Notizie.it logo

Auto elettriche al freddo: cosa succede e come comportarsi alla guida

Auto elettriche al freddo: cosa succede e come comportarsi alla guida

Siamo in Inverno ed il freddo comporta parecchi disturbi con le auto. E le auto elettriche al freddo cosa rischiano?

Che ci piaccia o no, l’inverno è già qui. Indossate i guanti ed il cappotto pesante e preparare a guidare con molta cautela. Eh sì, siamo pronti a guidare sul ghiaccio, contro il vento freddo, la pioggia battente e perennemente al buio. Avete già montato gli pneumatici invernali, questo però non basta per essere al sicuro. Le auto elettriche al freddo rischiano molto, la batteria si affatica e l’autonomia si riduce. Vediamo nel dettaglio cosa succede ad un modello elettrico.

Auto elettriche al freddo: batteria

La maggiore preoccupazione che possa riscontare un proprietario di un’auto elettrica d’inverno riguarda la batteria. Bisogna sapere che un modello elettrico è maggiormente sottoposto al freddo e ai suoi problemi ed una batteria che non sia protetta dal freddo perde un ammonto di autonomia molto alto, addirittura del 30%.

Inoltre, le tempistiche saranno maggiori per una media di un’ora ricaricando da casa e mezz’ora per l’80% da una stazione.

Per quanto riguarda chi vive sulla neve, come è intuibile i rischi sono maggiori, perchè le temperature pari o inferiori allo zero vanno ad “addormentare” la corrente e di conseguenza le prestazioni sono molto meno efficienti perchè la batteria non confluisce l’energia come dovrebbe.

La soluzione è semplice: esistono dei riscaldatori di batteria che sono perfetti per evitare questo problema.

Baby it’s cold outside

Come mai quando le temperature sono così basse si utilizza tanta energia? La risposta è scontata: siccome fuori fa freddo, accendiamo il riscaldamento all’interno dell’abitacolo. Nelle auto termiche il riscaldamento usa quello del motore ma in quelle elettriche andiamo ad usare altri sistemi elettrici che prendono l’energia dall’autonomia.

Dobbiamo quindi stare al freddo? Certo che no, il trucco c’è.

Innanzitutto ricordiamo che ci sono molti modelli con i sedili ed il volante riscaldabili ma nel caso ne fossimo sprovvisti basta armarsi di un pochino di pazienza ed accendere il riscaldamento a motore spento, consumando meno energia.

L’ultimo problema: la ripresa

In inverno è molto probabile guidare su fondi scivolosi e perdere conseguentemente l’aderenza al fondo stradale. é pericoloso soprattutto in partenza perchè la potenza di coppia è più elevata in un’auto elettrica e questo causa uno slittamento delle ruote quasi matematico.

Il nostro consiglio è impostare il mode “Eco”. Non solo fa risparmiare ma comporta un uso più “cauto” della coppia sulle ruote motrici. La partenza sarà quindi più graduale e il grip maggiore.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche