Dacia Spring 2: una nuova generazione in arrivo?

Attualmente prodotta in Cina, la city car potrebbe anche avvicinarsi alla produzione europea.

Derivata dalla Renault K-ZE, a sua volta derivata dalla Renault Kwid sviluppata per i mercati emergenti, la Dacia Spring ha la stessa filosofia del marchio rumeno. È pragmatica e sufficiente, e offre tecnologia elettrica al miglior prezzo. Questo è sufficiente per assicurarsi un buon posto nelle classifiche di vendita.

Secondo i media tedeschi Automobilwoche, la prossima versione della Dacia Spring è già in lavorazione. O meglio, quasi, poiché quella che abbiamo visto sulle strade francesi è basata sulla piattaforma CMF-AEV (un derivato elettrificato del CMF-A), che ha già avuto una carriera commerciale di sette anni con il Kwid. Tuttavia, come modello Dacia, la Dacia Spring 2 manterrà questa base tecnica per ovvi motivi di costo.

D’altra parte, la piccola auto elettrica dovrebbe beneficiare di modifiche sostanziali per migliorare l’aspetto della sicurezza, che non corrisponde davvero alle aspettative dei conducenti europei.

300 km di autonomia per la prossima Dacia Spring?

Secondo le voci, la prossima generazione della city car potrebbe avere una batteria al litio più grande che le permetterebbe di puntare a un’autonomia di 300 km. Il caricatore AC da 6,6 kW potrebbe essere sostituito da un’unità da 11 kW, mentre la potenza per la ricarica veloce DC (attualmente a 30 kW) potrebbe quasi raddoppiare.

dacia spring nuova generazione

Attualmente prodotta in Cina, la city car potrebbe anche avvicinarsi alla produzione europea. Potrebbe anche unirsi alle catene di montaggio del cluster ElectriCity in Francia. Il condizionale è quindi necessario per questa prossima generazione di Dacia Spring, che attualmente è sulla buona strada per essere lanciata nel… 2026.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sergio Sette Camara: chi è e carriera

Aston Martin punta a una gamma 100% elettrificata

Leggi anche
Contents.media