Notizie.it logo

Auto diesel: quali sono le più economiche

Auto diesel: quali sono le più economiche

Auto diesel: come funzionano, quali sono i lati positivi e negativi nel guidare una macchina a gasolio e quali case producono i modelli migliori.

Cosa sono le auto diesel?

In questa categoria rientrano le macchine che, per estetica e modelli, hanno le stesse caratteristiche di un’auto a benzina che le accomunano alla stessa linea di design ma hanno una differenza sostanziale: l’alimentazione. Le auto diesel sono alimentate a gasolio e sfruttano la combustione per compressione. In parole più semplici, nelle auto diesel non sono presenti le candele che provocano la scintilla di innesco per avviare il motore.

Le auto diesel sono parenti molto stretti delle auto alimentate a benzina e sono indicate agli automobilisti che richiedono particolari caratteristiche.

Contrariamente alle auto alimentate a benzina, le auto diesel hanno un motore ad autoaccensione. Le auto diesel hanno infatti un motore che sfrutta il principio secondo il quale l’accensione avviene quando un gas viene compresso. L’aria che viene aspirata passa attraverso dei cilindri dove è riscaldata a una temperatura tra i 700°C e i 900°C per effetto della compressione provocando l’accensione quando il pistone immette il carburante.

L’incendio del carburante provoca la discesa del pistone che trasmette l’impulso all’albero motore che permette il movimento dell’auto.

Il motore di un’auto diesel richiede quindi una maggiore compressione e la struttura deve essere quindi ben più robusta rispetto a un motore a benzina. Ne consegue anche un peso maggiore del motore stesso, per non parlare dell’estrema precisione richiesta per l’immissione del combustibile nel cilindro. È per questo che il motore dell’auto diesel è controllato da un computer elettronico.

Vantaggi

Gli aspetti positivi di un’auto diesel sono senza dubbio i consumi e le lunghe percorrenze. Se utilizzi la macchina per compiere lunghi tragitti, una macchina alimentata a gasolio potrebbe essere la soluzione ideale per le tue esigenze. L’auto diesel rende il massimo delle proprie potenzialità in autostrada e con una velocità costante.

Quali sono le condizioni per cui dovresti acquistare un’auto alimentata a gasolio?

La risposta risiede in quante tratte a lunga percorrenza sei costretto a fare ogni giorno per recarti al lavoro o quante volte devi recarti in una località distante.

I percorsi effettuati inducono necessariamente a consumi proporzionati e un motore diesel è il migliore in termini di ottimizzazione del carburante. Nelle lunghe tratte e a velocità costante il motore a gasolio gira a un regime più basso di carburante, limitando gli attriti interni del motore.

Se percorri in media circa 20.000 km annui o quasi la metà dei tragitti è su superstrade o autostrade, non avere altri dubbi e passa immediatamente a un’auto diesel. Sebbene i costi siano più elevati, le prestazioni rispetto a un motore a benzina sono incalcolabili. Prendendo come esempio lo stesso modello di auto, il costo con alimentazione a gasolio sarà di certo maggiore, ma basta prendere come termine di paragone il costo del carburante per fare un conto veloce e il risparmio è già ben chiaro.

Svantaggi

Un’auto con motore a gasolio non presenta tuttavia solo aspetti positivi. I lati negativi sono da ritrovare innanzitutto nel costo più elevato della macchina, perché dal punto di vista meccanico è più complessa.

La robustezza del motore e la centralina elettronica sono elementi che inducono una certa lievitazione dei costi. Ne consegue una necessaria manutenzione da eseguire con regolarità. E i costi non sono poi così irrisori…

Molti esperti ritengono che le auto diesel siano meno confortevoli rispetto alle auto a benzina, perché risultano più rumorose e con maggiori vibrazioni. Ma non è tutto: nonostante l’integrazione dei filtri anti particolato (un dispositivo mirato all’abbattimento delle emissioni delle polveri sottili), le auto diesel risultano molto più inquinanti rispetto a un motore a benzina. Per di più, a differenza di un motore a benzina, che può essere convertibile a gas, in quello a gasolio non è possibile procedere a tale modifica.

Quali consumano meno

Nonostante i vantaggi e gli svantaggi, le macchine a gasolio continuano a garantire prestazioni eccellenti, abbinate a un prezzo non eccessivamente elevato. Vediamo pertanto quali saranno i modelli di auto diesel con un buon rapporto qualità/prezzo e consumi al di sotto dei 5 litri ogni 100 km, corrispondenti quindi a oltre 20 km con 1 litro.

A livello nazionale, a tenere alta la bandiera italiana troviamo l’Alfa Romeo Giulietta, che con i suoi 25,8 km, rappresenta una delle automobili più diffuse.

Altri modelli della casa torinese come la 500L e la 500X che rientrano in questi range, con una percorrenza di 24,4 km/litro. Se vogliamo scendere con i valori, la Jeep Renegade, appartenente al gruppo Fiat, garantisce un consumo di circa 23 km/l (modello di riferimento: motore Multijet 1598 cc).

Spostando lo sguardo sul mercato internazionale, troviamo la tedesca Audi che, con la sua A5 da 1968 cc e la TT Coupé registrano una percorrenza di 23,8 km per ogni litro di gasolio. Non da meno sono i competitor connazionali come Mercedes che con la classe A, B e GLA garantiscono una media di prestazioni pari a 24,5 km/l.

Non da meno sono i modelli BMW: (27,8 km/l per la serie 1, 23,3 per la serie 2 Gran Tourer, entrambe con motore da 1499 cc, 25,6 per la serie 3 e 23,3 per la serie 5, tutte e due con motore da 1995 cc.

Tra i modelli di utilitarie, troviamo la Citroën C3 da 1560 cc (29,4 km/l) e per la C5 (24,4, motore da 1997cc), le Ford Fiesta e Focus da 1.5tdci da 1499, che percorrono rispettivamente 27,8 e 26,3 km/l, per la Honda Civic 16Idtec da 1597 cc (27,8) e per la Hyundai i20 (da 1120 cc), che percorre 26,3 km/l, che ha la stessa motorizzazione e gli stessi consumi della KIA Rio 1.1CRDI.

Di non poca rilevanza sono i dati offerti dalla casa giapponese Nissan con motore francese di produzione Renault, come la Pulsar (27,8), la Note (25,0) e la Qashqai (26,3).

Particolarmente economiche e prestanti sono le norvegesi Volvo V40 (motore 1969 cc, ben 31,3 km/litro), S60 e V60, con lo stesso motore della V40, che fanno rispettivamente 26,3 e 24,4 km/l).

I consumi indicati sono meramente indicativi e servono come valore orientativo per fare un paragone tra i vari modelli.

Lo stile di guida, la manutenzione sono fattori che incidono sul consumo di carburante.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

300
Leggi anche