Dieci migliori auto executive di medie dimensioni del 2021

Le migliori executive in commercio, con tanto comfort e funzionalità.

Le auto executive sono un mix di qualità, economia, comfort e spazio.

Queste sono le auto che trascorreranno gran parte della loro vita in autostrada, quindi le prestazioni sono fondamentali. Ecco le nostre preferite.

BMW Serie 5

L’ultima Serie 5 di BMW è per molti versi la quintessenza e la definizione delle auto executive di medie dimensioni.

Recentemente sottoposta a lifting, stabilisce uno standard elevato nel segmento per quanto riguarda la qualità percepita dell’abitacolo. È un tourer a lunga distanza molto confortevole praticamente in qualsiasi motore e assetto si possa scegliere. Anche i suoi motori offrono prestazioni e guidabilità di prim’ordine, così come un’efficienza molto apprezzabile.

Potrebbe non essere così coinvolgente da guidare come una Jaguar XF, ma ciò può essere perdonato quando si considera dove le auto di questo tipo passano la maggior parte del loro tempo.

Anche la tecnologia della BMW a bordo è una tacca sopra la maggior parte dei rivali, in particolare per l’impressionante configurabilità dei sistemi di assistenza alla guida dell’auto.

La completezza distintiva della Serie 5 le fa guadagnare il primo posto in questa classifica di auto executive.

Mercedes-Benz Classe E

La Mercedes-Benz Classe E è il tipo di opzione che privilegia il comfort del conducente, il lusso a bordo, la sicurezza degli occupanti e la facilità d’uso a tutto tondo.

L’abitacolo – aggiornato per il 2020 – è un posto lussuoso dove sedersi e, combinato con gli eccellenti sistemi di assistenza alla guida attivi dell’auto, renderebbe piacevole il pendolarismo su lunghe distanze.

Mercedes offre una scelta abbondante per quanto riguarda la propulsione, con l’elettrificazione che ora gioca un ruolo di primo piano, e la derivazione PHEV entry-level che offre 154bhp in forma di benzina e 158bhp per il diesel.

A livello medio, il E300e è benzina-elettrico mentre il E300de è diesel-elettrico, con entrambe le automobili che sono ugualmente abbinate per il prezzo e la prestazione. Gli acquirenti possono scegliere tra un paio di diesel a sei cilindri in linea; c’è anche il sei cilindri turbo E450.

Qualunque sia la versione scelta, il carattere della Classe E è certamente più rilassato di quello di una equivalente BMW Serie 5 o Jaguar XF. Probabilmente non sarà così emozionante quando si guida velocemente, ma potrebbe lenire i chilometri in modo più efficace.

Tesla Model S

La primissima auto elettrica di lusso mainstream è ancora tra le migliori auto executive della sua dimensione. Ora vanta quasi 400 miglia di gamma anche sul rigoroso ciclo WLTP. La Model S è anche, per usare la terminologia ufficiale, ridicolmente veloce in rettilineo e può ospitare sette passeggeri. Qualcosa che nessun’altra auto in questa lista può fare.

Ciò che le impedisce di posizionarsi più in alto sono gli interni discutibili, la dinamica ordinaria e l’alto prezzo richiesto.

Jaguar XF

La XF di Jaguar rimane la migliore auto del segmento, combinando abili caratteristiche di maneggevolezza con una guida supremamente confortevole.

È ostacolata principalmente da una gamma di motori Ingenium a quattro cilindri. I diesel possono essere burberi all’avvio, in particolare al freddo, e nessuno offre davvero le prestazioni, la guidabilità o l’efficienza necessari. In un certo senso, quindi, la XF non è così veloce come Jaguar sostiene.

La qualità dell’abitacolo è buona e c’è quantità decente (anche se non di prima classe) di spazio disponibile per i passeggeri posteriori. Tuttavia, la strumentazione di bordo e la tecnologia di intrattenimento dovranno migliorare prima che l’auto possa contendere di nuovo gli onori superiori.

Audi A6

Bella questa A6, non è vero? Mentre potrebbe avere una notevole somiglianza con le più grandi A8 limousine e A7 Sportback, per molti dei nostri tester rappresenta l’esecuzione più riuscita del linguaggio di design new-age di Ingolstadt.

È anche un paese delle meraviglie tecnologico. L’ultima architettura digitale MMI a doppio schermo dell’Audi è un punto di forza particolare, mentre il Virtual Cockpit è impressionante come sempre. Da guidare rimane raffinata nel classico senso Audi. La potenza proviene da una gamma di motori diesel e benzina mild-hybrid che forniscono alla A6 una quantità rispettabile di spinta. Si guida anche bene ed è impressionantemente agile attraverso le curve.

Vale sicuramente la pena inserirla tra le migliori auto executive di questo 2021.

Skoda Superb

La Skoda Superb è grande in molte cose: dimensioni, spazio interno, comfort e rapporto qualità-prezzo. In una classe in gran parte popolata da rivali di fascia alta, la Superb sottopassa la stragrande maggioranza per quanto riguarda l’esborso iniziale. Chiaramente, però, non vanta gli stessi livelli di prestigio e desiderabilità del marchio.

Eppure, gli acquirenti saranno attratti dalla guida confortevole e raffinata della Superb, così come il suo interno. Il risparmio di carburante non è così buono come Skoda vorrebbe farvi credere, ma i costi di gestione dovrebbero certamente essere bassi.

Volvo S90

La Volvo S90 scivola al sesto posto. Il suo design sorprendente è condiviso con i suoi compagni di gamma V90 e XC90, così come la forte attenzione alle attrezzature di sicurezza standard.

A rafforzare il caso della Volvo ci sono anche un abitacolo elegante, interni spaziosi e prestazioni su strada comode e facili da gestire. Simile alla Mercedes Classe E, la S90 è stata orientata più per il comfort che per le emozioni di guida, il che significa che viene dietro a BMW Serie 5 e Jaguar XF, che eccellono su entrambi i fronti. Ultimamente è anche diventata un’opzione costosa ma, nonostante ciò, non è affatto noiosa da guidare.

Alpina D5 S

A più di 60.000 sterline l’Alpina D5 S non è la più economica berlina di medie dimensioni che si possa comprare. Tuttavia, le persone che mettono in discussione il prezzo di una Alpina sono di solito quelle che devono ancora guidarne una, e questo è proprio il caso. Il twin-turbo diesel D5 S accelera a 62mph in meno di cinque secondi.

È un piccolo gioiello bavarese tra le auto executive.

Lexus ES

Nel tentativo di aumentare il suo volume di vendite sul continente, Lexus ha sostituito la sua vecchia berlina a trazione posteriore con questa più sensibile ES. Si tratta della berlina a quattro porte più venduta. La Lexus è basata sulla stessa architettura TNGA GA-K come l’ultima Toyota RAV4, significa che c’è un 2,5 litri quattro-pot davanti, che è integrato da un motore elettrico per una potenza combinata di 215bhp.

In città è dove la Lexus è più nel suo habitat naturale. Essendo a guida anteriore, però, l’auto manca anche del naturale equilibrio a trazione posteriore di vetture come la BMW Serie 5 e la Jaguar XF, e il suo propulsore non risponde con entusiasmo al lavoro duro.

auto executive lexus

Maserati Ghibli

Maserati ha aggiunto di recente l’opzione di un quattro cilindri a benzina mild-hybrid, che è buono per un combinato 325bhp. Vanta inoltre emissioni di CO2 un quarto inferiori a quelle del diesel V6 che sostituisce nella line-up. Il fiore all’occhiello, tuttavia, è il prossimo 572bhp twin-turbo 3,8 litri V8 ‘Trofeo’, che genera ben 200mph.

Nonostante queste opzioni di propulsione, però, la Ghibli non offre una guida così coinvolgente come il suo nome esotico potrebbe suggerire. Rimane quindi indietro ai nomi affermati in questo segmento per quanto riguarda l’equipaggiamento standard, la sofisticazione tecnologica e l’usabilità dei sistemi.

Mentre l’idea di possedere questa Maserati potrebbe piacere, la realtà dell’uso quotidiano potrebbe deludere. Potrebbe non essere la vostra priorità tra le auto executive.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

I dieci migliori super SUV del 2021

Rolls-Royce Ghost, minimalismo e lusso da 570 CV

Leggi anche
Leggi anche
Contents.media