. In ogni caso ha vinto Max Verstappen. Secondo Leclerc. 

La classifica della gara

  1. Max VERSTAPPEN (Red Bull)
  2. Charles LECLERC (Ferrari)
  3. George RUSSELL (Mercedes)
  4. Carlos Jr. SAINZ (Ferrari)
  5. Lewis HAMILTON (Mercedes)
  6. Sergio PEREZ (Red Bull)
  7. Lando NORRIS (McLaren)
  8. Pierre GASLY (Alpha Tauri)
  9. Nyck DE VRIES (Williams)
  10. Guanyu ZHOU (Alfa Romeo)
  11. Esteban OCON (Alpine)
  12. Mick SCHUMACHER (Haas)
  13. Valtteri BOTTAS (Alfa Romeo)
  14. Yuki TSUNODA (Alpha Tauri)
  15. Nicolas LATIFI (Williams)
  16. Kevin MAGNUSSEN (Haas)
  17. RIT.

    Daniel RICCIARDO (McLaren)

  18. RIT. Lance STROLL (Aston Martin)
  19. RIT. Fernando ALONSO (Alpine) 
  20. RIT. Sebastian VETTEL (Aston Martin)

Duello serrato ai primi posti della classifica

Chi ha assistito alla corsa non ha potuto fare a meno di notare che sono stati i diversi i duelli che hanno tenuto banco nel corso di questi 53 giri. Al 27esimo giro, in particolare, Lewis Hamilton e Fernando Alonso hanno lottato per la sesta posizione.

Alla fine è stato il pilota della Mercedes ad avere la meglio, riuscendo a sfruttare un ottimo rettilineo. 

Max Verstappen, invece, dopo aver montato le gomme nuove è stato protagonista di un’ottima rimonta che gli ha permesso di recuperare un secondo a giro su Leclerc. A circa 10 giri dalla fine sono stati Schumacher e Latifi a sfidarsi, ma è stato il pilota tedesco a spuntarla.  

Minuto di silenzio per la regina Elisabetta

Poco prima dell’inizio della gara, i piloti hanno dedicato un minuto di silenzio per la morte della regina Elisabetta. Presente anche Andrea Bocelli che ha cantato l’inno nazionale: “Sono sempre stato un patriota, non ci saranno particolari pressioni a cantare davanti al capo dello Stato”, sono le parole del cantante riportate da ANSA.

Il presidente Mattarella è stato accolto all’hospitality della FIA. Il capo dello Stato ha colto l’occasione per salutare i team manager di Ferrari, Red Bull e Mercedes. 

Scritto da Alice Giusti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contents.media