Porsche non ha più fari e non consegna più alcuni modelli

Centinaia di Macan e Panamera sono in magazzino perché non possono essere consegnate. Ecco cosa sta succedendo...

Porsche non consegna più alcuni modelli e le motivazioni non sono troppo rassicuranti. Produrre automobili nel 2022 è un vero e proprio sacerdozio. Tutti i produttori, senza eccezioni, stanno vivendo l’amara esperienza della penuria che ora proviene da tutte le direzioni: Ucraina, ma anche Asia.

La Cina sta affrontando una piccola crisi economica aggravata dai casi Covid, che non aiuta l’intera filiera. Porsche sta subendo le conseguenze in Germania per due importanti modelli che sono parzialmente bloccati in fabbrica.

Porsche non consegna più alcuni modelli: Macan e Panamera cercano i fari

I clienti che hanno optato per una Panamera o una Macan con luci a matrice dovranno avere pazienza. La casa automobilistica ne è talmente a corto che ora è costretta a stoccare “centinaia” di Macan e Panamera in fabbrica.

Il direttore di produzione dello stabilimento di Lipsia ha confermato l’informazione ad Automobilwoche. “Al momento è davvero estenuante, perché bisogna essere sempre vigili. È difficile prevedere quando la situazione migliorerà in modo sostanziale”, ha commentato.

Per il momento, Porsche è in calo nel primo semestre dell’anno, con vendite in calo di circa il 5% rispetto al primo semestre del 2021. Non è certo un disastro, ma gli anni di crescita “infinita” di Porsche sembrano destinati a finire nel 2022.

porsche non consegna alcuni modelli

Una Macan da non perdere

L’impossibilità di consegnare le Macan con luci a matrice è una sfida per Porsche, dato che questo è il modello che frutta più soldi al produttore.

Innanzitutto, perché è il suo numero uno a livello mondiale (88.000 consegne nel 2021, su 300.000 vendite totali). Per la Panamera, l’impatto è un po’ meno forte, dato che la berlina e la sua versione economica rappresentano ormai solo il 10% delle vendite di Porsche. Ma cosa si può fare per evitare questo tipo di inconvenienti?

Per Albercht Reimold, sarà necessario “standardizzare maggiormente i componenti per ridurre la complessità della catena di fornitura”. È una cosa che si sente dire sempre più spesso, anche in Germania, un tempo campione di lunghi cataloghi di optional e di migliaia di combinazioni possibili per la configurazione di un veicolo. Porsche è uno dei produttori che offre il maggior numero di opzioni. Per controllare meglio gli ordini e le catene di fornitura, Porsche dovrà probabilmente ridurre queste possibilità e razionalizzare i cataloghi. Probabilmente vedremo gli inizi di questa politica sulla futura Macan elettrica.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contents.media