Guasto al cambio automatico: quali sono i problemi più frequenti

Come per ogni cambio, anche quello automatico può presentare diverse anomalie. Vediamo insieme quali sono le problematiche più frequenti e come risolverle

Sono sempre più le persone che decidono di acquistare auto con il cambio automatico. Le motivazioni che stanno alla base di questa scelta risiedono nell’esperienza di guida che offre un’auto con il cambio non manuale, apprezzata principalmente da chi deve trascorrere molte ore nel traffico.

Grazie al cambio automatico, infatti, la guida risulta più fluida anche in quelle situazioni dove le code la fanno da padrona.

Come avviene per il cambio manuale, anche quello automatico può nel tempo presentare delle problematiche. In questi casi è opportuno intervenire tempestivamente, in modo da non creare ulteriori danni al mezzo. Una manutenzione ordinaria è senza dubbio la scelta migliore, se non si vuole correre il rischio di dover poi affrontare costi particolarmente elevati.

Guasto al ambio automatico, i problemi più frequenti

Quando un cambio automatico comincia ad avere problemi ‘lancia’ segnali equivocabili che, se colti in tempo, consentono di intervenire tempestivamente e di limitare il più possibile i danni al mezzo. Uno dei sintomi più frequenti di un cambio malfunzionante coinvolge l’inserimento della marcia D (Drive) e della retromarcia: se infatti, al momento della partenza, si percepisce uno scatto, è bene rivolgersi al proprio meccanico di fiducia per verificare una qualche anomalia.

Un altro segnale che suggerisce un’anomalia al cambio comprende il motore: se questo rimane su di giri o consuma troppo, allora sono presenti delle problematiche da risolvere.

Guasto al cambio automatico: perché è importante sostituire l’olio

L’olio svolge un ruolo importante in ogni tipologia di cambio, compreso quello automatico. Tuttavia con il trascorrere del tempo, l’olio perde viscosità e di conseguenza, entrando a contatto con le polveri, aumenta la sua acidità, danneggiando così le guarnizioni e le altre parti del motore.

È inoltre fondamentale scegliere l’olio adatto indicato dalla casa costruttrice, in modo da non creare danni al motore.

Guasto al cambio automatico: a chi rivolgersi per la manutenzione

Quando il cambio presenta delle anomalie la cosa migliore da fare è recarsi presso un’officina specializzata, la quale si occuperà di effettuare una diagnosi elettronica del mezzo e, una volta individuato il guasto, si adopererà per sostituire le parti danneggiate.

Scritto da Stefania Giacco
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Aston Martin Dbx: una vettura potente ed elegante

Subaru Solterra: il nuovo SUV completamente elettrico

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media