Le dieci migliori coupé ad alte prestazioni del 2021

Auto dall'aspetto sfacciato e dalle prestazioni gratificanti.

La ricetta per una coupé ad alte prestazioni è semplice: prendetene una di bell’aspetto, datele un look più muscoloso se ne ha bisogno, e mettete un motore potente nel muso.

Le versioni di queste coupé esibiscono ognuna le proprie caratteristiche esaltanti, rendendole uniche da possedere, guidare e vivere.

Mercedes-AMG C63 S Coupé

La Mercedes-AMG C63 S Coupé è dotata di così tanta potenza, bell’aspetto e maneggevolezza che è difficile non cadere in adorazione sotto il suo incantesimo. Diventa ancora più difficile quando ci si rende conto che questa sarà l’ultima Classe C AMG del suo genere con un motore V8, con la potenza ibrida a quattro cilindri in linea per la prossima.

Il V8 biturbo da 4,0 litri della C63 potrebbe non avere il fascino generale del suo antenato, il V8 normalmente aspirato da 6,2 litri.

Tuttavia, il motore da 503 CV è facile, piacevole, appassionante ed esaltante. Un’Audi RS5 potrebbe essere più appariscente, una BMW M4 più precisa, ma nessuno dei due può eguagliare il fascino complessivo di Merc che perfeziona il tradizionale modello di coupé dal grande cofano e dai grandi colpi.

BMW M4 Competition

Con l’arrivo della nuova generazione G22 di Serie 4 e una nuova M4 ora in vista, si potrebbe lottare per trovare le scorte rimanenti della M4 uscente.

Le prime M4 della vecchia generazione si sentivano maldestre e poco controllate sull’asse posteriore, il che a volte – combinato con una carenza di trazione – le rendeva spigolose e snervanti da guidare. Tuttavia, ogni versione successiva ha migliorato il pacchetto, ed è decisamente più composta e prevedibile di una volta.

È anche un’eccellente coupé sportiva se misurata contro qualsiasi dei suoi rivali, e probabilmente una delle migliori BMW veloci fino ad oggi.

BMW M2 Competition

Avendo sostituito la M2 normale, la M2 Competition è ora la bambina della magnifica divisione M di BMW. Tuttavia, non lasciate che il suo status junior vi inganni nel pensare che sia un mero fac-simile dei più grandi e veloci modelli M3 e M4: è tutt’altro. La verità è che questa è la migliore auto da corsa che BMW stia producendo ora, e si collocherebbe più in alto se non fosse per alcuni difetti.

L’unità a sei cilindri della vecchia auto è stata abbandonata in favore di una versione modificata del sei cilindri in linea biturbo della vecchia M3. Le modifiche al telaio e alle sospensioni, invece, assicurano anche che la M2 Competition sia ora una macchina più nitida, più concentrata e più agile di prima. Si tratta di una coupé estremamente equilibrata e composta, che affronta il compito di essere stracciata in pista con lo stesso entusiasmo con cui affronta un’esplosione su una strada secondaria malconcia. I piloti appassionati non saranno delusi.

Alpina B4 S

Mentre l’Alpina B4 si è sempre sentita innegabilmente rapida, la B4 S coupé che la sostituisce è una seria macchina ad alte prestazioni. Non si tratta della potenza (fino a 30bhp a 434bhp) ma di quella coppia aggiuntiva che fornisce prestazioni meravigliose: un chiaro passo avanti rispetto al suo predecessore.

È un’auto più morbida della M4, di cui è una sorta di fratello estraneo, e c’è un prezzo da pagare nel controllo del corpo attraverso curve molto veloci. Ciononostante, non si sente mai nervosa, come può fare una M4. Scommetteremmo che anche i sorrisi del suo guidatore sarebbero maggiori, anche se alla fine non è così veloce in pista.

Ciò che vende la B4 S è il suo carattere e la sua usabilità rilassata. È una coupé di classe e affascinante. Non c’è niente di simile nella classe.

BMW M440i

Sì, un altro prodotto BMW alla fine della nostra classifica, anche se questa volta ne è uno nuovo di zecca. La M440i è il top della gamma, e la ragazza è degna di questo status, almeno da dietro il volante. A differenza della M4, questa è un’auto che implora di essere usata ogni giorno, ma il cui telaio premia ancora il pilota come pochi altri possono fare, se ci si trova sulla strada giusta al momento giusto.

Disponibile solo a quattro ruote motrici, il sei cilindri in linea turbo della M440i eroga 369 CV, che sono più che sufficienti per rivelare il lato giocoso dell’auto.

Meglio ancora, la M440i ha eccellenti qualità GT nel suo armadietto, essendo a gambe lunghe, raffinata e lussuosa.

Lexus RC F

La Lexus RC F è un passo importante per un giovane marchio di prestazioni, e aggiunge molta varietà necessaria a questa parte del mercato. È stata creata con un budget, uno sforzo e un impegno non indifferenti. È fresca, audace e diversa, ed è piacevolmente senza riserve e fedele al suo scopo: un’auto facile da amare.

La RC F non è così facile da giustificare, però. Per quanto effervescente possa essere il propulsore V8 dell’auto, può essere anche insoddisfacente e persino frustrante a volte, associato a un cambio automatico con troppi rapporti. Anche le specifiche del telaio fanno promesse dinamiche che la gestione non riesce a mantenere pienamente.

Ciononostante, questa coupé ha grande fascino e il suo V8 è ugualmente interessante.

Ford Mustang GT e Bullitt

Per questi soldi, la cosa più sensata da fare sarebbe comprare un’Audi TT o una BMW Serie 2 Coupé, vero? E se lo faceste, sarebbe un enorme peccato. Sì, quest’auto ha degli svantaggi significativi: dovete pensare due volte a dove parcheggiare in città, così come il numero maggiore di visite alla pompa di benzina rispetto ai vostri coetanei. Tuttavia, nessun’altra auto a questo prezzo può fare quello che fa la Mustang.

Il suo powertrain porta con sé un fascino che i motori con meno cilindri semplicemente non possono eguagliare, e il suo equilibrio intrinseco del telaio è assolutamente fantastico. Scegliete la versione Bullitt e otterrete un’auto con una potenza V8 adeguata e un carattere combattivo, così come una tenuta di strada significativamente migliorata e una presenza visiva traboccante. Tutto ciò per meno di 50.000 sterline. Che il buon senso sia dannato.

Coupé Ford mustang

Mercedes-AMG E53 Coupé

Di recente, l’ammiraglia della Classe E Coupé è dotata di un sei cilindri turbo in linea da 429 CV e 384 lb ft, che è integrato da un motore di avviamento/alternatore da 21 CV e 184 lb ft. La E 53 Coupé vanta quindi un ritmo adeguatamente rapido e impeccabilmente regolare.

La sua corsa può non impressionare particolarmente, ma è ottima per i viaggi a lunga distanza, e può comunque soddisfare il pilota. È un posto lussuoso dove passare il tempo.

Audi RS5

Il V6 biturbo di questa Audi RS5 non domina più l’esperienza di guida. Qualsiasi apprezzamento più profondo di questa coupé si basa sul riposizionamento tattile del modello. Scavate l’atmosfera da mostruosa GT, e le doti consolidate dell’auto per lo splendore degli interni, la prodezza tecnica e gli sguardi taglienti iniziano ad avere un senso considerevole.

Vista da questo punto di vista alternativo, che non ha quasi nulla a che fare con la maneggevolezza e l’esuberanza dinamica che esemplifica i suoi rivali, la RS5 appare contemporaneamente limitata e forse più attraente che mai.

Mercedes-AMG C43 Coupé

Anche se la C43 potrebbe essere considerata una AMG-lite da alcuni, Affalterbach non ha semplicemente aggiunto potenza al suo V6 biturbo da 3.0 litri dicendo: “Ok, così va bene”. Infatti, anche il telaio è stato revisionato, e si combina con il motore per realizzare una coupé sportiva rapida, sicura e fine a tutto tondo.

Scegliete la C63 full-fat se ve la potete permettere, perché è uno spasso assoluto. Tuttavia, se non siete preoccupati per tutto quel V8, allora a 15.500 sterline in meno della C63, la C43 Coupé è una bestia comoda e per tutte le stagioni.

Se doveste essere dubbiosi sui 367 CV, pensando che non siano sufficienti, è una sciocchezza. È abbastanza veloce.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le auto più veloci del mondo

Le dieci migliori monovolume del 2021

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media