Come sapere se un auto è stata usata come taxi

Come sapere il passato di un'auto usata e scoprire se è stata usata come taxi. I metodi più utilizzati.

Si vuole acquistare un’auto ma si è in dubbio relativamente al suo passato, in particolare si è interessati a comprendere se tra i suoi utilizzi passati vi è stato quello come taxi. In questo articolo spieghiamo come e cosa bisogna fare per scoprirlo.

LEGGI ANCHE: Dossi artificiali, le regole del codice della strada

Come sapere se un’auto è stata usata come taxi

Il modo migliore per scoprire se un’auto, che si vuole acquistare sul mercato dell’usato, è stata usata come taxi è controllare la cronologia dell’auto. Questo spesso non è possibile perché esistono venditori che mettono in pratica la truffa del contachilometri, scalando quelli effettivi, facendo riportare un valore basso, così da stimolare l’acquirente e spingerlo verso l’affare della vita che in realtà non è.

Bisogna quindi controllare le componenti meccaniche, i taxi passano la maggior parte della loro vita in città, nel traffico dove lo stop&go è all’ordine del giorno. Questo modo di guidare stressa prematuramente la meccanica e gli organi principali come i freni, di conseguenza un controllo con il proprio meccanico di fiducia, prima di firmare è ideale.

Anche il colore è un indizio non di poco conto, le auto taxi escono spesso dalla fabbrica con il colore predefinito per la nazione dove saranno acquistate, in Italia ad esempio questo colore è il bianco, quindi se l’auto ha tanti km, rientra nel segmento delle berline o station-wagon ed è bianca può essere stato un taxi in passato.

LEGGI ANCHE: Cirelli 5 – prezzo, prestazioni, interni, dimensioni e scheda tecnica

Ci sono app che svelano i segreti più nascosti

Poniamo il caso che si è alla ricerca di un’auto usata, si trova l’esemplare perfetto ma non si è sicuri della sua storia. Nel 2024 grazie agli smartphone ci sono app come CarVertical che permettono pagando un piccolo prezzo di scoprire tutta la storia della macchina di nostro interesse.

Il report fornito entra nel dettaglio, permettendo di capire se ha subito lo scalo dei chilometri, se è stata coinvolta in incidenti e come ha fatto a giungere in Italia, questo è possibile incrociando i dati provenienti da tutto il mondo.

C’è da dire che bisogna sempre sperare che l’auto abbia avuto tutte le manutenzioni del caso perché se queste non sono state tracciate tramite ricevute o foto è difficile risalire alla vera storia.

Quello che consigliamo è di effettuare in ogni caso un report sui siti specializzati così da essere sicuri di non prendere un abbaglio. Tuttavia se si hanno dubbi si può sempre visionarla e puntare su qualcos’altro che magari ha un costo d’acquisto maggiore che porta con sé minori problematiche.

Scritto da Filippo Imundi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Articoli correlati
Leggi anche
Contentsads.com