Migliori auto ibride e PHEV del 2021

Le migliori auto per ogni necessità.

Le auto ibride forniscono una miscela di efficienza, un’enorme autonomia e basse emissioni – e alcune di esse sono anche molto potenti. Il recente annuncio del governo che bandisce i combustibili fossili dal 2030 ha un’importante sotto-clausola che estende la vita degli ibridi al 2035.

Tra il 2030 e il 2035, nuove auto e furgoni possono essere venduti se hanno la capacità di guidare a una distanza significativa con zero emissioni (per esempio, ibridi plug-in o ibridi completi), e questo sarà definito attraverso la consultazione.

In sostanza, significa che le auto ibride continueranno ad esserci per il prossimo decennio e mezzo.

Come funzionano le auto ibride?

Ci sono diversi tipi di auto ibride: alcune sono chiamate “autocaricanti” e non hanno mai bisogno di essere collegate, mentre altri modelli sono spesso marchiati come ibridi plug-in.

In tutti gli ibridi, un motore elettrico farà tipicamente gran parte del lavoro di guida dell’auto – dandoti un funzionamento pulito e tranquillo in città. Tuttavia, se ci si spinge più lontano o si applica una forte accelerazione, il motore a benzina o diesel dell’ibrido entrerà in funzione, permettendoti di guidare fino a quando avrai carburante nel serbatoio, facilmente rifornibile. Bello, eh?

Sono economiche da gestire?

Gli ibridi non sono una novità; le prime auto a benzina-elettriche sono arrivate alla fine degli anni ’90, guidate dalle originali Toyota Prius e Honda Insight.

Sono ancora presenti interessanti vantaggi finanziari: si evita l’alto prezzo di acquisto di un veicolo elettrico a batteria pura e si beneficia potenzialmente di una tassa sulle auto aziendali meno costosa.

Purtroppo, il Plug In Car Grant del governo non è più applicabile alle auto ibride. Solo i modelli completamente elettrici ora si qualificano per la sovvenzione, che può tagliare fino a 3000 sterline dal prezzo di listino di un EV.

Le migliori ibride per la famiglia

VW Golf GTE

La nuova Volkswagen Golf GTE è una maggiore introduzione al genere ibrido plug-in. Confeziona una batteria agli ioni di litio 13kWh più grande e un motore elettrico accanto al familiare motore 1.4 TSI del gruppo VW, per un’uscita di sistema grintosa di 242 CV. Non c’è da stupirsi che sia veloce come una Golf GTI, ma può viaggiare fino a 32 miglia con la silenziosa, santa potenza EV.

BMW 330e

Un classico della razza, la BMW serie 3 ibrida aggiunge un motore elettrico da 87 CV al familiare motore da 2,0 litri. Porta quindi una gamma elettrica teorica di 25 miglia e alcune interessanti agevolazioni fiscali, risparmiando ai conducenti di auto aziendali un buon paio di centinaia di sterline al mese. È ora disponibile come un’estate dive-door Touring, così come la berlina a quattro porte.

Hyundai Ioniq Hybrid

La Ioniq è quella cosa rara: un’auto che è disponibile in tre diverse forme elettrificate – come un ibrido, un ibrido plug-in o un’auto elettrica pura. È di bella dimensione; un po’ più piccola della Prius ma abbastanza spaziosa per la vita quotidiana. La Ioniq Hybrid costa da circa 22.000 sterline, mentre la Ioniq Plug In arriva a circa 26.000 sterline, grazie alle sue batterie più grandi e all’autonomia elettrica di 39 miglia. Inoltre, quando la batteria si esaurisce, il motore a benzina entra in funzione per ricaricarla, offrendo il meglio dei due mondi.

Mercedes-Benz Classe C C350 E berlina e Estate

Disponibile in entrambi gli stili di carrozzeria berlina a quattro porte e cinque porte, la Classe C plug-in ha una valutazione di CO2 lodevolmente bassa di soli 49g/km. Con una batteria agli ioni di litio 6.2kWh, Merc cita una gamma EV di 19 miglia e in seguito il motore a benzina a quattro cilindri entra in funzione. Sulla carta, è un mix convincente – solo che non funziona così bene sulla strada aperta, nella nostra esperienza. Tuttavia mostra la direzione di marcia di Mercedes-Benz, mentre si prepara a lanciare la EQC completamente elettrica.

Toyota Prius

Il grande papà della scena delle auto ibride, la Prius è l’originale e – alcuni direbbero – la migliore. Guarda oltre il suo stile volutamente divisivo, e scoprirai una macchina di famiglia estremamente intelligente. Scegli tra il modello Prius Hybrid normale (che si ricarica da solo) o il Prius Plug-In, che è un PHEV. È tutto molto Ronseal: la prima non richiede la connessione, mentre la seconda sì, se si vuole sperimentare la sua massima autonomia elettrica in città.

Toyota cita un risparmio di carburante di 235 mpg ed emissioni di CO2 di soli 28 g/km per la Plug-In (non aspettarti di raggiungerlo in condizioni reali).

Land Rover Defender PHEV

Se stai acquistando un plug-in off-roader c’è ora un sacco di scelta – e il nuovo Land Rover Defender ibrido è tra i front-runners. Il nuovo Defender P400e mescola il 2.0 litri, quattro cilindri a benzina con un potente motore elettrico, dando un sistema combinato di 398bhp – e abbastanza gamma per guidare 27 miglia su energia elettrica. Land Rover cita emissioni di CO2 di soli 74g/km e 85.3mpg economia combinata.

Altre auto ibride di famiglia da considerare includono la Ford Mondeo e Kuga, la Vauxhall Grandland X Hybrid4 e la Land Rover. Anche la gamma di modelli TwinEngine T8 della Volvo merita di essere presa in considerazione.

migliori auto ibride

Peugeot 508

È la piattaforma EMP2 del Groupe PSA usata da Peugeot, ed è progettata per funzionare con motori a benzina, diesel e ibridi plug-in. Questa pianificazione anticipata significa che questa 508 ibrida ha lo stesso volume del bagagliaio delle sue controparti a motore. L’elegante esecuzione di Peugeot è probabilmente la migliore misura per un powertrain ibrido plug-in nella gamma del marchio. Non venire qui in cerca di maneggevolezza tagliente, però – che è quello per cui la 330e della BMW è perfetta – e la cabina potrebbe essere più spaziosa.

Tuttavia, questo farà appello non solo agli acquirenti di auto aziendali per i suoi bassi tassi di BiK, ma anche a quelli attratti dalla generale atmosfera confortevole e tranquilla che la 508 fornisce. L’aggiunta di e-power aggiunge anche un sacco di coppia extra e un po’ di e-range veramente utilizzabile.

Migliori auto estate

Skoda Superb Estate iV

La Skoda Superb è stata a lungo un must per coloro che vogliono spazio, valore decente e l’esecuzione che il marchio ‘budget’ di VW ora promette su tutta la linea. L’aggiunta del powertrain ibrido al mix lo rende solo più convincente. Inoltre, il distintivo iV denota che questa è la versione ibrida plug-in, abbinando un motore a benzina 1.4 TSI con un motore elettrico da 85kW che aiuta le ruote anteriori. Risultato? Skoda cita emissioni di CO2 inferiori a 40g/km, un tempo di 7.7sec 0-62mph e funzionamento solo elettrico fino a 37 miglia. Si tratta di una combinazione allettante.

Toyota Corolla Touring Sports Hybrid

Prezzo a partire da circa £ 28.000, è possibile prendere il bodystyle wagon nella Corolla Hybrid per elettrificare i doveri di famiglia. Toyota sostiene fino a 55mpg e le emissioni di CO2 si attestano a 112g/km per tagliare i costi di gestione. La conoscenza, le specifiche e l’esperienza di Toyota in materia di auto ibride sono racchiuse in una carrozzeria sorprendentemente pratica.

Volvo V90 T8 Motore Gemello

Volvo offre la maggior parte delle sue grandi auto con specifiche ibride Twin Engine, e una delle nostre preferite è la grande V90 estate. Questa è una bella macchina e veloce, con una potenza combinata di 400bhp dal motore a benzina e da quello elettrico. Se la V90 è troppo grande, non dimenticare che puoi scegliere uno qualsiasi dei modelli della serie 90 o 60 con la stessa tecnologia ibrida Twin Engine.

Peugeot 508 Hybrid SW

La versione station wagon della Peugeot 508 SW. Poche auto in questo settore hanno una tale drammaticità visiva dentro e fuori come la 508. Le specifiche Allure di fascia media e inferiori non hanno quelle fantastiche luci diurne “a zanna” ma, anche senza di esse, ha una forma elegante.

All’interno, il design i-Cockpit di Peugeot sembra ancora fresco e la qualità dei materiali è impressionante. Si deve ancora sopportare il sistema di infotainment di PSA, piuttosto complicato, ma il layout widescreen lucido nel cruscotto è la versione più ad alta risoluzione che abbiamo visto. Per la versione Hybrid, c’è un pulsante in più con un piccolo fulmine sulla disposizione del cruscotto, simile a un tasto di pianoforte. Permette di caricare la batteria in movimento (a scapito dell’efficienza del carburante) e di gestire i tempi di ricarica.

Inoltre, mostra anche il grafico del flusso di energia – un punto fermo delle auto ibride – che può essere visto anche negli strumenti digitali dell’i-Cockpit.

le migliori auto ibride

Le migliori auto sportive ibride

Honda NSX

Un fioretto giapponese alla sciabola tedesca, la NSX fa il suo lavoro in modo molto più high-tech. C’è un V6 twin-turbo, tre motori elettrici e la trazione integrale – portando un serio 565bhp, 0-62mph in tre secondi e un prezzo di 144.000 sterline. Dove firmiamo?

Lexus LC500h

Bella? Controlla. Rara ed esclusiva? Puoi scommetterci. La Lexus LC è disponibile con la pura potenza del V8, o come ibrida – e non si può sbagliare di molto con la versione benzina-elettrica. Si rinuncia a un paio di cilindri, ma il V6 da 3,5 litri ha ancora prestazioni decenti e Lexus dichiara un tempo di 0-62 miglia inferiore a cinque secondi. La velocità massima è fissata a 155 miglia orarie.

Altre auto sportive ibride da considerare includono la Cupra Leon PHEV plug-in hot hatch, capace di sfrecciare da 0-62 miglia in soli 6.7sec, mentre la Porsche Panamera è disponibile in vari stati di ibridazione.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Fiat 500X Dolce Vita Lauch Edition: una vettura a tiratura limitata

Nuova Kia Soul EV Maxx aggiunta alla line-up

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media