Alfa Romeo Brennero: tutto sul nuovo Suv del Biscione

Eleganza e compattezza: arriva Alfa Romeo Brennero, il nuovo urban Suv della casa italiana

Si avvicina il tempo di Alfa Romeo Brennero, il nuovo urban Suv della casa italiana. Elegante e compatto, il modello del Biscione dovrebbe fare il proprio debutto in ritardo rispetto alle attese, tra la fine del 2022 e il 2023, anche se a tal proposito non si possono avere certezze.

Alfa Romeo Brennero: cosa aspettarsi

Il mondo dei Suv è in continua evoluzione e anche la casa del Biscione non vuole restare indietro. Dopo Tonale, ecco Alfa Romeo Brennero, il Suv urban compatto che dovrà soddisfare le esigenze degli appassionati. L’uscita ufficiale della vettura subirà un leggero ritardo. Inizialmente prevista per il 2021 o al massimo il 2022, infatti, la casa italiana prevede, secondo le recenti indiscrezioni, di lanciare il suo nuovo modello solamente entro il 2023.

Il motivo è la mancanza dell’ok ufficiale da parte del gruppo Stellantis. In ogni caso non ci saranno problemi.

Alfa Romeo Brennero: caratteristiche

Alfa Romeo Brennero sarà senza ombra di dubbio una vettura del segmento B e nascerà sulla piattaforma CMP del gruppo francese PSA. Si parla di un vero e proprio Urban Suv, prodotto anche in versione completamente elettrica. Se per i dettagli come dimensioni e interni occorrerà aspettare qualche tempo, una prima analisi può essere fatta sulle principali caratteristiche che Alfa Romeo Brennero avrà.

Più eleganza che sportività. Il nuovo Suv punterà su lusso e stile nelle forme, senza provare a strafare dal punto di vista delle prestazioni. L’auto verrà prodotta presso l’impianto polacco di Tychy, assieme ad altri due modelli di Fiat e Jeep.

Alfa Romeo Brennero: motore e prezzo

Come detto in precedenza, la nuova Alfa Romeo Brennero potrebbe essere proposta nella configurazione a propulsione elettrica, con la potenza incrementata verosimilmente fino a 150 CV.

L’auto verrà prodotta, per la precisione, sulla piattaforma e-CMP che prevede un motore elettrico Nidec con batterie CATL originali la cui autonomia sarà aumentata.

Esistono poi altre ipotesi tra le quali figura anche il motore 1.2 TB a benzina nelle declinazioni da 115 CV, 136 CV e 163 CV di potenza, nonché il propulsore diesel 1.5 TD nelle versioni da 115 e 140 CV di potenza.

Non è possibile ancora sapere quale sarà il suo prezzo di listino ma si crede che possa aggirarsi attorni ai 25.000 euro per essere competitivo sul mercato.

Potrebbero anche interessarti questi nuovi modelli:

Scritto da Andrea Medda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Honda Forza 300 maxiscotter con tante dotazioni di serie

Honda Vision 110, uno scooter leggero e semplice da guidare

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media