Nuovo stabilimento ungherese di BMW: produrrà la Neue Klasse

La scelta di Debrecen è doppiamente strategica per diversi motivi...

Alla periferia di Debrecen ci sarà un altro cantiere: il nuovissimo stabilimento ungherese di BMW. Il prossimo fiore all’occhiello industriale del gruppo verrà utilizzato per produrre automobili di nuova generazione.

Lo stabilimento ungherese di BMW

BMW poserà le prime pietre dell’edificio molto presto, mentre un project manager è stato nominato ieri per questo importante sito.

Quest’ultimo produrrà circa 150.000 veicoli all’anno, quando sarà operativo. Per BMW, la scelta di Debrecen è doppiamente strategica. Innanzitutto perché le autorità locali hanno ampiamente facilitato la convalida del dossier, ma anche perché la forza lavoro è molto più economica che in Germania! Soprattutto, la fabbrica si trova a soli 900 km dalla sede centrale di Monaco. Non siamo più in Germania da un punto di vista legale, ma geograficamente è quasi lo stesso.

In ogni caso, questa fabbrica mostra l’appetito delle marche tedesche per l’Ungheria: Audi (la più grande fabbrica di motori a benzina ed elettrici del mondo) e Mercedes hanno già siti di produzione in questo paese. Più in generale, tutta l’Europa dell’Est ha attirato i produttori per molto tempo (Ungheria, Slovacchia, Repubblica Ceca). Suzuki, Porsche, Audi, Volkswagen… la lista delle marche presenti in questa regione d’Europa è infinita.

lo stabilimento ungherese di BMW

Tuttavia, il progetto BMW è stato ritardato enormemente, dato che aprirà le sue porte solo nel 2024 nella migliore delle ipotesi, mentre la costruzione doveva iniziare nel 2020. La pandemia ha aggiunto altri due anni al calendario del progetto, il che ha rimescolato le carte in termini di gestione del progetto.

Non bisogna dimenticare che Opel è stata costretta a chiudere una fabbrica a causa della crisi dei semiconduttori.

Neue Klasse

La “nuova classe” di modelli BMW sarà prodotta in parte a Debrecen, che sarà uno dei primi stabilimenti a produrre la nuova generazione di BMW sulla piattaforma Neue Klasse. Questa è una rivoluzione per BMW, che è stata lenta a saltare sul carrozzone elettrico. La i4, la iX3 e la prossima iX1 sono ancora sviluppate su piattaforme progettate principalmente per motori a combustione, a differenza di alcuni concorrenti come Tesla, Hyundai e anche Audi. Intanto, è stato svelato il nuovo i Vision Circular, un concept basato sulla sostenibilità.

La “Neue Klasse” permetterà a BMW di avere un coltellino svizzero in grado di supportare gruppi elettrici, ma anche ibridi e a idrogeno. Soprattutto, il gigante tedesco avrà una piattaforma a fondo piatto, senza tunnel di trasmissione, che è essenziale per ottimizzare lo spazio per le batterie e massimizzare l’autonomia e il volume a bordo. La seconda rivoluzione della BMW dopo la Neue Klasse degli anni ’60 avrà questa volta un piccolo assaggio di gulasch.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Volkswagen ID.5: un costoso SUV-coupé elettrico

Jaguar non lancerà altri modelli prima del 2025

Leggi anche
Contents.media