Triumph Tiger 850: motore ed elettronica che convincono

Triumph Tiger 850 sigla diversa ma stessa cilindrata delle sorelle maggiori. Scopri la entry level Tiger, prezzo e caratteristiche

Triumph Tiger 850 rappresenta il modello entry-level della famiglia delle Tiger con un prezzo d’acquisto più accessibile e una elettronica ben presente ma semplificata: un mix che assicura comunque divertimento e prestazioni su strada.

La gamma delle crossover stradali made in England accoglie il modello Triumph Tiger 850 Sport basata sulla piattaforma della 900 GT senza particolari stravolgimenti.

Anche perchè a dispetto della sigla, il motore e le dimensioni sono le stesse: rispetto alla 900 GT però l’elettronica è più minimale ma il prezzo d’acquisto ‘ne guadagna’ e scende a 11.400 euro.

Triumph Tiger 850 Sport: stesso motore della top di gamma

Come anticipato, il propulsore è lo stesso tre cilindri in linea con cilindrata da 888 cc; la potenza scende da 95 a 85 cavalli a 8.500 giri lasciando praticamente invariato il picco di coppia massima che rende ancora più piacevole Triumph Tiger 850 a regime basso e medio.

I componenti sono di prima qualità, menzioniamo la forcella Marzocchi a steli rovesciati di 45 mm di diametro con 18 cm di escursione, l’ammortizzatore anch’esso marcato Marzocchi che è regolabile nel precarico con un’escursione di 17 cm e il prestigioso ed efficacissimo impianto frenante Brembo.

Triumph Tiger 850 Sport: elettronica e tecnologia

In sella a Triumph Tiger 850 troviamo una elettronica semplificata che però comprende comunque il controllo di trazione tradizionale – non cornering e l’ABS.

Anziché le 5 mappature motore della versione GT Pro, sono presenti solo le mappe strada e pioggia ma risultano più che sufficienti ad affrontare qualsiasi situazione quotidiana.

Nell’equipaggiamento elettronico di questo modello non sono presenti il cruise control, il Quick Shift e l’ammortizzatore posteriore regolabile elettronicamente che troviamo invece nella top di gamma. Gli strumenti di Triumph Tiger 850 possono essere impostati da un display a 5 pollici a colori TFT e bottoni collocati accanto alle manopole.

Disponibile in livrea grafite rossa oppure grafite e blu.

Triumph Tiger 850 Sport: prova su strada

Sulla strada Triumph Tiger 850 si dimostra decisamente maneggevole da guidare grazie anche alla seduta alta soli 81 centimetri che consente di appoggiare facilmente i piedi sul terreno. Per essere una crossover è anche piuttosto leggera perché in assetto di marcia non dovrebbe superare di molto i 210 kg.

Ad alto regime sono presenti vibrazioni sul manubrio ma mai particolarmente fastidiose e i piloti più alti di statura possono percepire qualche turbolenza nella parte alta del corpo. Ad ogni modo la precisione di guida e il comportamento in curva sono molto buoni. Triumph Tiger 850 è una entry level, ma a ben guardare, lo è solo per il prezzo.

Scritto da Elena Piu
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Honda CB 500 X, perfetto per l’offroad e performante in strada

Suzuki GSX-S 750: linee moderne e tanti cavalli

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media