Notizie.it logo

Pelle di daino: a cosa serve

Pelle di daino: a cosa serve

Sempre più automobilisti utilizzano la pelle di daino per asciugare e lucidare il proprio veicolo.Per un suo migliore utilizzo, deve essere prima bagnata in acqua e soltanto dopo averla strizzata per bene, si potrà applicare sulla vettura. Vediamo come usarla e come pulirla.

Quando la pelle di daino si sporca, si deve subito pulire. In questo modo si eviteranno seri danneggiamenti al materiale. Tuttavia, pulirla non basta. La pelle di daino richiede anche un accurato lavaggio con sapone da bucato.

Se volete comprare questo utile oggetto, lo potete trovare presso qualsiasi supermercato, distributore di carburante o in negozi specializzati nella vendita di accessori per automobili e motocicli, oltre che in molti siti di e-commerce del settore auto e moto.

Come usare pelle di daino

Prima di utilizzare la pelle di daino per asciugare l’auto, bisogna bagnarla in acqua.

Poi si deve strizzare e applicarla come fosse un normale panno o un fazzoletto. Quindi occorre aprirla completamente e passarla sulla carrozzeria bagnata.

All’inizio, in maniera grossolana, bisogna passarla togliere i residui di acqua dall’auto. Poi, strizzando ulteriormente la pelle di daino, bisogna applicarla con più attenzione così da asciugare bene l’intera carrozzeria dell’automobile. Una volta terminata l’operazione, se volete riutilizzare la pelle di daino, si dovrà pulire e lavare.

Come pulirla

Quando la pelle di daino si sporca non possiamo pulirla con qualsiasi cosa o rischiamo di danneggiare il materiale. Vediamo alcuni consigli utili per pulirla ed eliminare le macchie adeguatamente:

  • Quando la macchia è asciutta bisogna strofinare delicatamente con una gomma. Farlo piano, senza applicare forza eccessiva, così la macchia secca scomparirà.

    Per far sì che il pelo della pelle di daino sia pettinato adeguatamente puoi passarci sopra un asciugamano asciutto;

  • Se la macchia è fresca, prendete una tovaglia assorbente di carta e premete delicatamente sulla macchia;
  • Dopo che la macchia è stata parzialmente assorbita dalla carta, inumidite un panno morbido e applicate un po’ di aceto. Strofinate con delicatezza sulla macchia e poi fate arieggiare.

Come lavarla

La pelle sporca deve essere lavata con comune sapone da bucato, stropicciandola senza strizzarla energicamente. Quindi la si sciacqua in acqua tiepida nella quale bisogna aggiungere un poco di ammoniaca.

Ora si prende la pelle e la si immerge in un bagno di acqua e sapone stropicciandola energicamente. Dopo quest’ultima risciacquatura, si avvolge la pelle in una tela e la si torce per eliminare l’eccedenza d’acqua.

Si stende la pelle su un piano e la si ricopre con gesso o scagliola lasciandola riposare fino a che non sia asciutta.

Bisogna ora prendere la pelle e stropicciarla energicamente per eliminare le tracce di gesso, quindi spazzolarla e sbatterla alternativamente. Con questo sistema la pelle di daino rimane morbidissima e sempre pronta all’uso. Se la pelle di daino fosse particolarmente sporca e con macchie di unto e di grasso è meglio effettuare il primo lavaggio con un prodotto specifico che si può reperire in un negozio di autoaccessori o da un benzinaio ben fornito.

Pelle di daino o microfibra

La pelle di daino è ottima per asciugare e lucidare la macchina, ma ha il problema di dover essere pulita, lavata e strizzata più volte prima di ottenere risultati ottimali.

Altrimenti tende a lasciare residui e striature fastidiose.

Il panno in microfibra per auto invece, consente da subito una maggiore assorbenza, lasciando il tuo veicolo senza lasciare traccia di polvere o di acqua.

La manutenzione della microfibra è molto più comoda e veloce, dopo ogni utilizzo può comodamente esser messa in lavatrice e ritorna subito pulita e pronta per essere riutilizzata. Questo è possibile per via della sua composizione in poliestere e poliammide, due materiali che gli conferiscono resistenza e grande potere pulente.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche