Il restyling della 508 svelerà il nuovo look di Peugeot

Stile, motore e ibridazione: scoprite come la 508 intende concludere la sua carriera!

Per finire con brio, questo sarà il leitmotiv della Peugeot 508 restyling! Lanciata nell’autunno del 2018, la seconda generazione della berlina familiare aveva comunque messo tutte le carte in regola per affermarsi in un segmento che sta perdendo slancio.

Con la sua linea da coupé fastback e le sue porte senza cornice che ne esaltano la posizione, ha tutte le carte in regola per conquistare il maggior numero di persone.

I più attenti avranno persino individuato, qua e là, qualche strizzatina d’occhio alla sua antenata, la Peugeot 504, che ne fornisce la legittimazione, se mai ce ne fosse bisogno. A bordo, l’interfaccia iCockpit adattata all’architettura bassa di una berlina garantisce un’atmosfera sportiva e tecnologica.

La 508 era chiaramente fuori dai sentieri battuti.

La Peugeot 508 restyling tira fuori gli artigli… in trio

Nel corso del tempo, la Peugeot 508 ha adattato la sua gamma di motori all’elettrificazione del mercato. Concretamente, ha ridotto l’offerta diesel e, d’altro canto, ha ampliato il suo portafoglio di ibridi plug-in. Ora che è a metà della sua carriera, non sta raccogliendo i frutti di tutti questi sforzi.

È un peccato. La Peugeot 508 non è riuscita a risollevare la situazione. I risultati commerciali sono deludenti, con 1.989 unità vendute nel primo semestre del 2022, ovvero il 57% in meno rispetto all’anno precedente.

Cosa fare, dunque? Gettiamo la spugna come la sua rivale, la Renault Talisman, che è uscita di scena in silenzio, o cerchiamo di fare un ultimo tentativo prima di chiudere definitivamente il sipario? Gli uomini del leone hanno la reputazione di essere tenaci e lo dimostreranno con questa 508 2 fase 2.

Prevista per il 2023, farà di tutto per lasciare il segno. A partire dal muso che introduce la nuova firma luminosa del marchio, ovvero un trio di artigli che sottolineano ciascun faro. Un carismatico espediente cosmetico introdotto dall’auto da corsa Peugeot 9×8. Ci sono riferimenti peggiori.

Peugeot 508 restyling dettagli

Novità sotto il cofano per la 508 restyling!

Ovviamente, niente è troppo bello per il facelift della 508, che offrirà anche qualcosa di nuovo sotto il cofano. Prenderà dalla 308 e dalla 408 una variante plug-in da 180 CV per democratizzare la tecnologia ibrida plug-in. Ciò consentirà alla variante Hybrid 225 di aumentare la potenza a 250 CV, potenza già offerta dalla cugina DS9, e di disporre di una batteria di maggiore capacità che le consentirà di avere una maggiore autonomia in modalità 100% elettrica (circa 75 km). Questo dovrebbe renderla una scelta popolare tra i gestori di flotte aziendali.

Dal canto loro, i clienti privati che non hanno ancora abbandonato del tutto la 508 si orienteranno maggiormente verso il modello entry-level. Equipaggiata con il motore a tre cilindri 1.2 PureTech da 130 CV, sarà rafforzata da una microibridazione a 48 V e da una trasmissione a doppia frizione progettata in collaborazione con Punch Powertrain.

Quest’ultimo include un motore elettrico da 20 kW di potenza. Questa architettura non consente di guidare l’auto al 100% in modalità elettrica, ma aumenta la potenza totale a 150 CV e riduce le emissioni di CO2. Restano due domande. Che dire della 508 PSE, la versione ibrida plug-in sportiva con una potenza totale di 360 CV, che ha venduto 2.000 esemplari, tra berline e autovetture? E il motore diesel BlueHDi 130? Faranno ancora parte del viaggio dopo il restyling? Nulla è meno certo. In ogni caso, alla 508 restyling non mancheranno le risorse e questa sarà la sua ultima occasione per convincere… o meno.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contentsads.com