Ridurre la velocità o fermarsi: è obbligatorio uscendo dai centri abitati?

E' sempre obbligatorio ridurre la velocità o fermarsi, se usciamo da un centro abitato

Durante il test di teoria per la patente, uno dei quiz potrebbe richiedere se è obbligatorio ridurre la velocità o fermarsi uscendo dai centri abitati e la risposta a tale quesito è FALSO.

Questo esempio rientra nella categoria dei limiti di velocità, ed è importante leggere con attenzione il testo perché ci sono molte domande apparentemente simili che incontriamo durante la preparazione al quiz.

Tanti quesiti Infatti iniziano allo stesso modo” è obbligatorio ridurre la velocità e all’occorrenza fermarsi […]” individuando diverse circostanze.

Bisogna ridurre la velocità uscendo dai centri abitati?

Utilizzando le medesime parole e formule che si trovano nei quiz, sono vere tutte quelle che riguardano l’obbligo di ridurre la velocità in vicinanza ad attraversamenti pedonali, la presenza di pedoni che mostrano comportamenti potenzialmente pericolosi (ad esempio tardano a scansarsi oppure mostrano segni di incertezza), in presenza di animali sulla strada che mostrano segni di spavento, e quando si viene abbagliati dalla luce (ad esempio di altri veicoli che si muovono nella direzione opposta).

Sono invece false le domande che iniziano allo stesso modo e che concernono la necessità di ridurre la velocità in presenza di passi carrabili, fermate degli autobus, cavalcavia, autovelox, qualsiasi segnale stradale (a prescindere dal significato che rappresenta), e all’uscita di un centro abitato .

Quando è obbligatorio

Per quanto riguarda la determinazione della velocità da mantenere (e quindi ridurre la velocità di conseguenza), il conducente deve sempre essere in grado di fermare il veicolo in sicurezza e nel campo di visibilità, regolando la velocità in curva, nei tratti di strada in cui la visibilità è limitata, in prossimità di incroci.

Bisogna ridurre la velocità e fermarsi all’occorrenza anche vicino a scuole e altri luoghi frequentati dai bambini, passaggi stretti o ingombrati, forti discese, attraversamento di centri abitati, strade fiancheggiate da edifici, in caso di meteo avverso e ghiaccio, quando risulta difficoltoso incrociare un altro veicolo e durante le ore notturne.

Le domande a trabocchetto nel quiz di teoria

Sono invece falsi tutti i quesiti che indicano come obbligatorio ridurre la velocità o fermarsi quando usciamo dal centro abitato, nelle strade a senso unico e in quelle provinciali, nelle nelle ore diurne ma non in quelle notturne (perchè mai di notte non si dovrebbe essere altrettanto prudenti?), nei rettilinei ma non in curva, lungo le salite, in presenza di agenti del traffico, in prossimità di autovelox.

Spesso basta il ragionamento per rispondere correttamente alle domande del quiz per l’esame di teoria, tuttavia per compensare la naturale emozione che potrebbe presentarsi il giorno del test, può risultare molto utile esercitarsi con tutti i quesiti messi a disposizione del Ministero in modo che il giorno dell’esame saremo sicuri di essere di fronte a domande che abbiamo già studiato e su cui abbiamo già ragionato.

Scritto da Elena Piu
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Aston Martin AMR21: tutte le caratteristiche della monoposto inglese

Aprilia RSV4 2021, cambio di look dopo oltre 10 anni

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media