Bambini in auto e come trasportarli: regole da seguire con attenzione

Bambini in auto: trasportarli con sicurezza e regole da seguire.

Viaggiare in macchina con i bambini è davvero una bella esperienza, pensiamo magari alle vacanze estive o quelle invernali. Tuttavia però, i bambini in auto, devono essere trasportati con totale sicurezze e vanno seguite, alla lettere, le regole imposte.

Non deve essere interpretata come una imposizione: si tratta di responsabilità verso i più piccini e di salvaguardare la loro incolumità.

Bambini in auto: regole da rispettare

Come primo step, bisogna prendere atto dell’articolo 172 del Codice della Strada il quale, afferma che, tutti i bambini al di sotto dei 12 anni di età e tutti i bambini al di sotto del mentre e mezzo d’altezza, devono tassativamente viaggiare seduti su di un seggiolino.

Quest’ultimo, va scelto in base alla corporatura ed in base al peso del bambino.

L’acquisto deve essere ben ponderato e valutato. Pensate che esistono ben cinque gruppi di dispositivi tra cui orientarsi.

Bambini in auto: differenze tra un dispositivo ed un altro

Come anticipato, ci sono cinque gruppi differenti di dispositivi. Vediamoli, brevemente, tutti.

  • Gruppo 0 (navicella).

Il gruppo 0 si riferisce, sostanzialmente ai neonati, quindi ad una fascia d’età estremamente delicata. E’ indicato fino al nono mese di vita e per un massimo di 10 chili di peso.

Sono una sorta di lettino che permettono, ai bimbi, di poter viaggiare anche da sdraiati in tutta comodità.

  • Gruppo 0 + (ovetto).

L’ovetto aumenta il peso sostenuto arrivando fino ai 13 chili mentre, i mesi, diventano quindici. Anche l’ovetto, come la navicella, sono lettini ma presentano una differenza. Hanno infatti una maggior protezione alla testolina ed alle gambe.

  • Gruppo 1.

Il gruppo 1 si sposta nel mondo del bambini e, si lascia alle spalle, i neonati.

Questa tipologia di seggiolone arriva fino ai 15 chili e parte dai 9. Va benissimo fino ai 4/5 anni di età ma, volendo, lo si può utilizzare a partire dai nove mesi. Questi dispositivi devono essere ben agganciati al sedile dell’auto attraverso la cintura di sicurezza. Vi accorgerete di averlo legato bene, quando, ogni spostamento, verrà negato.

  • Gruppo 2.

Il seggiolone facente parte del gruppo 2 copre fino ai 25 chili e può essere usato fino ai 6 anni di età. Qui, abbiamo una seduta maggiormente sostenuta. Sono presenti infatti, dei cuscini dotati di braccioli per sostenere le braccia ed un piccolo schienale.

  • Gruppo 3.

Il gruppo 3 è l’ultimo modello, quello cioè che arriva ai 12 anni di età per un peso massimo di 36 chili.

Bambini in auto: come posizionare i dispositivi

Il dispositivo, in presenza di air bag sul lato del passeggero, non va mai posizionato dietro. Per cui, va scelto il lato opposto.

Tuttavia, il posto più sicuro per un bambino in auto è quello centrale, posteriore. E’ una zona protetta in caso di incidente: sia frontale che laterale.

Se l’auto dispone di air bag laterali, prima di partire con il bambino in auto, sarà opportuno disattivarli.

Bambini in auto: seggiolino omologato

Un seggiolino, per essere ritenuto “omologato” deve riportare il seguente codice, il più recente: ECE R44-03. E, per Legge, sono gli unici idonei alla vendita e gli unici conformi alla normativa europea.

Se invece ne possedete già uno, vanno comunque bene i seguenti codici: ECE R44 e EC R44-02.

Scritto da Antonella Ferrari
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Moto da turismo: le migliori sul mercato

Extreme E: McLaren si unirà nel 2022

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media