Notizie.it logo

Vettel-Ferrari: ufficiale il divorzio a fine anno

Vettel Ferrari divorzio

Vettel e la Ferrari si separeranno a fine 2020. I possibili sostituti al tedesco sono lo spagnolo Carlos Sainz e l'australiano Daniel Ricciardo.

Vettel e la Ferrari annunciano in un comunicato il divorzio a fine stagione. La casa italiana ha comunicato sul proprio sito che il pilota tedesco lascierà la squadra al termine di quest’anno. Sicuramente se la stagione riprenderà Vettel punterà ad ottenere il massimo possibile dalle prestazioni che sarà in grado di mettere in pista la SF1000. In questo articolo vediamo come si è sviluppata la situazione in questi mesi, così da portare squadra e pilota a dirsi addio al termine di questa stagione.

Divorzio inatteso Vettel-Ferrari

La notizia pubblicata sui principali siti e giornali nella mattinata di oggi ha lasciato tutti basiti. Si vociferava di un possibile addio alla casa italiana da parte del quattro volte campione del mondo ma lo si pensava possibile nel periodo estivo, quello solitamente più caldo in termini di trattative e movimenti piloti tra le varie squadre del Circus.

E’ anche vero che la situazione legata al Coronavirus ha sicuramente accelerato le trattative, in quanto Sebastian avrà sicuramente sfruttato il periodo di quarantena per pensare al suo futuro, se potesse avere ancora senso continuare accanto a Leclerc.

Non crediamo possibile un cambio di casacca per il pilota numero 5 anche se la carta d’identità lo vede nel suo massimo periodo di forma dal punto di vista fisico. I 6 anni di convivenza senza riuscire a vincere un titolo con la squadre dei suoi sogni hanno inciso su questa difficile scelta.

Mercato Ferrari: Idea Ricciardo/Sainz

Parlando delle possibilità relative ai sostituti del tedesco in partenza, le scelte sono veramente ridotte. I probabili candidati sono: Daniel Ricciardo e Carlos Sainz.

L’australiano si è sempre dimostrato disponibile a trasferirsi a Maranello ed a vestirsi della tuta rossa, resta il problema dell’ingaggio che la Ferrari dovrebbe pagare che è veramente elevato. Il fattore economico, crediamo sarà il principale ostacolo alla trattativa. E’ anche vero che visto l’appeal del team e la maggiore competitività, sicurezza in fatto di risultati, potrebbero far abbassare le richieste del pilota di origini italiane pur di diventare un pilota Rosso.

Sainz invece secondo molti è il principale candidato per la sostituzione in quanto è stato accostato alla Ferrari negli ultimi anni ed i risultati dell’ultimo periodo lo confermano. E’ un ottimo secondo pilota in grado di portare punti alla scuderia dato che è uno dei piloti più forti in gara nel panorama della Formula 1 ed alla Ferrari servono un primo pilota ed un secondo in grado di portare punti se vuole lottare ad armi pari con Mercedes.

Le parole di Binotto

Intervistato dalla stampa Mattia Binotto ha commentato la scelta:

Abbiamo preso questa decisione insieme a lui. Riteniamo che sia la miglior soluzione per entrambe le parti. Non è stato un passo facile da compiere, considerato il valore di Sebastian come pilota e come persona.

Non c’è stato un motivo specifico che ha determinato questa scelta, bensì la comune e amichevole constatazione che è arrivato il momento di proseguire il nostro cammino su strade diverse per inseguire i nostri rispettivi obiettivi.

Ecco altri articoli sportivi riguardo la Ferrari:

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.