La futura Bugatti avrà un Cosworth V8 ibrido da 2.000 CV?

Entro il 2026, Bugatti lancerà il successore della Chiron. Il marchio abbandonerà la W16 e potrebbe beneficiare dell'esperienza di Cosworth, con un V8 ibrido spinto a 2000 CV.

La futura Bugatti sembra avere delle caratteristiche molto interessanti. Da quando Bugatti è passata sotto il controllo di Rimac e Porsche, l’azienda guarda al futuro con uno spirito nuovo. La W16, che ha dato vita alla Bugatti moderna che conosciamo dagli anni 2000, sarà durata solo vent’anni.

Un tempo lungo e breve allo stesso tempo, per un meccanismo che è stato estremamente costoso da sviluppare e che ha soddisfatto solo meno di 1.000 clienti, tra cui la Veyron e la Chiron.

Ora la grande domanda è: cosa troveremo sotto il cofano della futura Bugatti, quella la cui missione sarà far dimenticare la W16?

Futura auto Bugatti: un’architettura che ha raggiunto un consenso

Sempre più costruttori optano oggi per il V8 ibrido, per ragioni di architettura, spazio e peso.

Sappiamo già che la futura Bugatti sarà ibrida, ma se avessimo potuto sperare in un grande motore elettrificato (V10 o V12), non sarebbe stato così. Secondo Automobilwoche, Matej Rimac, il giovane capo dell’omonimo marchio che sta lavorando alla discendente della Chiron, avrebbe richiesto i servizi di Cosworth.

futura Bugatti dettagli

Si tratta di un rinomato costruttore di motori britannico che di recente ha lavorato su un V12 ad aspirazione naturale per l’Aston Martin Valkyrie o su un altro V12 per la Gordon Murray T.50. E l’incontro non è così casuale: Rimac fornisce già le batterie per la Valkyrie… Tutte queste persone si conoscono da vicino e da lontano!

Ma alla Bugatti non si parla di un V12. Il motivo sarebbe piuttosto semplice: Bugatti punterebbe a 2000 CV e la sola parte ibrida (fornita da Rimac) svilupperebbe già oltre 1000 CV.

Un V8 sarebbe quindi più che sufficiente per colmare il divario e superare questo fatidico traguardo mai raggiunto da una Bugatti. L’uso massiccio di carbonio e metalli leggeri permetterà a questa hypercar di limitare il peso: se la W16 era pesante, anche l’associazione tra un V8 e un ibrido non sarà delle più leggere.

Da solo, il V8 Cosworth avrebbe sviluppato tra gli 800 e i 1000 CV. Resta da vedere se sarà sovralimentata o meno, dato che gli inglesi sono abituati a produrre potenze molto elevate senza assistenza respiratoria.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contents.media